OLIVIA E MARGHERITA PURI NEGRI CI RACCONTANO CAPALBIO

17498
0
Condividi:

MARGHERITA PURI NEGRI

Questo è il mio posto preferito – dice Margherita – Oggi è una bella giornata e si riesce anche a vedere Giannutri. La vedi? Lì – indicando una macchiolina verde in mezzo al mareGiannutri è bellissima, l’acqua è come quella dei tropici, e l’isola sembra un porto abbandonato. Lì c’è il nostro posto segreto. Un ristorantino dove si arriva solo via barca che non conosce nessuno. Bisogna chiamare Franco il giorno prima e dire cosa si vuole mangiare. Lui poi ti prepara quello che vuoi. Quando mangiamo sulla terrazza, con solo poche candele e la luna sopra di noi è incredibilmente suggestivo’ 

Ritorniamo verso casa. Olivia è tornata dalla sua passeggiata a cavallo e ci sediamo tutti insieme sui grandi divanoni di vimini sotto la pergola. Olivia e Margherita Puri Negri iniziano a darmi nomi di posti, ristoranti, eventi imperdibili per chiunque passasse da Capalbio. Mi regalano una guida del posto ricca di indirizzi interessanti (per la guida di Capalbio di Olivia e Margherita Puri Negri clicca qua).

Non è che poi tutti i nostri posti verranno invasi dalla gente, se ci scrivi un articolo, vero?’

Mi domandano quasi all’unisono. E questa domanda, secondo me, è la sintetizzazione di Capalbio. Una cittadina sotto le luci dei riflettori, ma schiva dentro. Bella ma gelosa della propria bellezza che vuole condividere con pochi. Come se potesse essere sciupata o perduta. E questa bellezza c’è davvero. E la vedo bene dallo specchietto dell’auto mentre me ne vado. Nei campi di grano tinti di rosso, dal sole di un tramonto maremmano.

Tramonto sul lago di Burano

Tramonto sul lago di Burano

Testo di Federico Sigali

Foto di Federico Sigali

Pages: 1 | 2 | 3 | 4 |... 5 |... 6 |... 7 |... 8 ... | Single Page

Condividi: