TRE GIORNI A BUDAPEST

376
0
Condividi:

Giorno 3

Eccoci arrivati al nostro ultimo giorno a Budapest. Ma non fatevi prendere dalla malinconia; se riuscite a trovare un volo che parta verso la sera, avete ancora tutta la giornata per godervi la parte vecchia della città: Buda.

Tre giorni a Budapest - Ponte delle Catene (Ph. by Sara Pasino)

Tre giorni a Budapest – Ponte delle Catene (Ph. by Sara Pasino)

Come anticipato, la capitale ungherese è divisa in Buda e Pest dal fiume Danubio. Perciò, se volete recarvi nel centro cittadino originario, dirigetevi verso le sponde del Danubio, in prossimità del Ponte delle Catene. Questa caratteristica struttura in pietra e ferro, progettata nel 1849 dall’architetto Clark Adam, pose in collegamento per la prima volta le due città di Buda e Pest, che si unirono a formare la magica capitale ungherese. Mentre lo percorrete – e badate bene di rimanere nel marciapiede per i pedoni sulla destra – immaginatevi la felicità dei primi ungheresi che finalmente potevano passare da un lato all’altro di Budapest liberamente. Non camminate troppo in fretta, ma godetevi questo momento, accompagnati dal suono delle chitarre degli occasionali musicisti che deliziano le orecchie dei turisti. E quando avrete raggiunto la metà del ponte, fermatevi un secondo a godervi la magnifica vista su entrambe le sponde.

Il Castello di Buda

Una volta giunti a Buda, attraversate la deliziosa rotonda decorata con aiuole piene di fiori e raggiungete la Budavári Sikló, ovvero la funicolare che vi condurrà fino al Castello di Buda. Un piccolo consiglio: cercate di salire sul primo vagone verso il basso, così da avere una fantastica visuale di Pest durante la salita. Ma se non riuscite a prendere i posti migliori, non disperate! Non appena scesi dalla funicolare vi attende una vista mozzafiato sull’intera città, che vi lascerà sicuramente attoniti.

Tre giorni a Budapest - Vista dalla funicolare (Ph. by Sara Pasino)

Tre giorni a Budapest – Vista dalla funicolare (Ph. by Sara Pasino)

Proseguendo lungo il belvedere, troverete una maestosa statua che raffigura il re Mattia Corino. Egli è rappresentato non solo perché fu uno dei più importanti sovrani ungheresi, ma soprattutto perché trasformò la fortezza medievale, che sorgeva proprio nella zona antistante la statua, in un Palazzo Reale: il Castello di Buda. Oggi, l’interno dell’edificio rinascimentale ospita il Museo Storico di Budapest e la Galleria Nazionale Ungherese: due gemme da non perdere!

La Chiesa di San Mattia e il Bastione dei Pescatori

Tre giorni a Budapest - Chiesa di San Mattia (Ph. by Sara Pasino)

Tre giorni a Budapest – Chiesa di San Mattia (Ph. by Sara Pasino)

Una volta conclusa la vostra visita, potrete scendere nuovamente dalla funicolare e dirigervi verso la Chiesa di San Mattia. L’edificio fu inizialmente costruito per volere del re Bèla IV nel XIII secolo e dedicato alla Vergine. Nel 1400 re Mattia lo fece ricostruire, e da qui la denominazione Chiesa di San Mattia. Ma la storia di questa costruzione è ricchissima: essa fu trasformata in moschea – gli interni sono ancora riccamente decorati di affreschi con richiami orientali – e, nel 1896, iniziarono dei lavori di ristrutturazione che le hanno dato l’aspetto gotico che tutt’oggi mantiene.

Per concludere in bellezza il vostro viaggio nel cuore dell’Ungheria, non potete perdervi il leggendario Bastione dei Pescatori. Il nome ufficiale di questa magnifica fortezza è Bastione Halaszbatsya, ovvero la corporazione di pescatori che ricevette il compito di difendere questo tratto di territorio. Oggi la costruzione offre uno spaccato mozzafiato tanto sulla città quanto sul colorato tetto della chiesa di San Mattia.

Eccoci giunti alla fine del nostro itinerario per le strade dell’incantevole Parigi dell’Est. Queste sono le attrazioni più famose della città, gemme imperdibili che non si possono non visitare quando si va a Budapest. Tuttavia, non siate troppo rigidi, ma perdetevi tra le stradine vivaci e colorate della città, rilassandovi nelle lunghe passeggiate sulle sponde del Danubio. Perché solo così potrete davvero assaporare la magia dell’autentica Budapest.

Pages: 1 | 2 | 3 | 4 |... 5 ... | Single Page

Condividi: