“MEDITERRANEO”: IN VIAGGIO NELLA TERRA DEL MITO CON UN REPORTAGE SULLA GRECIA

490
0
Condividi:

“Grecia, terra di vicende degli antichi padri, e grandi imprese degli eroi di un tempo. Vedrai montagne e sorgenti, pascoli e pianure, dove le ninfe discendono a frotte e capre che vagano ovunque tra rocce aride. E poi vedrai posti sui quali incombono promontori con le scogliere a picco. Conoscerai città e mari.”

“Mediterraneo”: in viaggio nella terra del mito con un reportage sulla Grecia. (Video by Valentina Contavalle)

Così, già nel lontano 1420, l’umanista Cristoforo Buondelmonti presentava quella terra.

Vai a spiegare la Grecia a chi non c’è mai stato. Arte, colori, sapori, bellezze. Mare e tradizione, semplicità nei gesti, sorrisi genuini. Una terra che non può far altro che rapire ed affascinare chi la visita.

Una cosa è certa. La Grecia è stata terra di miti e storie, un arcipelago immaginario, la casa degli Dei. In essa riecheggia un’anima remota, ma ancora viva e visibile.

Eppure ne esiste un’altra, così poco esplorata, da apparire segreta. Una Grecia insolita inconsueta, lontano dagli itinerari di massa e dove pochi arrivano.

SANTORINI

Reportage sulla Grecia - Santorini (Ph. by Valentina Contavalle)

Reportage sulla Grecia – Santorini (Ph. by Valentina Contavalle)

Ci dirigeremo a sud ed arriveremo a Santorini. La chiamano l’“isola dei vampiri”, l’antica città di Atlantide, il diamante dell’Egeo. Sia come sia, già dal nostro arrivo dal mare, prima di approdare al porticciolo, potremo notarla in tutto il suo splendore: gli agglomerati di case percorrono tutta l’antica caldera con il loro candore, spezzato dal tipico colore blu dell’architettura mediterranea.

Assisteremo ad un quadro muto, di una bellezza immutabile, interrotto poi dall’allegro vociare dei suoi cittadini una volta sbarcati al piccolo molo. Saliremo alla cittadina di Thera, la città principale, cammineremo lungo la strada che costeggia la caldera, arriveremo fino alla cittadina di Imerovigli, da cui godere di panorami mozzafiato.

Reportage sulla Grecia - Liutaio (Ph. by Valentina Contavalle)

Reportage sulla Grecia – Liutaio (Ph. by Valentina Contavalle)

E se qualcuno vi inviterà ad entrare nel proprio cortiletto di casa, non stupitevi: stringere una mano o godere dei sorrisi degli anziani che abitano ancora l’isola sarà un momento davvero toccante. Una contrapposizione tra quello che fu e l’incredibile modernità del luogo, ad oggi una delle mete turistiche per eccellenza, con spiagge candide, calette dall’acqua cristallina e meravigliose terrazze da cui gustare un caffè alla luce del tramonto. Un piccolo Presepe del Mar Egeo.

E se di passeggiare saremo un po’ stanchi, accarezzare un asinello, tipica attrazione dell’isola, sarà un’altra delle più belle esperienze che offre Santorini. Allontanandoci dall’isola, persi nel rumore delle onde, guarderemo estasiati la cittadina di Oia e i suoi famosi mulini a vento, che sembrano colorarsi di rosa alla luce del tramonto.

CORFÙ

Reportage sulla Grecia - Shopping a Corfù (Ph. by Valentina Contavalle)

Reportage sulla Grecia – Shopping a Corfù (Ph. by Valentina Contavalle)

E perché non fermarsi sull’isola di Corfù? La sua semplicità, la sua genuinità non potranno che farvi innamorare. Ogni sorriso, ogni gesto: tutto sa di bellezza. Camminare tra le sue viuzze, tra i vivaci colori dei panni stesi al sole, sarà un’esperienza particolarmente suggestiva. Girovagando tra il dedalo di vie nel piccolo centro non mancherà occasione di fermarsi per fare dello shopping.

Esploreremo poi Olympia ed il piccolo villaggio di Katakolon. Ci immergeremo nella storia, tra rovine e templi; osserveremo diversi particolari, seduti all’ombra di una colonna o sdraiati al sole sugli spalti dell’antico stadio, immaginando le gesta di antichi e possenti atleti.

E quando l’ora di pranzo s’avvicina, fermarsi per uno spuntino presso uno delle tante piccole aziende agricole incastonate tra quelle montagne sarà una gioia per gli occhi e per il palato. Un profumo di pane appena sfornato si diffonde nell’aria e accompagnarlo ad un po’ d’olio d’oliva e ad un buon bicchiere di vino locale rende il tutto piacevole. Passeggiare tra gli orti e i frutteti, respirare aria buona, magari alla vista del famigerato monte Olimpo in lontananza, renderà l’attesa di un pranzo a base di prodotti locali meno pesante.

Reportage sulla Grecia - Musicista (Ph. by Valentina Contavalle)

Reportage sulla Grecia – Musicista (Ph. by Valentina Contavalle)

E non mancherà il momento del ballo: il sirtaki – il ballo divenuto tradizionale e che contraddistingue questa terra anche grazie al film del 1964 Zorba il Greco – con la sua popolarissima nenia sarà una piacevole compagnia lungo tutto il nostro viaggio. Non sarà difficile che gli stessi proprietari dell’azienda vi invitino ad una danza, tra risate e mani che battono a suon di musica.

ATENE

Reportage sulla Grecia - L'Acropoli di Atene (Ph. by Valentina Contavalle)

Reportage sulla Grecia – L’Acropoli di Atene (Ph. by Valentina Contavalle)

Il nostro viaggio si concluderà verso la frenetica metropoli di Atene, la capitale. Ci “arrampicheremo” per accaparrarci il miglior scenario dell’Acropoli: ovunque lì si respira un’aria di antiche storie, e sembra quasi di poter ancora vedere i sacerdoti tra le colonne del Partenone.

Perdersi tra le vie della Plaka, gustando un delizioso Kebab o un Souvlak – magari con sopra un po’ di Tzaziki – in uno dei tanti piccoli punti di ristoro della città e a prezzi decisamente modici, sarà un’ottima occasione per vivere appieno la città ed i suoi abitanti. I profumi dei Gyros disseminati in ogni angolo della città, i canti ed i suoni degli strumenti dei tanti artisti di strada non potranno far altro che rapire la nostra attenzione.

Reportage sulla Grecia - Gyros (Ph. by Valentina Contavalle)

Reportage sulla Grecia – Gyros (Ph. by Valentina Contavalle)

E anche ad Atene, l’attenzione per la vivacità della città verrà interrotta da graziosi angoli in cui, ancora una volta, fanno capolino la storia e l’arte Greca: potremo gustare un caffè o uno yogurt, specialità del luogo, magari seduti sotto un’antica porta di un tempio.

Siamo dunque pronti a partire? Da gennaio 2019 esploreremo insieme questi luoghi e le sue curiosità.

Perché il mondo è ancora così bello, bisogna solo prendere una valigia ed andare. Per questa volta, con un bicchierino di Ouzo in mano. E chissà che non ci scappi un “OPA!” quando meno ce lo aspettiamo!

Vorrà dire che siamo diventati un po’ greci anche noi.

Pages: | Multi-Page

Condividi: