MILANO MODA UOMO GENNAIO 2016: I TREND

5542
0
Condividi:

Milano Moda Uomo Gennaio 2016 è appena terminata per lasciare spazio alla moda uomo di Parigi. Ma quali sono i principali trend visti sulle passerelle italiane per la stagione invernale 2016/2017?

Milano Moda Uomo F/W 2016/2017 (15-19 Gennaio 2016) ha appena chiuso i battenti non senza generare un tripudio di emozioni nei gusti dei consumatori. Le tendenze preponderanti e più stimolanti delle stagioni precedenti hanno trovato conferma sulle appena passate passerelle milanesi: dallo stile gender fluid, portato in auge da Gucci e riconfermato da Lucio Vanotti, Daks e Vivienne Westwood, al ritorno al passato, dagli anni ’40 di Corneliani e Zegna ai ’70 di Roberto Cavalli. Le stravaganze di Moncler, D&G e Dsquared2 trovano la propria prova contraria nei minimalismo di Marni, Jil Sander e Neil Barret e nel mezzo si colloca una rosa di moderati ma niente affatto banali come Giorgio Armani, Salvatore Ferragamo e Missoni. Ma quali sono gli spunti che l’uomo può cogliere dalle passerelle per meglio interpretare i propri look quotidiani? Ecco un resoconto di Milano Moda Uomo per il prossimo autunno/inverno.

CAPISPALLA, CAPPE E PELLICCE 

Milano Moda Uomo: Cappa. Zegna, County of Milan, Prada

Milano Moda Uomo: Cappa. Zegna, County of Milan, Prada

Immancabile sia negli inverni più rigidi che in quelli più miti è il cappotto, in tutte le sfaccettature possibili e indossabili. Sulle passerelle della Milano Fashion Week, a quelli dai tagli più classici si sono aggiunti i militareschi modelli di Jil Sander, i montgomery di Salvatore Ferragamo e i giacconi imbottiti di Dsquared2.

Milano Moda Uomo: Cappotti. Brioni, Marni, Salvatore Ferragamo, Jil Sander

Milano Moda Uomo: Cappotti. Brioni, Marni, Salvatore Ferragamo, Jil Sander

Milano Moda Uomo: Giacche di pelle. Bottega Veneta, Emporio Armani, Neil Barret, Dsquared

Milano Moda Uomo: Giacche di pelle. Bottega Veneta, Emporio Armani, Neil Barret, Dsquared

Pelle e pelliccia rimangono peró i protagonisti indiscussi. Dai caldissimi montoni, vero cult degli anni ’70, dalle lunghezze e colori più disparati, alle maxi pellicce a cavallo tra il thrift shop e Game of Thrones, passando per le giacche di pelle dai tagli più classici.

Milano Moda Uomo: La Pelliccia. Marni, Gucci, Cavalli, Dolce e Gabbana

Milano Moda Uomo: La Pelliccia. Marni, Gucci, Cavalli, Dolce e Gabbana

La ciliegina? La cappa e il poncho. Già un must nella versione femminile, questi due indumenti si fanno strada, stagione dopo stagione, per entrare a tutti gli effetti nel guardaroba maschile.

STAMPE, RICAMI, FANTASIE

Milano Moda Uomo: Fantasie. Roberto Cavalli

Milano Moda Uomo: Fantasie. Roberto Cavalli

Milano Moda Uomo: Fantasia. Gucci, Zegna

Milano Moda Uomo: Fantasia. Gucci, Zegna

Abituati come siamo a un uomo lineare, il cui massimo vezzo è il pied de poule per il pantalone e il principe di Galles per la giacca, i decori appena visti in passerella escono prepotenti dagli anni ’70. Damascati e fantasie, così come ricami tridimensionali e stampe barocche, dominano superfici e tessuti, creando un tripudio di forme, colori e movimenti che scaccia e incalza i sobri minimalismi che siamo soliti vestire. I migliori esempi dalla Toscana: Gucci e Roberto Cavalli.

METALLIZZATO

Milano Moda Uomo: Metal. Versace

Milano Moda Uomo: Metal. Versace

Milano Moda Uomo: Metal. Ermanno Scervino

Milano Moda Uomo: Metal. Ermanno Scervino

Milano Moda Uomo: Metal. Dsquared, Emporio Armani

Milano Moda Uomo: Metal. Dsquared, Emporio Armani

Per la prossima stagione pare si debba fare un salto d’altitudine. Come Mark Watney, nel pluricandidato agli Oscar The Martian (Ridley Scott, 2015), deve adeguarsi alle ristrettezze dell’immensità spaziale, così sulla Terra i nostri designer offrono empatici nonché stilistici spunti per vivere ogni giorno come se fosse extra-ordinario o, meglio, extra-terrestre. Da Versace a Calvin Klein, da Ermanno Scervino ad Armani, il metallizzato, che sia argentato, dorato, azzurro o rosa, impera su tutto: pantaloni, camicie, cappotti e accessori.

ROSA E AZZURRO ARE THE NEW BLACK

Milano Moda Uomo: Colore. Canali, Versace

Milano Moda Uomo: Colore. Canali, Versace

Milano Moda Uomo: Colore. Marni, Gucci, Cavalli

Milano Moda Uomo: Colore. Marni, Gucci, Cavalli

I colori impazzano sulle passerelle uomo. Nonostante vi sia chi ancora predilige le tenui tonalità dei freddi colori invernali, quali nero, blu, grigio (quest’ultimo dominante da Emporio Armani), altri hanno deciso di liberare l’estro e con esso la palette cromatica. Dominanti sono i colori pantone dell’anno, azzurro serenity e rosa quarzo, che hanno trovato la propria ragion d’essere in diverse sfumature e tonalità, sfumando dal peonia al lilla, dalla carta da zucchero al turchese, per ricordare che non di solo nero veste l’uomo.

BORSE, ZAINI, TRACOLLE, MARSUPI

Milano Moda Uomo: Borse. Prada, Diesel, Etro, Versace, Missoni

Milano Moda Uomo: Borse. Prada, Diesel, Etro, Versace, Missoni

Milano Moda Uomo: Borse. Gucci, Jil Sander, Dolce e Gabbana, Fendi

Milano Moda Uomo: Borse. Gucci, Jil Sander, Dolce e Gabbana, Fendi

La trasversalità tra guardaroba maschile e femminile è papabile anzitutto nell’uso di borse e zaini, tant’è che i modelli appena visti a Milano Moda Uomo risultano appetibili a mani e spalle di ambo i sessi. Dalle raffinate pochette alle borse a mano, dagli zaini alle mini-tracolle e marsupi, la moda vuole un uomo ben ordinato e soprattutto accessoriato. Ma per chi fosse fedele all’uso delle tasche, Marni e Brioni offrono abiti decisamente equipaggiati.

ACCESSORI: SCIARPE, CAPPELLI, COLLETTI

Milano Moda Uomo: Accessori. Scervino, Marras, Gucci

Milano Moda Uomo: Accessori. Scervino, Marras, Gucci

Milano Moda Uomo: Accessori. Fendi, Daks

Milano Moda Uomo: Accessori. Fendi, Daks

Testa e collo sono i prediletti verso cui gli accessori rivolgono la massima attenzione. I copricapi vedono il tramonto del classico borsalino e assistono all’ascesa del berretto (un esempio su tutti Prada), dei cappelli a falda larga dal sapore western di Dolce&Gabbana e Antonio Marras e persino delle cuffie italo-peruviane di Gucci. Spostandoci di qualche centimetro più in basso, sono le maxi sciarpe a impadronirsi del collo, seguite da ben più effimeri – nel loro proteggere dal freddo invernale – ma decisamente interessanti – per la loro componente accessoria – colletti amovibili di Prada e fazzoletti decorativi di Marras.

PIJAMA

Milano Moda Uomo: Pijama. Cavalli, Dolce e Gabbana, Fendi, Daks

Milano Moda Uomo: Pijama. Cavalli, Dolce e Gabbana, Fendi, Daks

C’è chi, come Peter Dundas per Roberto Cavalli, ha deciso di chiuderci la sfilata e chi, come Fendi, di aprircela. È la mise da notte, volgarmente conosciuta con i nomi di vestaglia e pigiama, l’inattesa comparsa di questa settimana nella moda maschile. Dismessi pile e flanella, sono i principeschi rasi e sete a comporre le fila di questi indumenti casalinghi, ma non solo. La fattura e le fantasie rendono labile il confine tra tenuta da camera e da passeggio, lasciando al fruitore finale la facoltà di decidere l’occasione e la location giusta per sfoggiarli.

di Sabrina Nunziata

Condividi: