WEEKEND A MADRID E DINTORNI: LA GUIDA

1070
0
Condividi:

Pranzo a Madrid: tradizione o contemporaneità?

Pranzare a Madrid vuol dire avere l’imbarazzo della scelta fra posti raffinati e prelibati, che siano di classe o alla buona. Se siete in vena di provare la cucina spagnola reinventata in termini contemporanei, vi consigliamo La Huerta de Tudela. Lo chef Riccardo Gil ha un occhio di riguardo per i piatti vegetariani e vegani, ai quali è dedicato un intero menù; ma ogni pietanza del suo ristorante è comunque composta con ingredienti locali e nel rispetto della tradizione culinaria madrileña. Completano il quadro le sedie in vimini a contrastare coi divanetti in velluto e le pareti che alternano rivestimenti e pietra nuda. Per un ambiente che sembra mixare l’atmosfera di una bodega alla ricercatezza di una stella Michelin.

Se invece volete andare alle origini – letteralmente – dell’arte della ristorazione, la scelta è una sola: Botín, il ristorante più antico del mondo. Fondato nel 1725, questo luogo senza paragoni è entrato nel Guinness World Records per la sua storia ininterrotta di servizio ineccepibile e cucina superlativa. L’ambiente non può essere che quello della tradizione spagnola. E i piatti, maialino da latte in primis, parlano di epoche lontane tanto quanto di sapori familiari. In una parola: un’istituzione.

Pages: 1 | 2 | 3 | 4 |... 5 |... 6 |... 7 |... 8 |... 9 |... 10 |... 11 |... 12 ... | Single Page

Condividi: