PARIGI MODA UOMO 2016: I TREND DA SEGUIRE

6385
0
Condividi:

Dal 20 al 24 Gennaio si è svolta Parigi Moda Uomo 2016. Le grandi maison francesi hanno presentato le collezioni per il prossimo autunno/inverno 2016/2017, tra standing ovation e aspre critiche. Se Roma è Caput Mundi in fatto di cultura, Parigi lo è certamente in fatto di moda, perciò non bisogna stupirsi se gli stili e le novità appena viste in passerella diventeranno subito dei must della prossima stagione invernale. Vediamo insieme quali sono i trend dominati di Parigi Moda Uomo per il prossimo inverno e quali sono stati gli stilisti più rappresentativi della settimana.

VALENTINO

Parigi Moda Uomo 2016, Valentino

Parigi Moda Uomo 2016, Valentino

Linee pulite, colori spenti, fantasie delicate e un generale senso di low profile. Nonostante la bruttezza del termine, la collezione uomo di Valentino si può totalmente definire elegante. Un’eleganza semplice che rimanda, non nello stile ma nel concetto, alle origini della maison. Il rigore, quasi monacale, dei capi viene interrotto da qualche fantasia etnica dei giubbini, da dettagli in pelliccia e da qualche capo meno convenzionale come i poncho che, vista la diffusione trasversale sulle passerelle, diventeranno certamente protagonisti del F/W 2016-2017.

BALMAIN

Parigi Moda Uomo 2016, Valentino

Parigi Moda Uomo 2016, Valentino

Non sono semplici le proposte di Balmain per il prossimo inverno. Capispalla militari (o circensi – il confine è labile) con bottoni dorati, si alternano a giacchette in stile torero con abbondanza di passamaneria e dettagli dorati. Oltra a questi, il velluto e i toni caldi hanno evidenziato nella collezione un forte richiamo al concetto di lusso assoluto. Oliver Rousteing, direttore creativo, ha dato ancora una volta conferma del proprio stile chiaro e inconfondibile.

THOM BROWNE

Parigi Moda Uomo 2016, Thom Browne

Parigi Moda Uomo 2016, Thom Browne

Ispirazioni ai Gentlemen Club britannici per Thom Browne. Tutto però rivisitato in maniera audace. Ogni abito ha sfilato tre volte in passerella: una prima volta a brandelli, una seconda leggermente logorato ed un ultima volta intatto. Le suggestioni della collezione sono legate ad uno stile passato che si reinterpreta in maniera originale.

GIVENCHY

Parigi Moda Uomo 2016, Givenchy

Parigi Moda Uomo 2016, Givenchy

L’underground continua ad imperare da Givenchy, sotto la direzione artistica di Riccardo Tisci. La collezione, ispirata al bizzarro tema ‘fan della musica heavy metal africana’, propone completi con stampe animali, giacche indi-rocker con borchie e completi dai tagli poco convenzionali. Dettagli ricercati come la pelliccia completano capi da ‘strada’ come bomber e semplici giacchette. Cappotti con le frange (visti svariate volte a Parigi Moda Uomo) s’impongono come trend definitivo per il prossimo inverno.

COME DE GARCONS

Parigi Moda Uomo 2016, Comme de Garcons

Parigi Moda Uomo 2016, Comme de Garcons

Le spalle larghe sono un motivo ricorrente di Parigi Moda Uomo. Quelle dei cappotti di Commes de Garcons, rinforzate, s’ispirano alle armature di un tempo. I fiori, vero must della prossima stagione, visto, rivisto e stravisto sulle passerelle da Londra, a Milano, a Parigi, sono da Comes des Garcons i veri protagonisti della collezione, passando dalle stampe degli abiti alle coroncine sulla testa dei modelli.

MAISON MARGIELA 

Parigi Moda Uomo 2016, Maison Margiela

Parigi Moda Uomo 2016, Maison Margiela

Maison Margiela conferma e benedice un trend che già da un po’ affolla le passerelle: la manica iper-lunga. Le maniche di pullover, cappotti e giacche coprono, parzialmente o totalmente, le mani dei modelli in sfilata, mentre si accorciano i pantaloni, arrivando a malapena alla caviglia. I pantaloni da biker, visti in molte sfilate, ricorrono in molti degli outfit di Margiela. Tutti particolari in pieno accordo con lo stile anticonvenzionale e decostruito della maison.

CERRUTI

Parigi Moda Uomo 2016, Cerruti

Parigi Moda Uomo 2016, Cerruti

Jason Basmajian, nuovo direttore del marchio, ha presentato una collezione che considera ed esalta le origini sartoriali di Cerruti. Una collezione sobria nei colori, con materiali di altissima qualità dove le uniche deviazioni dalla classicità più pura si scorgono nelle forme degli abiti, lievemente rivisitate rispetto a quelle canoniche. Un uomo mascolino, classico e totally italian quello di Cerruti.

LANVIN

Il designer olandese Lucas Ossendrijver, in carico della direzione artistica dell’uomo Lanvin, conferma l’indirizzo del marchio verso uno stile morbido e pulito, con chiari richiami nelle forme agli anni 80. L’abituale minimalismo cromatico dell’uomo Lanvin viene però rotto stavolta dai toni accesi degli accessori e di alcuni capi: scarpe verdi o arancioni, pantaloni rosso vivo, e cinture vistose. Altro punto di rottura sono i larghi pantaloni in stile Oxford-Bags, che data la ricorrenza su molte delle passerelle, diventeranno sicuramente un must della prossima stagione.

HERMES

Parigi Moda Uomo 2016, Hermes

Parigi Moda Uomo 2016, Hermes

Contemporaneo classicismo quello della moda uomo Hermes. La collezione, disegnata dalla stilista Veronique Nichanian, soprannominata la sacerdotessa del menswear Hermes, non vuole creare rottura rispetto al passato ma seguire un percorso in linea con lo stile della maison. I capi si caratterizzano principalmente per la loro perfezione formale. La collezione parte da alcuni primi look pieni di colore (rosa, al crema, turchese) per poi svilupparsi in maniera più monocromatica. Protagonisti della sfilata: giacche da sera, maxi-sciarpe e giubbini dal taglio classico.

PAUL SMITH

Parigi Moda Uomo 2016, Paul Smith

Parigi Moda Uomo 2016, Paul Smith

Senza dubbio la collezione più sgargiante di Parigi Moda Uomo. Completi in stile anni ’50, con spalle over-size, sono vivacizzati da una palette cromatica molto stravagante (vermiglio, blu elettrico, arancione, verdone). Il designer britannico non smentisce le proprie origini ed i propri gusti. Vistosi cappotti bicolore sfilano in tutta la loro audacia, assieme agli onnipresenti morbidi pantaloni baggy, veri protagonisti di questa settimana.

KENZO

Parigi Moda Uomo 2016, Kenzo

Parigi Moda Uomo 2016, Kenzo

Kenzo punta sulle vendite. Dopo il successo planetario delle felpe, gli stilisti Lim e Leon, a capo della direzione creativa della maison d’origine giapponese, hanno deciso di portare in passerella una collezione che alla portabilità sacrificasse l’innovazione stilistica (commento di Angelo Flaccavento su Business of Fashion). Appaiono così motivi geometrici, richiami anni ’70, e ispirazioni pop: tutto rimanda ad un pubblico giovane e casual che è il vero interlocutore di questa collezione di Kenzo. Anche se di certo non farà storia, medaglia d’oro alla portabilità.

di Federico Sigali

foto di Vogue.com

Condividi: