VILLA MONASTERO: UNA MERAVIGLIA DA SCOPRIRE SULLE SPONDE DEL LAGO DI COMO

2098
0
Condividi:

A metà della sponda orientale del lago di Como, immersa nel verde del suo meraviglioso giardino, si erge Villa Monastero, antichissima villa del comune di Varenna, in Provincia di Lecco. Se siete al lago per il weekend o anche solo di passaggio, una visita è d’obbligo.

Villa Monastero

Villa Monastero

Donata allo Stato nel 1939 dai suoi ultimi proprietari, i milanesi De Marchi, Villa Monastero ha ottenuto nel 2004 il riconoscimento museale dalla Regione Lombardia.

Oltre ad offrire un percorso museale che consta di ben 14 sale arredate con mobili originali, nonché uno splendido giardino botanico, la Villa è oggi anche un Centro Convegni riconosciuto a livello Internazionale e attivo sin dal 1953. La sua sala principale è intitolata al Premio Nobel Enrico Fermi, che tenne qui nel 1954 alcune lezioni di fisica.

LA VILLA

Villa Monastero

Villa Monastero

Osservando Villa Monastero per la prima volta si è subito colpiti dal suo aspetto eclettico di fine Ottocento. Tuttavia, la sua attuale conformazione è frutto di numerosi interventi architettonici effettuati nell’arco di ben nove secoli.

La Villa nasce infatti dalla trasformazione di un monastero femminile cistercense dedicato a Maria Vergine risalente al XII secolo. Come si può ben notare dall’ampio loggiato che si affaccia sul lago, la struttura complessiva dell’abitazione conserva ancora l’impianto seicentesco conseguente ai primi lavori di edificazione voluti dalla famiglia Mornico. La dimora, ribattezzata “Villa Leliana”, rimase di proprietà dei Mornico per ben quasi tre secoli, sino al 1862.

Passata in seguito a diversi proprietari, la Villa fu anche acquistata nel 1869 da una nipote del Manzoni, Carolina Maumari vedova Seufferheld. Ella fece della dimora un vero e proprio ritrovo di personaggi di spicco del mondo culturale dell’epoca.

Gli interni

Villa Monastero - Interni

Villa Monastero – Interni

Fu solo però grazie all’intervento di Walter Kees che Villa Monastero acquisì l’aspetto dal gusto nordico attualmente ammirabile. Questo business man tedesco divenne infatti proprietario di Villa Monastero a fine 800 ed investì un enorme capitale per ristrutturare l’edificio principale.

Si devono a Kees, in particolare, le decorazioni dell’atrio realizzate ad imitazione della biblioteca di famiglia a Lipsia, sua città natale. Oltre allo stemma di famiglia, è possibile qui ammirare quattro splendidi pannelli in maiolica. Essi, ritraendo il fisico H.K.F. von Helmoltz, il filosofo I. Kant, l’architetto scultore A. Schlüter e il compositore J.S. Bach, esaltano il mondo delle arti e delle scienze tedesche.

Degno di nota è anche l’orientaleggiante bagno “di Re Faruk”. Per volere del proprietario tedesco, questo ambiente è dotato di un impianto di riscaldamento ancora funzionante. Meravigliosa è anche l’enorme vasca decorata con maioliche e marmi.

I numerosi lavori di Kees, tuttavia, coinvolsero soprattutto il giardino, che venne ampliato enormemente grazie all’acquisto dei terreni e delle proprietà adiacenti alla villa.

Requisita nel 1918 dallo Stato come debito di guerra, la Villa fu infine acquistata da i De Marchi solamente nel 1925.

IL GIARDINO

Villa Monastero - Il giardino

Villa Monastero – Il giardino

Il Giardino botanico di Villa Monastero si estende per circa 2 km lungo la sponda del lago di Como, da Varenna alla vicina frazione di Fiumelatte. In questo locus amoenus potrete rilassarvi tra oltre 900 specie floreali ed arboree differenti, rare e provenienti da tutto il mondo, nonchè godere di una splendida vista sul lago stesso.

Cipressi e palme provenienti dall’Africa e dalle Americhe costituiscono le componenti maggiormente presenti nel giardino, insieme a piante di agrume e yucche. Al di sotto della portineria troverete poi il giardino delle erbe aromatiche e numerosissimi tipi di Jasminum. Proseguendo lungo il percorso che costeggia il lago potrete ammirare, in ordine, il Giardino delle camelie, la collezione di glicini, il Giardino delle ortensie e, per finire, il Giardino delle rose inglesi.

In corrispondenza di quest’ultimo, al confine estremo meridionale della proprietà, sorge la a Kaffee Haus,con la sua caratteristica cupola. Insieme al gruppo scultoreo “La Clemenza di Tito”,al Tempietto e ad altre statue presenti lungo la camminata, essa si erge come simbolo architettonico dello stile eclettico del giardino.

COME RAGGIUNGERE VILLA MONASTERO

Villa Monastero - Kaffee Haus

Villa Monastero – Kaffee Haus

Auto. Situata a circa 30 km a nord dalla città di Lecco, Varenna è facilmente raggiungibile percorrendo la SS36 del lago di Como e del Passo dello Spluga.

Treno. La stazione ferroviaria più vicina è la stazione di Varenna-Esino, a circa 30 minuti di distanza da Lecco.

Battello. Grazie alla sua posizione centrale, Varenna è perfettamente collegata alle altre città del lago e facilmente raggiungibile sfruttando la rete di navigazione del lago di Como.

Per maggiori informazioni, visitare il sito navigazionelaghi.it

In Aereo. Gli aeroporti più vicini sono quelli di Milano Linate (distanza dall’aeroporto: 80 km), Milano Malpensa (distanza dall’aeroporto: 120 km) e Bergamo – Orio al Serio (distanza dall’aeroporto: 66 km).

Villa Monastero

Viale Giovanni Polvani, 4, 23829 Varenna LC, Italy

+39 0341 295450

villamonastero.eu/

Condividi: