RICCARDO FERRAGAMO CI RACCONTA FIRENZE

7558
0
Condividi:

Riccardo Ferragamo, ci parla di se stesso e della sua Firenze in questa intervista in esclusiva 

I viali di cipressi in questa zona non mancano di certo, ma pochi sono grandiosi come quello di Villa Le Rose, all’Impruneta. Riccardo ci accoglie in piedi davanti all’ingresso con la sua faccia solare coperta da un bel sorriso. Accanto a lui, immancabile, Beethoven, il bellissimo Labrador della famiglia Ferragamo, che si rivelerà essere il vero protagonista dell’intervista. Passati i convenevoli, iniziamo un giro della casa e del giardino in cerca dello spot perfetto per lo shooting e per il video.

Neanche a dirlo, il proverbiale detto “c’è l’imbarazzo della scelta” trova qua la sua massima espressione. Difficile da trasmettere a parole la sensazione di serenità che regala questo luogo, come se l’essere in piedi, intatto, da oltre 500 anni avesse regalato alla villa una sorta di pace eterea, dove il tempo scorre più lentamente che altrove. Tutt’intorno la campagna del Chianti che ti assorda col grido della sua bellezza, ed in fondo, lontano, Firenze, la bella. Dopo tanto girare tra le piante di bosso che disegnano forme antiche in tutto il giardino, troviamo il punto perfetto in cui fermarci ed iniziare le domande.

Riccardo, figlio di Leonardo Ferragamo, col suo leggero accento fiorentino ci parla di se stesso, della sua Firenze, del suo presente e dei suoi prossimi progetti. Dopo aver studiato per qualche anno a Miami, ha deciso di trascorrere un anno a Firenze dove studia Business e dove mette in pratica gli insegnamenti universitari aiutando il padre nella gestione dell’immobiliare di famiglia. Non esclude di tornare all’estero per qualche anno visto che lo stare fuori casa, lontano dalle solite comodità, ti aiuta a crescere come persona” ma il suo futuro lo vede in Italia “perché se uno va fuori è per imparare qualcosa da portare al servizio del nostro paese, che ora più che mai va aiutato rimboccandosi le maniche da qua”.

Nonostante sia ancora molto giovane, Riccardo ha già tante idee chiare.

Porta ai piedi delle bellissime scarpe collezione Ferragamo p/e 2015 che riprendono i disegni degli anni ’50 del nonno Salvatore e crede che “per andare avanti, bisogna necessariamente guardare indietro, per comprendere cosa c’è stato di buono da seguire e cosa si è sbagliato e quindi da cambiare”. Riccardo è innamorato di Firenze, che in una parola descrive come “affettuosa, perché tutta quella bellezza” – dice – “riscalda per forza i cuori di chi la guarda”.

Leggi la guida di Firenze con tutti gli indirizzi di Riccardo Ferragamo.

Pages: 1 | 2 | 3 | 4 |... 5 |... 6 |... 7 ... | Single Page

Condividi: