A PARIGI TESTATO IL SEA BUBBLE, IL TAXI CHE VOLA SULL’ACQUA

2118
0
Condividi:

La prima impressione è di entrare in una navicella spaziale aperta, capace di trasportare quattro passeggeri, oltre al pilota, e di volare non nello spazio, ma sull’acqua. È il Sea Bubble, il primo taxi elettrico fluviale, testato per la prima volta il 14 giugno scorso a Parigi, sulla Senna, per la presentazione del veicolo a Viva Tech, il Salone dell’Innovazione svoltosi vicino Versailles.

È dotato di due motori elettrici, a zero impatto ambientale. Secondo i suoi inventori, il velista francese Alain Thébault e il surfista svedese Anders Bringdal, il Sea Bubble rappresenta il futuro del trasporto nelle città congestionate dal traffico, come appunto Parigi.

Il primo prototipo del Sea Bubble, il taxi sul fiume, è stato presentato lo scorso dicembre. Subito ha incontrato l’interesse del Governo francese, che ha investito 500mila euro; il tutto in partnership con aziende come Google, Tesla e Uber.

Il Sea Bubble testato a Parigi

Il Sea Bubble testato a Parigi

SEA BUBBLE TAXI FIUME

Cinque i primi Sea Bubble realizzati. Sotto ogni veicolo ci sono delle ali che sollevano il taxi dall’acqua, dando la sensazione di ‘volare’, riducendo la resistenza durante il trasporto e permettendo al Bubble, durante la sosta, di galleggiare 70 centimetri al di sopra della superficie del fiume.

Dopo il primo test positivo, il Governo francese sarebbe pronto a un secondo investimento ben più importante per la produzione di addirittura di 5mila esemplari. Cresce nel frattempo l’attenzione del mondo, considerando anche i vantaggi del Sea Bubble. Alcuni esempi: biglietti a prezzi accessibili, rispetto per l’ambiente e velocità assicurata nel trasporto. Ben 100 investitori si sarebbero detti pronti ad acquistare il proprio veicolo personale; e mentre Londra e Svizzera hanno manifestato il proprio interesse, altri 1.500 esemplari potrebbero essere prodotti e venduti per il mercato americano.

Rendering del Sea Bubble

Rendering del Sea Bubble

SEA BUBBLE TAXI FIUME

Intanto, mentre Thébault e Bringdal si godono il successo, pensano al secondo evento. Sarà il primo test con il pubblico, previsto tra il 20 e il 30 settembre. E allora, se vi trovaste a Parigi per fine settembre, non perdete l’occasione di incontrare il futuro; passeggiando sulla Senna, potrete salire per primi a bordo del ‘taxi fluviale’. Chissà che presto non potremmo vederlo anche solcare le acque del Tamigi a Londra o del Tevere a Roma.

Condividi: