TURKS AND CAICOS: GUIDA AD UN PARADISO NASCOSTO NEL MAR DEI CARAIBI

1487
0
Condividi:

Perché cercare di immaginare il paradiso quando la natura ha già provveduto a crearne uno? Non serve impazzire dietro alla ricerca di una Shangri-La: è sufficiente dirigersi verso il mar dei Caraibi, più precisamente a Turks and Caicos.

Un po’ di geografia

Turks and Caicos - La barriera corallina

Turks and Caicos – La barriera corallina

Le lunghe spiagge di sabbia fine come cipria riflesse in un mare cristallino e la lussureggiante vegetazione tropicale popolata da una fauna variegata fanno di Turks and Caicos un locus amoenus che non può che incantare i visitatori. In più, a coronare il tutto, provvede la barriera corallina, che circonda questo arcipelago formato dai gruppi dalle isole Caicos (West Caicos, North Caicos, East Caicos, Middle Caicos, Providenciales e South Caicos) e Turk (Grand Turk, il centro amministrativo, e Salt Cay), contornate da centinaia di isolotti.

Isole di passaggio

Turks and Caicos - L'arcipelago

Turks and Caicos – L’arcipelago

Fin dalla scoperta europea attorno al 1512 ad opera del conquistador Juan Ponce de León, Turks and Caicos è diventata un crogiolo di popolazioni dai diversi usi e costumi che si sono compenetrati e radicati col tempo. Già ai tempi dei grandi imperi coloniali le isole sono continuamente passate sotto il controllo di Spagna, Francia e infine Regno Unito, di cui dal 1799 sono una dipendenza diretta.

Nonostante la popolazione indigena si sia estinta, col susseguirsi delle dominazioni si sono insediati qui europei, africani e indiani, portando ognuno il proprio contributo alla cultura locale. Un esempio su tutti: la cucina, divenuta un mix di vari sapori più o meno lontani.

Turks and Caicos: cosa fare

Turks and Caicos - Le spiagge

Turks and Caicos – Le spiagge

Nonostante le dimensioni contenute, l’arcipelago di Turks and Caicos offre svariate alternative per intrattenere i propri ospiti. Per gli appassionati di sole e relax la scelta pare ovvia, potendo usufruire delle interminabili spiagge e calette, già frequentate dai bucanieri che vi si nascondevano durante i tempi d’oro della pirateria.

Anche gli amanti della natura hanno varie opzioni, potendo decidere di esplorare le isole spostandosi in barca o a cavallo, oppure immergersi nei fondali per un’avventura subacquea in cui potrebbero anche imbattersi nel relitto del Trouvadore, nave schiavista spagnola affondata qui nella prima metà dell’Ottocento.

Chi infine fosse interessato ad approfondire storia e costumi locali può approfittare del Turks and Caicos National Museum, con sede a Cockburn Town, la capitale, o di un tour a Providenciales, isola minore dell’arcipelago che organizza visite guidate.

Qualche informazione in più

Turks and Caicos National Museum

Turks and Caicos National Museum

Quando visitare Turks and Caicos? Idealmente il clima dell’arcipelago è mite tutto l’anno, con temperature medie attorno ai 25°C. Tuttavia, a causa dei possibili uragani tra giugno e ottobre, il periodo migliore per un soggiorno è compreso tra dicembre e aprile. Sono sufficienti abiti leggeri, ma per far fronte alla fresca brezza serale è meglio portare una felpa.

Tra le altre cose da mettere in valigia, è il caso di ricordare un adattatore per le prese elettriche, mentre per quanto concerne la valuta bisogna avere nel portafogli dei dollari americani, nonostante le dipendenze delle isole da Londra.

Non sono invece necessari particolari accorgimenti di tipo sanitario, mentre è il caso di prestare attenzione ad acqua, da consumare imbottigliata e sigillata, e cibo, in particolare carne e verdure, da mangiare cotti.

Dove soggiornare a Turks and Caicos

Hotel Turks Head Inne

Hotel Turks Head Inne

A Turks and Caicos di certo non mancano hotel e resort incantevoli. Tuttavia, considerando il classico rapporto qualità-prezzo, l’Hotel Turks Head Inne è assolutamente degno di nota.

Situato a Cockburn Town, su Grand Turk, questo hotel boutique costruito attorno al 1830 a pochi passi dalla spiaggia dispone di tutti i più classici comfort, dalla piscina al ristorante, a cui si aggiungono extra come pesca, escursioni ed equitazione.

Cockburn Town, TKCA 1ZZ, Turks and Caicos, Turks & Caicos Islands

+1.649.232.7884

turksheadinne@gmail.com

turksheadinne.com/‎

Come arrivare a Turks and Caicos

Turks and Caicos - La natura dell'arcipelago

Turks and Caicos – La natura dell’arcipelago

Raggiungere Turks and Caicos dall’Italia richiede necessariamente degli scali a Londra o a Miami. La scelta più pratica è dunque un volo verso la capitale britannica da cui ripartire grazie alla British Airways verso l’aeroporto dell’isola di Grand Turk.

A questo punto, visto i presupposti, non resta che tirare fuori il passaporto, preparare la valigia e volare verso Turks and Caicos. Del resto, non è un caso che il governo di Londra si stia battendo per inserire l’arcipelago tra i siti patrimonio dell’Unesco.

Pages: | Multi-Page

Condividi: