SOLAR EGG: LA MAGIA DI UNA SAUNA AL CIRCOLO POLARE ARTICO

1263
0
Condividi:

Avete mai immaginato di poter fare una sauna super rilassante immersi nella bellezza del Circolo Polare Artico? Se volete realizzare questo sogno, adesso è possibile grazie all’ingegno di Bigert & Bergström, che hanno realizzato il Solar Egg, una vera e propria (splendida) opera di ingegneria situata a Kiruna, nell’estremo Nord della Svezia.

Solar Egg è una sauna a forma di uovo alta 16 piedi (5 metri circa). All’esterno è costituita da specchi di acciaio inossidabile color oro; al suo interno sono stati scelti diversi materiali per completarla, come legno, ottone, pietra e vetro. A rendere speciale questo progetto, oltre all’indiscutibile bellezza estetica, è la totale ecosostenibilità; i suoi pannelli esterni, infatti, sono sia a LED che solari. Per quanto riguarda l’interno, oltre ai materiali di pregio utilizzati, la temperatura non supera gli 85 gradi (partendo da un minimo di 75), e, considerate le temperature esterne del luogo (intorno ai – 14 gradi), siamo certi che i visitatori saranno ben felici di entrarvi.

Solar Egg

Solar Egg

SOLAR EGG SAUNA

Il progetto Solar Egg rientra in un obiettivo molto più grande, ovvero quello di una generale riqualificazione urbana della città di Kiruna, che in futuro sarà del tutto smantellata e situata in un sito più sicuro, a causa del pericolo di collasso dentro ad una miniera abbandonata.

Il fascino del luogo, unito alla bellezza del progetto, strizza sicuramente l’occhio al turismo, che molto probabilmente subirà un notevole incremento grazie a questa novità.

Solar Egg

Solar Egg

SOLAR EGG SAUNA

Kiruna ha più di un motivo per meritare di essere visitata, oltre alla sua storia millenaria (circa 6 mila anni). Qui dal 30 maggio al 15 luglio potrete beneficiare della luce solare tutto il giorno; ma soprattutto, dal 13 dicembre al 5 gennaio, durante la notte polare, è possibile vivere uno degli spettacoli più belli che la natura possa regalare: l’aurora boreale, con i suoi meravigliosi colori.

Claudia Assanti

Condividi: