SANTORINI E IL MEDITERRANEO: VIAGGIO NELLA TERRA DEL MITO

659
0
Condividi:

Thera e Imerovigli

Thera - Santorini e il Mediterraneo (Ph. by Valentina Contavalle)

Thera – Santorini e il Mediterraneo (Ph. by Valentina Contavalle)

Salite fin su a Thera con la funivia, il viaggio è davvero economico e veloce. Risalendo su per l’impressionante costone, ci si rende ben conto di quanto le leggende siano fortemente suggestionate da un paesaggio all’apparenza tanto ostile. Santorini è un teatro naturale, una sorta di palcoscenico vertiginoso di rupi scoscese e di case a strapiombo affacciate sul golfo. Deve la sua caratteristica forma a mezzaluna proprio all’implosione del cratere vulcanico su cui giace. Per secoli cataclismi, eruzioni, terremoti, hanno caratterizzato la vita dell’isola, donandole un incredibile fascino, grazie alle leggende scaturite da tali eventi.

In pochi minuti si arriva alla cima, in quella cittadina così viva fin dalle prime ore del mattino, bianca e abbarbicata sulla caldera. È difficile non fermarsi in uno dei tanti punti di ristoro, magari a gustare un buon caffè; gli odori dei dolci tra le vetrinette e di bevande calde sono davvero invitanti. Ma per il momento lasciatevi la bianca cittadina alle spalle e incamminatevi lungo la strada lastricata.

Santorini e il Mediterraneo (Ph. by Valentina Contavalle)

Santorini e il Mediterraneo (Ph. by Valentina Contavalle)

Sembra quasi di poter volare sopra la caldera; il paesaggio è incantevole e lo diventa sempre di più ad ogni passo, accarezzato dalla brezza marina.

La strada che costeggia lo strapiombo conduce al borgo di Imerovigli, il cui nome ricorda una favola. In effetti le storie dei suoi abitanti sono in ogni luogo, tra gli sguardi dei pochi isolani che costeggiano la via, curiosi benché abituati alla presenza costante di turisti. Ma rimangono lì, immersi nelle loro attività quotidiane: all’apparenza noncuranti, in realtà attenti a ciò che accade, alla loro quiete che viene interrotta. Da sempre i visitatori hanno restituito il ritratto di un’isola povera e laboriosa, dove l’ozio era bandito; tutti lavoravano fin da bambini, e le donne faticavano di più degli uomini.

Pages: 1 | 2 | 3 | 4 |... 5 |... 6 ... | Single Page

Condividi: