LADY NATASHA RUFUS ISAACS CI REGALA LA SUA GUIDA DI LONDRA

7148
0
Condividi:

Lady Natasha Rufus Isaacs e la sua socia Lavinia Brennan hanno fondato nel 2010 il marchio di moda BEULAH LONDON (www.beulahlondon.com) per aiutare la lotta contro la schiavitù sessuale in India. Abbiamo incontrato  Lady Natasha Rufus Isaacs che ci ha spiegato l’intero progetto e ci ha regalato una guida di Londra con tutti i suoi indirizzi preferiti in città.

Natasha Rufus Isaacs e Lavinia Brennan

Natasha Rufus Isaacs e Lavinia Brennan

Com’è che è iniziata l’avventura di Beulah London?

Tutto è iniziato nel 2010, dopo un’esperienza che Lavinia ed io abbiamo avuto a Delhi, in India. Avevamo sentito che uno dei più gravi problemi sociali dell’India è quello della tratta di donne che sono vendute come schiave sessuali. Ci siamo allora interessate all’argomento e a cosa avremmo potuto fare per dare il nostro piccolo aiuto. Abbiamo così trascorso alcuni mesi in un centro di recupero per donne e ragazze salvate dalla schiavitù, insegnando loro a cucire.

Una volta tornate in Inghilterra abbiamo venduto le cose che queste donne avevano realizzato mandando loro tutto il ricavato. È così che ci è venuta l’idea di farne un vero e proprio lavoro, creando il nostro marchio nel 2011. Nessuna delle due aveva un’esperienza nel campo della moda e solo ora, guardando indietro, mi accorgo che all’epoca siamo state due vere incoscienti, anche se poi tutto è andato per il meglio.

E la passione per la moda?

Entrambe amavamo la moda. Io rubavo continuamente gli abiti di mia madre mentre Lavinia addirittura se li cuciva da sola. Quindi il tutto si è sviluppato molto naturalmente. Avevamo poi gusti molto simili e idee chiare: volevamo creare abiti eleganti in seta. In questo siamo state molto ispirate dai colori vivi dell’india e dai loro tessuti. Appena tornate in Inghilterra abbiamo subito iniziato a disegnare e abbiamo realizzato tutto il campionario nella cantina della madre di Lavinia. Sempre a casa di Lavinia abbiamo iniziato a venderli. Poi il business si è sempre più ingrandito fino ad arrivare al nostro primo negozio.

Quanto è l’importanza di Londra all’interno delle vostre collezioni? Come questa città riesce a ispirarvi?

Solitamente creiamo qua le collezioni. Ed essendo un marchio inglese anche la produzione è tutta realizzata in Inghilterra (mentre i prodotti i cui ricavi vanno in beneficenza sono prodotti in India- ndr). Facciamo molta ricerca nei musei e ci guardiamo parecchio intorno. L’impronta del marchio è assolutamente britannica in tutto e per tutto. Una cosa che ci ispira molto sono le donne che vediamo ad Ascot, alle corse o ai matrimoni, perché è per loro che disegniamo e dunque dobbiamo renderci conto di quello che vogliono. Direi più in generale che siamo ispirate dall’eleganza inglese in senso lato.

La collezione di Beulah London

La collezione di Beulah London

Quindi più dalla social life di Londra che dalla città in se per se?

Diciamo da entrambe le cose. Molti dei nostri clienti vanno a questi eventi e per questa ragione dobbiamo necessariamente tenerli d’occhio. Ma anche la città in se ci da grande ispirazione. Poi entrambe abitiamo a Londra e chiunque trae la più grande ispirazione da ciò che lo circonda.

Tornando ai vostri progetti umanitari. Con quali organizzazioni collaborate?

Lavoriamo con un’organizzazione che si chiama Freeset, che da un aiuto incredibile alle donne ex-vittima di schiavitù. Freeset ha una struttura a Calcutta che impiega circa 200 donne. Danno loro un piccolo conto in banca, l’assicurazione sanitaria e la possibilità di crearsi una nuova vita lontana da ogni tipo di abuso. Siamo state da loro e abbiamo capito quanto aiuto diano a queste donne.

L’associazione gestisce una vera e propria fabbrica, dunque ciò aiuta molto il nostro lavoro visto che non dobbiamo continuamente andare a controllare la produzione. Questo non p l’unico ma è il maggiore dei progetti benefici che sosteniamo. Negli ultimi anni hanno salvato dalla strada oltre cinquanta donne. Da questo si capisce il potere dell’occupazione. Un marchio, producendo da loro, non investe solo nel lavoro, ma anche nel futuro di queste donne.

I prodotti di Beulah London i cui ricavi sono devoluti in beneficenza, acquistabili su www.beulahlondon.com

I prodotti di Beulah London i cui ricavi sono devoluti in beneficenza, acquistabili su www.beulahlondon.com

Voi avete vestito molte donne importanti e famose, tra le quali spicca Kate Middleton, o Duchessa di Cambridge. Quale è stata la donna che vi ha dato più soddisfazione vestire?

È bello per noi vedere le nostre creazioni su donne famose, anche se la stessa soddisfazione ce la da vederli su ogni nostra cliente. A noi piace vestire qualunque donna apprezzi le nostre collezioni. Una delle persone che abbiamo adorato è stata Emma Watson. Ammiriamo tutto ciò che fa. È una donna forte ma estremamente dolce, molto femminile e buona. È ambasciatrice delle Nazioni Unite per molte cause importanti riguardanti i diritti delle donne. Una persona bella sia dentro che fuori.

Parliamo di Londra e dei suoi stili. La città da sempre vede contrapposte due correnti: l’eleganza britannica senza tempo si contrappone alle mode pionieristiche e rivoluzionarie che spesso a Londra prendono forma – vedi la Westwood. Come riescono, secondo te, a convivere queste due facce della stessa medaglia?

Londra è famosa per il suo stile sartoriale e senza tempo. Anche se lo stile classico della donna inglese è forse un po’ mascolino. E ciò è esattamente l’opposto di quello che noi disegnamo, dando vita ad una donna molto femminile e con una silhouette sensuale. Quello che amo negli stili di Londra è proprio il fatto che ci siano questi trend così opposti che convivono insieme.

Noi abbiamo optato per qualcosa di molto femminile e soprattutto senza tempo. Infatti nella mia idea è molto meglio investire in qualcosa di durevole, di buona qualità, che magari posso poi passare a mia figlia, e non in qualcosa che passerà di moda tra sei mesi. La nostra è una moda più sostenibile se vogliamo. Oggi, con le grandi catene tipo Zara è semplice essere alla moda e dare un tocco di modernità al proprio look. Il segreto è proprio mischiare brand di lusso e oggetti vintage anche a cose di Zara molto stagionali.

La settimana della moda di Londra sta arrivando. Come vedi la settimana della moda inglese oggi?

Io credo che la settimana della moda di Londra sia la celebrazione di ogni marchio inglese. L’atmosfera in città è molto vivace e briosa. Adoriamo andare alle sfilate e prenderne parte in questo senso. Penso però anche che la moda stia cambiando. Le collezioni dovrebbero stare più in linea con i tempi e le stagioni e non essere presentate sei mesi prima come accade ora. Infatti, un tempo, questo andava bene perché nel mondo della moda c’era più elitarietà e solo pochi addetti vedevano le collezioni con anticipo. Oggi invece, con i blogger, gli streaming delle sfilate e Instagram in tempo reale, la gente vuole indossare quello che vede sui media e non quello che ha visto sei mesi prima. Tutto è più veloce e anche la moda dovrebbe velocizzarsi.

Seguono i consigli che Lady Natasha Rufus Isaacs ha hato a The Italian Eye per una guida a Londra insider. Una lista di tutti i suoi indirizzi preferiti in città.

DOVE DORMIRE A LONDRA 

Berkeley Hotel (Wilton Pl, London SW1X 7RL)

“Per la magnifica Bamford Spa all’ultimo piano dell’hotel”

Berkeley Hotel, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Berkeley Hotel, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Il Berkeley si trova a Knightsbridge, a cinque minuti di passeggiata da Hyde Park e dal grande centro commerciale Harrods. Oltre al servizio attento, l’elegante arredo, il fiore all’occhiello dell’hotel è la Bamford Spa all’ultimo piano, con un vasto assortimento di trattamenti di bellezza. Il bar dell’hotel, il Blue Bar è inoltre un indirizzo molto alla moda dove prendere un tè nel pomeriggio o un cocktail alla sera. Completa il tutto Koffmann’s, il ristorante dell’hotel, insignito di due stelle Michelin. 

La Bremford Spa del Berkeley Hotel, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

La Bamford Spa del Berkeley Hotel, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Claridge’s Hotel (‪Brook Street, Mayfair, London, W1K 4HR)

“Il posto migliore a Londra per il tè delle 5, con un’incredibile varietà di tè da tutto il mondo e di deliziosa pasticceria”

Claridge's Hotel, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Claridge’s Hotel, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Il Claridge’s è un hotel elegante e alla moda nel quartiere di Mayfair, a due passi dai negozi di Oxford Street e di Bond Street. Le camere sono state da poco rinnovate e lo stile deco degli arredi crea un ambiente molto sontuoso. Il Reading Room, il ristorante dell’hotel, offre ottima cucina fusion mentre al The Fumoir, il bar dell’albergo ci si può rilassare sorseggiando ottimi cocktail.  

Claridge's Hotel, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Claridge’s Hotel, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

The Goring Hotel (Beeston Pl, London SW1W 0JW)

The Goring Hotel, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

The Goring Hotel, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Situato a poche centinaia di metri da Buckingham Palace, il The Goring è l’albergo perfetto dove stare per partire alla scoperta di Londra. Molte delle spaziose camere hanno dei balconi affacciati sul verde. Il ristorante dell’hotel è poi famoso per la sua ampia carta dei vini. L’hotel è ancora gestito dalla famiglia che nel 1910 lo ha fondato e, da allora, continua a offrire un ottimo servizio ai suoi ospiti. 

The Goring Hotel, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

The Goring Hotel, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

DOVE MANGIARE A LONDRA 

High Road House Brasserie (162-170 Chiswick High Rd, London W4 1PR)

“Adoro venire qua a cena il venerdì sera”

High Road House Brasserie, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

High Road House Brasserie, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Ambiente semplice ma accogliente alla Brasserie della High Road House, uno dei club affiliati alla catena Soho House. Al ristorante tuttavia si può accedere pur non essendo membri. Il menù è da Brasserie francese, con hamburger fatti in casa, calamari freschi, e piatti della tradizione continentale. L’arredamento è di design e la spaziosa terrazza esterna permette di godersi il bel tempo dalla prima colazione a sera inoltrata. 

The Arts Club (40 Dover St, London W1S 4NP)

“In estate il giardino è un posto meraviglioso dove passare una bella serata o dove fare un pranzo con amici”

The Arts Club, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

The Arts Club, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Al The Arts Club la cucina è fusion con piatti che vanno dalla tradizione giapponese a quella italiana. Pesce freschissimo e ottimi piatti di carne. L’ambiente è elegante, accogliente e curato, con un bellissimo giardino da godersi nella bella stagione. L’ingresso è tuttavia consentito sol ai membri del club o ai loro ospiti quindi, per andare, bisogna conoscere almeno un membro. 

DOVE COMPRARE A LONDRA 

Bionda Castana (73 Elizabeth Street, London SW1W 9PJ)

“Le scarpe più belle di Londra”

Bionda Castana, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Bionda Castana, uno dei negozi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Design italo-inglese e manifattura totalmente italiana sono le caratteristiche delle scarpe di Bionda Castana. Il marchio ha aperto lo scorso anno a Londra questo primo negozio monomarca. Le due creatrici, Natalia Barbieri and Jennifer Portman, disegnano scarpe dall’eleganza senza tempo con un tocco contemporaneo, e questo è il segreto del loro grande successo.

Club Monaco (various locations in London www.clubmonaco.com)

“Mi piace molto l’idea di lifestyle che i negozi Club Monaco trasmettono”

Club Monaco, uno dei negozi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Club Monaco, uno dei negozi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

I punti vendita di Club Monaco sembrano più case private che negozi. Hanno abiti ed accessori sia per uomo che per donna, oltre ad una piccola selezione di cose per la casa come libri e candele. Tutto caratterizzato da uno stile fresco ed elegante.

COSA VEDERE A LONDRA

Victoria and Albert Museum (Cromwell Road, SW7)

“Ci sono sempre molte mostre interessanti che cambiano di continuo”

V&A Museum, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

V&A Museum, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Il V&A, come viene solitamente chiamato il Victoria and Albert Museum, è il più importante museo di arti applicate del mondo. Istituito nel 1852 dalla regina Vittoria e dal Principe Alberto, il museo ha una collezione che attraversa e racconta l’intera storia della Gran bretagna.

Le Gallerie d’Arte a Park Walk, Chelsea.

“Pezzi d’arte bellissimi che nessuno conosce”

Una delle gallerie di Park Walk, a Chelsea

Una delle gallerie di Park Walk, a Chelsea

Park Walk è una piccola strada nel cuore di Chelsea, appena dietro Fulham Road. Arrivando proprio da Fulham si trovano subito alcune piccole gallerie come The Little Black Gallery, Jonathan Clark Fine Art, Cooper Park Walk Gallery and Cricket Fine Art. Farci un giro dentro vi farà scoprire alcuni meravigliosi tesori sconosciuti.

DOVE USCIRE A LONDRA

Loulou’s (2-5 Hertford St, W1J)

Loulou's, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Loulou’s, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Uno dei locali più esclusivi di Londra, il Loulou’s è un bar-discoteca estremamente sofisticato arredato in stile coloniale. Per entrare bisogna essere membri o essere con uno di loro, ma ciò è la norma in molti locali esclusivi di Londra. Al primo piano c’è un ristorante mentre al piano terra c’è una discoteca. Il Loulous combina la realtà dei classici club britannici ad un tocco più moderno e Glamour.

The Thomas Cubitt Bar (44 Elizabeth Street, SW1W)

“Perfetto per prendere un drink a fine giornata o per un aperitivo”

The Thomas Cubitt, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

The Thomas Cubitt, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Qua si viene per bere qualcosa seduti al bancone di legno o un uno dei tavoli dell’affollatissima, ma molto allegra, sala principale. L’atmosfera è molto caotica mentre fuori c’è un bel dehors dove si può stare se fa bel tempo. Si può anche mangiare qualcosa mentre si beve, altrimenti per un pasto più formale, si va al ristorante al piano di sopra che non delude mai. 

South Ken Club (38 Harrington Road SW7)

“Abbiamo presentato qua la nostra ultima collezione”

South Ken Club, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

South Ken Club, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

SKC è un club privato basato sulla credenza dell’importanza del rispetto del corpo e della vita sana. Il club offre una piscina, una palestra, vari tipi di trattamenti all’avanguardia, e tutto ciò che può essere di beneficio alla salute. Un bar ed un ristorante di cucina mediterranea completano poi l’offerta. Per diventare membro non bisogna, come nella maggior parte dei club essere presentati, ma basta condividere ed apprezzare i principi ed i valori del club. 

IL POSTO PREFERITO IN CITTA’

Hyde Park 

“Un posto che per me ha un grande significato e che amo molto è Hyde Park. Di solito la domenica pomeriggio mi ci perdo in lunghe passeggiate con mio marito o in estate organizziamo dei picnic con amici. Nel cuore sono una ragazza di campagna, adoro gli spazi all’aria aperta”

Hyde Park, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

Hyde Park, uno degli indirizzi della guida di Londra di Natasha Rufus Isaacs

di Federico Sigali

Condividi:

Leave a reply