SUD-EST ASIATICO A VELA CON LA STAR CLIPPER

4313
0
Condividi:

Un vero gioiello del mare. Un veliero di 115 metri che solca i mari del Sud. A bordo del quale un massimo di 170 passeggeri può vivere un’esperienza indimenticabile, con itinerari dalle 7 alle 14 notti che si snodano tra Tailandia, Malesia ed Indonesia. Tra patrimoni UNESCO e acque cristalline dove ancora oggi si possono trovare angoli intatti di vero paradiso. Noi di The Italian Eye abbiamo testato una crociera Star Clipper tra Singapore e Phuket, salpando il Mar delle Andamane. Tra isole vergini dove spirano i caldi venti del Sud. E un passato coloniale che ricorda Sandokan e i pirati della Malesia. Ed ecco a voi il diario di viaggio di questa esperienza straordinaria.

Sud-est asiatico a vela con la Star Clipper

Sud-est asiatico a vela con la Star Clipper

SINGAPORE

L’esperienza Star Clipper parte già da Singapore. Questa città-stato asiatica, sospesa tra passato coloniale e avveniristico futuro, merita di per sé un paio di giorni di visita prima dell’imbarco.

La partenza ha luogo al Marina Bay Cruise Center, nell’innovativo edificio progettato da RSP Architect Planners e inaugurato nel 2012 come nuovo scalo passeggeri. Le hostess Star Clippers accolgono ogni passeggero, sbrigando in maniera particolarmente veloce tutte le procedure d’imbarco. Fino ad arrivare sul molo del Marina Bay e trovarsi d’innanzi la nave.

Vista dello skyline di Singapore - Sud-est asiatico a vela con la Star Clipper

Vista dello skyline di Singapore

Il primo impatto è grandioso. Un vero veliero di 115 metri con quattro alberi maestosi, dove la grande tradizione della navigazione velica si sposa con le tecnologie e i comfort più moderni. Dove tutto è studiato attorno al passeggero. Dalle cabine, spaziose e arredate in stile alle grandi aree comuni. Come il ponte superiore, con lettini e due piscine; o il Tropical Bar, dove il personale attento è a disposizione degli ospiti dalle 6 di mattina alle 2 di notte.

La Star Clipper

La Star Clipper

L’esiguo numero di passeggeri permette poi di vivere la nave in totale tranquillità e privacy.

DA SINGAPORE ALL’ANTICA MALACCA

La prima tappa è Malacca, un tempo florido centro commerciale ed oggi sonnolenta città dal grande passato coloniale. La nave si avvicina alla costa sullo sfondo della Moschea dello Stretto, costruita a palafitta sul mare. Durante l’alta marea sembra che galleggi sull’acqua, con le sue linee curve e candide.

Malacca - Star Clipper

Malacca

Avvicinandosi poi alla foce del fiume Malacca, che dà il nome alla città, si scorgono le prime architetture coloniali portoghesi, di cui la città è ricca. Come la Fortezza in rovina, adagiata s’un colle in centro città, dove si può arrivare con una breve passeggiata panoramica.

Il Palazzo del Sultano, ricostruito nel 1984, contiene invece il museo cittadino. Da scoprire dopo una passeggiata a Chinatown, l’antico centro città, oggi pullulante di negozi di antiquariato dove si riesce a trovare qualche buon affare.

Dal 2008 Malacca è considerata Patrimonio UNESCO. Per uno sguardo d’insieme sulla città si può salire sulla Taming Sari Tower, una torre d’osservazione alta 110 metri con una piattaforma girevole ascendente.

La Moschea dello Stretto di Malacca

La Moschea dello Stretto di Malacca

Tornati sulla nave ci attende, come ogni giorno, il tè delle 5, servito in puro stile British, con snack dolci e salati. Questi ultimi variano ogni giorno, proprio come i menù del pranzo e della cena. L’intera esperienza culinaria è curata ad hoc da una validissima equipe in collaborazione con uno chef tre stelle Michelin. Con variazioni di mare e di terra che vanno dall’angus beef all’aragosta, fino a menù completi di cucina thai o italiana.

NAVIGAZIONE

La sala da pranzo della Star Clipper

La sala da pranzo della Star Clipper

Anche un giorno intero in alto mare passa in maniera piacevole sullo Star Clipper. Si procede a vela, solcando il Mar delle Andamane, con i suoi toni di blu intenso che si infrangono sul candore delle vele spiegate. L’equipaggio, sempre gentilissimo, si fa osservare nel governare la nave, e permette a chi lo desidera di prendere parte attiva nella sua conduzione. Un vero eden per gli appassionati velici, che possono cimentarsi perfino in manovre al timone.

Non mancano poi attività organizzate per gli ospiti. Come la scalata, con funi e imbragatura, dell’albero maestro. O le sessioni, giornaliere queste, di ginnastica sul ponte. Si può scegliere fra animazione serale e storytelling dopo il tè delle 5 da parte del capitano; oppure optare per una sessione di aquagym nelle due piscine sul ponte superiore.

Una delle camere da letto della Star Clipper

Una delle camere da letto della Star Clipper

I più pigri possono poi dedicarsi alla tintarella sul ponte. Il tutto circondati da paesaggi costieri mozzafiato, con i colori in continuo mutare. Con i cieli rosa del tramonto e le isole in lontananza coperte da un’inespugnabile giungla smeraldo, tra le quali si naviga sospesi in una placida calma.

LANGKAWI

Conosciuta anche come Il Gioiello di Kerdah, Langkawi è un arcipelago di 104 isole e isolotti, al centro del quale sta l’omonima isola principale. L’isola è coperta da una fitta foresta pluviale, ancora quasi intatta, tanto che nel 2007 è stata dichiarata Patrimonio UNESCO. Una foresta che lambisce le spiagge di sabbia bianca toccate da un mare limpido e turchese.

Langkawi

Langkawi

Immancabile un’escursione tra le isole che compongono l’arcipelago. Qui è possibile ammirare paesaggi marini mozzafiato, prima di rilassarsi per qualche ora su una delle tante spiagge deserte.

Arrivati poi a Palau Langkawi, si prende lo SkyCab, una teleferica di 1700 mt che conduce al punto d’osservazione più alto dell’Isola. Da qui parte uno dei ponti sospesi più lunghi del mondo, da scoprire con una passeggiata a dir poco vertiginosa.

Il ponte sospeso di Pulau Langkawi

Il ponte sospeso di Pulau Langkawi

Gli appassionati di avventura possono invece inoltrarsi nella foresta pluviale per un Jungle Trek all’insegna del divertimento: pareti di roccia da scalare, ponti di corda sospesi e arrampicate sugli alberi, tutto condotto in sicurezza da guide esperte.

KO ADANG / KO BUTANG

L’Arcipelago di Tarutao è uno dei più primitivi di tutta la Tailandia. Tanto da essere un parco tutelato e vanto della nazione. La Star Clipper naviga nella baia tra Ko Adang e Ko Butang, due delle perle dell’arcipelago, con spiagge di sabbia finissima coperte di coralli, dietro alle quali si stagliano, verdeggianti, fitte foreste popolate da amichevoli scimmiette che osservano i visitatori dall’alto degli alberi.

Ko Butang

Ko Butang

L’acqua cristallina e i fondali pieni di vita fanno di Ko Adang un luogo perfetto per lo snorkeling, che viene organizzato da Star Clipper con equipaggiamento e personale specializzato a disposizione degli ospiti. A questo si aggiungono altre attività da spiaggia, come lo sci nautico, la vela e il kayak. Lo sport team, composto da alcuni membri dell’equipaggio, si prende cura di ogni esigenza sportiva. E un istruttore sub esperto è presente sulla nave e disponibile per corsi e lezioni private.

PHANG NGA BAY

Uno dei luoghi più iconici della Tailandia. 42 isole che compongono una baia di 400 km quadrati. Reso noto internazionalmente da il film di James Bond “The Man with the Golden Gun”, questo paradiso naturalistico si trova a un’ora di navigazione da Phuket.

Phang Nga Bay

Phang Nga Bay

Oltre 20 specie di mangrovie qui disegnano un dedalo di canali tra i quali andare in esplorazione in hovercraft o canoa, per terminare poi al villaggio dei pescatori su palafitte. Dove partecipare alle antiche tecniche di essiccamento del pesce, ancora oggi primaria fonte di risorse della regione.

ISOLE SIMILAN

Si continua verso nord per toccare l’arcipelago delle Isole Similan. La Star Clipper si apposta in rada a largo di Koh Similan, dove ad attendere gli ospiti c’è una delle più belle spiagge della Tailandia intera. Qui enormi rocce granitiche, limate dal vento, si gettano a capofitto nel mare.

Isole Similan

Isole Similan

Come ogni giorno le navette fanno avanti e indietro tra l’isola e la Star Clipper in continuazione, così che ognuno è libero di decidere quando tornare a rilassarsi sulla nave. La passeggiata al punto panoramico sull’apice della spiaggia regala un paesaggio incantato. Rimanendo in questo angolo di paradiso fino al tramonto si assiste al lento spopolamento dai turisti, fino ad ammirare il sole che si tuffa nel mare dalla spiaggia semideserta.

Ed è questa la filosofia di Star Clipper, che dilata il tempo della permanenza nei vari arcipelaghi per poter regalare ai propri ospiti l’esperienza di viverli senza altri turisti.

PHUKET

Phuket

Phuket

La più grande e la più turistica delle isole della Tailandia. Ed è proprio qua che finisce questa crociera. Il disimbarco è veloce e gestito con attenzione dall’equipaggio.

Una volta messo piede a terra sulla spiaggia di Patong Bay, ci si volta. E La Star Clipper, con le sue vele spiegate, si staglia al centro della baia. La degna immagine finale di un viaggio tra sogno e realtà.

www.starclippers.com

Condividi: