QUAL È IL PASSAPORTO MIGLIORE DEL MONDO?

1897
0
Condividi:

160 i paesi visitabili senza visto. Da 5 anni consecutivi il Passaporto della Germania detiene il titolo di passaporto migliore del mondo. Ma anche l’Italia non se la cava male. E anche se non sale sul podio, porta a casa un quarto posto, con 157 paesi.

Qual è il passaporto migliore del mondo?

Qual è il passaporto migliore del mondo?

È la Passport Index (www.passportindex.org) a stilare l’annuale classifica dei passaporti migliori del mondo. La discriminante? Il numero di paesi visitabili senza bisogno di richiedere il visto. O ottenendolo in maniera semplice e veloce e una volta arrivati. Ed erano in pochi a dubitare che la Germania, dopo cinque anni di primo posto, non fosse la vincitrice anche quest’anno: con 160 paesi visitabili senza bisogno di visto. Segue la Svezia, a quota 159. È il visto per la Mongolia a trascinare il paese scandinavo in seconda posizione.

LE ALTRE POSIZIONI

Danimarca, Finlandia, Francia, Spagna e Norvegia al terzo posto. A pari merito con Singapore che scala quest’anno le classifiche. Superando qualsiasi altra nazione asiatica. Da questi paesi si può viaggiare in 158 nazioni senza intraprendere procedure per il visto. Stessa posizione per il Regno Unito, che, nonostante il Brexit, tiene alta la potenza dei propri passaporti.

Qual è il passaporto migliore del mondo?

Qual è il passaporto migliore del mondo?

E l’Italia segue quarta. Insieme alla Svizzera, all’Olanda, al Belgio, al Lussemburgo, all’Austria, al Portogallo, alla Corea del Sud e, declassati quest’anno, agli Usa. Ma quello che porta l’Italia nella seconda fascia dei paesi Europei è la necessità di richiedere il visto per l’India. Mentre alla maggior parte dei cittadini UE basta un eTV (e Turist Visa). Da ottenere semplicemente compilando un form online: considerato dal Passport Index come non-visto. Che la storia dei marò c’entri qualcosa?

PASSAPORTO MIGLIORE DEL MONDO

All’estremo opposto della classifica stanno invece quei paesi devastati da guerre, povertà e instabilità sociale. Ai cui cittadini il visto è richiesto per andare praticamente ovunque. Dall’Afghanistan, ultimo in classifica, si va senza visto solo in 24 paesi. E stessa sorte per Pakistan (27 paesi), Iraq (28), Siria (31) e Somalia (33).

Condividi: