ARRIVA IN SVEZIA IL MUSEO DEL FALLIMENTO

1693
0
Condividi:

Se è vero che dal passato nascono le migliori idee perché dimenticarlo? Se ne sono accorti in Svezia, in particolare a Helsingborg. Il Museo del Fallimento, ideato dal quarantenne psicologo Samuel West, è la celebrazione di tutte quelle idee che hanno fatto fiasco clamorosamente. E che proprio per questo sono entrate nella storia.

Museo del fallimento, Svezia

Museo del fallimento, Svezia

“Credo che la nostra società sottostimi il fallimento. Il fallimento è come imparare a camminare e a parlare. Ogni cosa che hai appreso prima fallendo.” Così ha parlato West alla NBC News.

Come ben si può immaginare, il ritmo più incalzante di questo bislacco museo è dato dalle innovazioni tecnologiche. Ben 51 prodotti rivelatisi flop colossali rientrano in questa categoria. Dal DivX DVD “usa e getta” al Newton di Apple del 1993, assistente digitale con un software molto basilare, precursore degli odierni iPhone e iPad. C’è il (poco) pratico Nokia N-gage; la colonia da uomo di Harley-Davidson; la Kodak Digital Camera; e il Sony Betamax. E ancora, vi ricordate del Green Heinz ketchup? Delle Pringles senza grassi e della lasagna congelata Colgate?

IL MUSEO DEL FALLIMENTO IN SVEZIA

Museo del fallimento, Svezia

Museo del fallimento, Svezia

Del tutto bizzarra la “Rejuvenique”, maschera con elettroshock, ringiovanente e tonificante, sponsorizzata da Linda Evans, star della soap opera cult statunitense ‘Dynasty’.

West crede che molto possa essere fatto per apprezzare il fallimento, e spera che il museo possa promuovere un messaggio positivo.

“I media amano venire qui per mostrare tutti gli oggetti più strani e divertenti per fare un titolo a colpi di click. Ma il messaggio sottostante non è affatto uno scherzo.”

MASCHERA MUSEO DEL FALLIMENTO

Museo del Fallimento, Svezia

Museo del Fallimento, Svezia

Per visitare la collezione del museo ci sono diverse opzioni. Ci sarà una collezione itinerante quest’anno, anche se non vi sono ancora date specifiche. Il motore di ricerca Google ha poi offerto il suo aiuto nel creare una versione virtuale del Museo.

La miglior opzione secondo l’inventore? “Volare a Copenhagen, prendere una birra, salire sul treno per Helsingborg. In questo modo potrete gustarvi il fallimento in tutta la sua gloria”.

Avete qualcosa da donare? Portatelo! “Sono sempre in cerca di novità, non devono essere per forza prodotti di consumo o di grandi brand. Gli unici criteri: siano innovativi in qualche modo e…un fallimento” conclude West.

www.museumoffailure.se 

by Anna Lisa Lombardi

Pages: | Multi-Page

Condividi: