MOSTRE PIEMONTE: DA VERBANIA A TORINO, LE ESPOSIZIONI DA NON PERDERE

3351
0
Condividi:

Da Giovanni Boldini a Mimmo Rotella, da Audrey Hepburn in aereo a King Kong sull’Empire State Building, ecco tutte le mostre in Piemonte da non perdere nell’autunno 2017. 

Have a nice time: da Kounellis a Shiota

Domodossola, Palazzo San Francesco mostre Piemonte

Fino al 15 ottobre

Chiharu Shiota, Uncertain Journey, 2016, Southern Berlin – Mostre Piemonte Autunno 2017

Chiharu Shiota, Uncertain Journey, 2016, Southern Berlin – Mostre Piemonte Autunno 2017

Le 24 opere in esposizione a Palazzo San Francesco aprono una enorme finestra geografia sull’arte contemporanea dal 1995 ad oggi. Dalla gelida Scandinavia di Jenni Hiltunnen e Anneé Olofsson si scende nella Spagna di Bernardi Roig e Daniel Canogar. Con Antony Gormley, Marcus Harvey, Jason Martin, Julian Opie e Gavin Turk si esplorano i segreti di Albione e si approda nella Germania di Joerg Lozek e Max Neumann. Dal Bel Paese con Mimmo Paladino, Giovanni Manfredini, Peppe e Lucio Perone, Massimo Kaufmann, Franco Rasma si procede, con, Jannis Kounellis, verso il mar Egeo. Dagli sconfinati Stati Uniti di Spencer Tunick si spazia fino alle vette peruviane di Ximena Garrido Lecca e si toccano le coste del Giappone con Chiharu Shiota.

Io non amo la natura. Pop art italiana

Cuneo, Complesso monumentale di San Francesco

Fino al 22 ottobre

Cuneo mette in scena la pop art italiana con il dichiarato obiettivo di distinguerla dall’omonima americana. Su fondi bianchi, davanti ai muri secolari della chiesa sconsacrata di San Francesco, vengono esposti capolavori selezionati della pop art italiana provenienti dal GAM di Torino. Primo tra tutti: il trittico di Mario Schifano che dà il titolo alla mostra. Seguono poi le opere di Jannis Kounellis, Valerio Adami, Tano Festa, Piero Gilardi, Pino Pascali, Michelangelo Pistoletto e Mimmo Rotella.

Franco Fontana: Paesaggi

Torino, Palazzo Madama

Fino al 23 ottobre

A Palazzo Madama venticinque immagini in maxi-formato raccontano il rapporto del celebre fotografo modenese con il colore, inteso come rivelazione e linguaggio assoluto. Fontana rifiuta una fotografia puramente naturalistica e documentaristica in favore di un ritratto dell’emotività, da ritrovare nei giochi di luci e colori catturati dal suo obiettivo. 

Tra Guercino e de Nittis

Domodossola, Casa de Rodis

Fino al 28 ottobre

Nellla pittoresca Casa de Rodis – palazzetto di origine medioevale di recente ristrutturazione – si incontrano le collezioni del marchigiano Antonio Ceci e del piemontese Alessandro Poscio. La distanza geografica viene colmata dalla vicinanza artistica, dall’interesse per il contatto tra uomo e natura in paesaggi rurali che raccontano storie lontane. Oltre agli artisti che danno il titolo alla mostra, Casa de Rodis ospita tele di Pellizza da Volpedo e Giovanni Fattori

Eugenio Tibaldi – Seconda chance

Torino, MEF

Fino al 29 novembre

Il poliedrico artista albense, trapiantato a Napoli, ritorna nella sua regione per una mostra che traccia i contorni della realtà periferica torinese. Oggetti dimessi vengono ripensati e combinati ad opere recenti di Tibaldi e ad alcuni nuovi pezzi pensati appositamente per l’esposizione. Il tentativo è quello di restituire la trasformazione culturale ed estetica del quartiere di Barriera di Milano.

Lorenzo Mattotti: Ghirlanda e altri mondi

Ivrea, Museo Garda

Fino al 9 dicembre

Disegnatore e pittore eclettico di fama internazionale, Lorenzo Mattotti e le sue tavole al limite del reale arrivano al Museo Garda in occasione della quinta edizione del Festival della lettura. Oltre alle celebri avventure in bianco e nero di Ghirlanda, sforzo decennale dell’artista e frutto della collaborazione con lo scrittore Jerry Kramsky, la mostra presenta gli inchiostri enigmatici dell’Orlando Furioso e – più celebri – le caleidoscopiche scenografie del Pinocchio di Enzo d’Alò.

Les Stars Sur La Passerelle

Torino, Spazio Eataly

Fino al 31 dicembre

L’esposizione di Air France ruota intorno a 14 storiche foto di star del cinema degli anni Cinquanta e Sessanta a bordo degli aerei della compagnia. All’interno del monumento simbolo di Torino e casa del Museo del Cinema, i ritratti di Audrey Hepburn, Marlene Dietrich, Kirk Douglass e Gina Lollobrigida in viaggio sono esposti allo scrutinio dei visitatori presso lo Spazio Eataly.

Bestiale! Animal Film Stars

Torino, Museo del Cinema

Fino al 8 gennaio

Il Museo del Cinema si prepara all’inverno con una mostra incentrata sulle star animali del grande schermo. Fotografie, manifesti, costumi di scena e animatronics provenienti dalle collezioni della NBC, Universal Archives & Collections, della Cinémathèque française e dalla collezione privata di John Cox – premio Oscar per i migliori effetti speciali con Babe (1996) – raccontano la storia di queste figure al limite tra animale e umano.

Giovanni Boldini

Torino, Reggia di Venaria

Fino al 28 gennaio

Gli oltre cento olii e pastelli in mostra alla Venaria Reale raccontano la Belle Epoque di Giovanni Boldini, maestro della bellezza femminile. In una vita passata tra Francia ed Italia, le opere di Boldini si caratterizzano per la preminenza del soggetto femminile, ritratto nella sua dimensione più intima e misteriosa, la sontuosità degli abiti e il lusso degli ambienti che nasconde il trauma del passato e la sfiducia nel futuro.

Condividi: