VINO FUORI DAGLI SCHEMI: LE REGIONI VINICOLE CHE NON CONOSCETE

3360
0
Condividi:

Alla scoperta di un trend in continuo aumento che, solamente nel 2015, è cresciuto del 25%: l’enoturismo sta facendo impazzire sempre più viaggiatori. Per questo motivo, ultimamente, le sue mete sono cambiate. Dal ben noto Portogallo alla splendida Croazia, passando per le verdi colline dell’Austria fino alle assolate terre della California, e molto altro ancora. Ecco quali sono le 10 regioni vinicole meno conosciute del mondo e perché visitarle subito.

Georgia del Nord

Fra le regioni vinicole meno note, Georgia è un paese davvero tutto da scoprire. Secondo recenti studi ospita 524 varietà di uve regolarmente catalogate, le quali producono eccellenti vini sia rossi che bianchi. In particolar modo viene citato il Khvanchkara, vino semi-dolce realizzato e prodotto con uve della regione di Racha-Lechkumi. Nel tempo sembra che sia stato proprio questo il vino preferito di Stalin.

Per quanto riguarda i bianchi, invece, ben noti sono il Pirosmani, famoso per essere un chiaro omaggio all’omonimo pittore georgiano; il Mtsvani e il Rkatsiteli, fatti entrambi con le medesime uve da cui prendono il nome. Decisamente un motivo in più per partire alla scoperta di questa meravigliosa regione, poco conosciuta per le sue doti vinicole.

GEORGIA DEL NORD - Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

GEORGIA DEL NORD – Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

Valle della Gerìa, Lanzarote

Lanzarote è sicuramente una delle regioni vinicole meno conosciute del mondo. Il motivo è presto detto. Quando si pensa a dei vitigni si immaginano su delle verdi colline, alti e rigogliosi. Nella brulla valle della Gerìa si nasconde invece la produzione del Malvasia, il vino tipico di Lanzarote. I suoi vitigni hanno delle particolarità davvero uniche: sono alti poco più di 30 centimetri e neri, come la notte. Le viti vengono posizionate sotto uno strato di lava vulcanica e in seguito circondate da un muro di pietre laviche. Il forte vento che spadroneggia sull’isola di Lanzarote, infatti, avrebbe un impatto troppo pericoloso sui vitigni, che in questo modo vengono protetti.

VALLE DELLA GERIA, LANZAROTE - Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

VALLE DELLA GERIA, LANZAROTE – Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

Algarve, Portogallo

In Europa si aggiudica il primato per essere la regione più assolata di tutte. Per l’Algarve la media è infatti di circa 3mila ore di sole all’anno. Situata a sud del Portogallo, in totale l’Algarve vanta un’area di coltivazione di 2.200 ettari. Il clima mediterraneo e le molte ore di sole permettono a questa regione di produrre tranquillamente sia vini rossi che bianchi.

Per quanto riguarda i vini bianchi, molto noti sono il Mantedo, il Siria, il Fina e l’Arinto. Tutti ottimi perché particolarmente robusti e forti. I vini rossi dell’Algarve, invece, sono perfetti per essere serviti in tavola; tra questi: Castelo, Syrah e Negra Mole.

ALGARVE, PORTOGALLO - Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

ALGARVE, PORTOGALLO – Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

Stiria del Sud, Austria

Per i veri intenditori, parlare del cosiddetto Südsteiermark è cosa piuttosto ovvia. La verità è che l’Austria, e in particolar modo il Sud della Stiria, sono davvero molto note fra gli amatori del vino, ma non al grande pubblico.

La qualità dei vini di questa regione è davvero pregiata, quasi quanto la sua varietà. Sono difatti diversi i vigneti qui presenti. Tra quelli più importanti c’è sicuramente il Sauvignon Bianco, ma vanno citati anche un pregiato moscato come il Muskateller e uno Chardonnay quale il Morillon. Terreno scosceso e vitigni piuttosto ripidi, il tutto prodotto su colline verdissime. Sarà anche per questo motivo che questa regione è chiamata la Toscana d’Austria.

STIRIA DEL SUD, AUSTRIA - Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

STIRIA DEL SUD, AUSTRIA – Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

Istria, Croazia

Esiste da molto tempo una regione della Croazia che, sopra ad ogni altra, è riuscita a distinguersi per la produzione di vino. Si tratta dell’Istria, luogo croato noto ai veri intenditori per essere la culla di interessanti vigneti. Tra questi, impossibile non nominare il Teran e la Malvasia istriana. Messi insieme, queste due notevoli varietà danno vita a grandi prodotti. Si passa, ad esempio, dalla produzione del classico Bordeaux ad alcuni vini invecchiati in barrique di acacia, incontrando anche interessanti vini frizzanti, fino a vini altrettanto particolari prodotti all’interno di grandi anfore. Affacciata sul Mare Adriatico e ad un passo dalle nostre coste, la Croazia è dunque una delle regioni vinicole da visitare almeno una volta nella vita.

ISTRIA, CROAZIA - Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

ISTRIA, CROAZIA – Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

Rheinhessen, Germania

Per estensione geografica questa è praticamente la regione viticola più grande della Germania. In Italia è più nota con il nome di Renania ed è situata nella parte occidentale del paese, a sud della città di Mainz. Insieme alle altre regioni tedesche quali Mosel, Pfalz e Baden costituisce il nucleo principale da cui nascono i vini bianchi di altissima qualità che tutti noi siamo soliti degustare sulle nostre tavole. In particolar modo parliamo dei ben noti Riesling e Muller-Thurgau. Basti considerare che il 70% della Renania è dedicata alla sola produzione di questi bianchi, con quasi 3mila cantine.

RENANIA, GERMANIA - Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

RENANIA, GERMANIA – Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

Penisola di Mornington, Australia

È uno dei continenti più interessanti e misteriosi al tempo stesso. Per quanto riguarda la produzione di vini, l’Australia sarà forse meno nota di Francia e Italia, ma i suoi prodotti rimangono eccellenti e di grande qualità. Primo fra tutti il vino rosso.

I vigneti della penisola di Mornington, situata a sud di Melbourne, sono in grado di produrre, infatti, un ottimo Chardonnay e Pinot Nero. Quest’ultimo ha come caratteristica primaria quella di essere considerato uno dei vini più ostici da produrre. La sua difficoltà nel trovare un clima che ne esalti il sapore è ben nota cosa. Nella penisola di Mornington, però, sembra aver trovato il suo habitat naturale. Complice il fatto che i vigneti australiani sono circondati dall’oceano e da un clima marittimo che permette una produzione di vini davvero notevole.

PENISOLA DI MORNINGTON, AUSTRALIA - Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

PENISOLA DI MORNINGTON, AUSTRALIA – Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

Valle del Elqui, Cile

Questa valle è nota alla maggior parte dei viaggiatori per essere un luogo misterioso, collegato a numerosi avvistamenti alieni proprio in questa parte del Cile. Quello che sappiamo essere certo è che nella Valle del Elqui il clima per lo più secco è stato in grado di dar vita a uno dei migliori Syrah in circolazione di tutto l’emisfero australe. La Valle si trova fra le Ande e l’Oceano Pacifico, a una distanza di quasi 500 chilometri dalla capitale di Santiago del Cile. Il cielo è quasi sempre molto limpido, il che ha permesso negli anni di produrre anche il Pisco, famosa acquavite locale.

VALLE DEL ELQUI, CILE - Le regioni vinicole meno conosciute del mond

VALLE DEL ELQUI, CILE – Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

Colares, Portogallo

Fascino e mistero: questa zona del Portogallo è, forse, quella che più intriga dal punto di vista enologico. La storia dei vigneti di Colares è molto antica e risale al diciannovesimo secolo, quando un parassita, chiamato Filossera, si diffuse in tutta Europa causando la fine di numerose produzioni di ottimi vini. Tra tutti, l’unico che riuscì a resistere fu proprio il vino di Colares. Ancora oggi questo vino è prodotto nelle rigogliose terre del Portogallo proprio come una volta, da vitigni coltivati vicino alla spiaggia. Mai innestato ma sempre prodotto naturalmente e senza altri mezzi artificiali.

Il vino di Colares oggi è una rarità proprio perché sono pochi i produttori ancora in grado di mantenerne viva la tradizione. Ed ecco perché, per chi ama il vino, il Portogallo è una delle mete da visitare al più presto possibile.

COLARES, PORTOGALLO - Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

COLARES, PORTOGALLO – Le regioni vinicole meno conosciute del mondo

Condividi: