LOUVRE ABU DHABI: UNA NUOVA ERA PER IL MONDO DEI MUSEI?

1566
0
Condividi:

Un nuovo faro che illumina il mondo della cultura. Un raccoglitore della creatività umana che trascende le culture individuali, il tempo e lo spazio. Un museo universale. È così che i suoi fondatori definiscono il Louvre Abu Dhabi, progetto dalle enormi ambizioni da poco inaugurato nel cuore del mondo arabo. Sarà davvero l’alba di una nuova era per i musei a livello globale?

Louvre Abu Dhabiís exterior © Louvre Abu Dhabi, Photography: Mohamed Somji

Louvre Abu Dhabiís exterior. © Louvre Abu Dhabi, Photography: Mohamed Somji

È inequivocabile: se uno dice Louvre, dice Parigi. Niente può togliere dall’immaginario collettivo la visione della piramide in vetro che troneggia nell’omonima Place du Louvre. O delle sale immense che ospitano l’Arte per antonomasia, dalla Gioconda alla Nike di Samotracia.

Bene, in un’evoluzione storica sorprendente, oggi di Louvre non ce n’è più uno solo. Ha aperto infatti l’11 novembre 2017 il Louvre Abu Dhabi, che dell’istituzione francese porta molto più che il solo nome.

Chi ha pensato che aprire un museo del Louvre in una città dove la cultura è spesso soppiantata dall’ostentazione della ricchezza fosse solo un pretesto per creare l’ennesimo parco giochi per turisti, si dovrà forse ricredere. Al Louvre Abu Dhabi ad essere celebrata è proprio la storia della cultura umana, in un tentativo di ricongiungere il grande expertise museale francese con la capacità di precorrere i tempi tipica degli Emirati Arabi.

View overlooking the sea � Louvre Abu Dhabi, Photography: Mohamed Somji

View overlooking the sea. © Louvre Abu Dhabi, Photography: Mohamed Somji

LOUVRE ABU DHABI

Ecco dunque che il percorso al Louvre Abu Dhabi si dipana lungo 12 sezioni, dalla preistoria all’arte contemporanea, che non seguono un ordine geografico ma solo cronologico. È una ricerca continua di ciò che interconnette l’umanità, travalicando i confini nazionali e sociali. Dai quadri di Paul Klee alle installazioni di Ai Weiwei, dalla Bibbia gotica alle statue di Iside, tutte le opere pongono davanti ad una grande verità: l’ingegno dell’uomo – e delle donne – è universale.

Se l’interno del Louvre Abu Dhabi racchiude capolavori senza tempo provenienti dalle collezioni più prestigiose al mondo, l’esterno diviene vera e propria opera d’arte in sé, e delle più contemporanee.

Progettato dall’archistar Jean Nouvel, il nuovo Louvre si erge come vera e propria città – o meglio, medina. Un micro-arcipelago indipendente, tutto da esplorare, che va ad incrementare l’offerta di intrattenimento dell’isola Saa’diyat, nelle acque del Golfo Persico.

Louvre Abu Dhabiís plaza © Louvre Abu Dhabi, Photography: Mohamed Somji

Louvre Abu Dhabiís plaza. © Louvre Abu Dhabi, Photography: Mohamed Somji

LOUVRE ABU DHABI

A coronare – letteralmente – questa imponente opera architettonica c’è la cupola. Si tratta di un colosso di acciaio e alluminio di 7500 tonnellate che eppure dà la sensazione di essere leggerissima. Il motivo risiede nell’ispirazione dell’intera opera: le palme, tanto comuni nella regione di Abu Dhabi, che con le loro fronde proteggono dal sole cocente e regalano giochi di luce ed ombre mai uguali a se stessi. Le oltre 7000 stelle che vanno a formare il reticolo della cupola riproducono in scala grandiosa proprio questi giochi; una vera e propria pioggia di luce che accompagna i visitatori lungo il percorso nel museo.

Il Louvre Abu Dhabi si preannuncia dunque come un luogo ad alto potenziale iconico; un museo a 360 gradi che lega intrattenimento, nuove tecnologie e cultura senza tempo. Una sfida che ha il sapore del futuro e che ci auguriamo possa far correre l’arte verso nuovi orizzonti.

Cover photo: Louvre Abu Dhabiís exterior with Abu Dhabiís skyline (night).

© Louvre Abu Dhabi, Photography: Mohamed Somji

Condividi: