10 LIBRI DI VIAGGIO DA LEGGERE QUESTO AUTUNNO

5588
0
Condividi:

Quando l’estate si conclude, il mondo ci dona uno dei suoi spettacoli più belli. Gli odori, i colori e i suoni dell’autunno trasformano ogni luogo in una piccola opera d’arte. Non c’è momento migliore per iniziare un nuovo libro. Per tutti gli avventurieri, ecco 10 libri di viaggio che ci permettono di continuare a sognare questo autunno.

NELLE TERRE ESTREME, J. Krakauer

Libri di viaggio: Nelle terre estreme

Libri di viaggio: Nelle terre estreme

Dopo aver terminato gli studi, rinunciato ai propri averi e donato tutti i risparmi in beneficenza, Christopher Johnson McCandless – alias Alexander Supertramp – si trasforma in un viaggiatore nomade diretto in Alaska. Dopo 4 mesi, il suo cadavere viene ritrovato nei pressi del lago Wentitika, nel Parco Nazionale di Denali. Il viaggio di Christopher è ricostruito dal giornalista Jon Krakauer prima nell’articolo “Morte di un innocente”, pubblicato sulla rivista Outside, e dopo nel romanzo. Il libro è volto alla comprensione della profonda, consapevole e tragica scelta di quell’animo avventuroso per cui non c’era “nulla di più devastante di un futuro certo”.

ON THE ROAD, J. Kerouak

Libri di viaggi: On the road

Libri di viaggio: On the road

Un romanzo a episodi, scritto alla fine degli anni quaranta in una ventina di giorni, rifiutato da diverse case editrici, vessato dalla censura Maccartista, infine divenuto il manifesto della Beat Generation. In “On the road” l’orientamento non è necessario; quel che conta è solo la strada davanti a sé. I viaggi di Sal Paradise (pseudonimo dell’autore) e Dean Moriarty (pseudonimo dell’amico Neal Cassady), anime irrequiete e sfrenate in fuga dalla società borghese, ci lasciano un’istantanea di un momento particolare dell’America. A essere in evoluzione non è soltanto lo stato americano, ma anche i due amici, uniti dall’attrazione per un orizzonte privo di confini.

IN PATAGONIA, B. Chatwin

Libri di viaggi: In Patagonia

Libri di viaggio: In Patagonia

In Patagonia” è la storia dell’incanto per il viaggiare. Addentrandosi in un paesaggio naturalistico irreale per la sua esoticità e il suo senso di solitudine, Bruce Chatwin si consacra come uno dei padri della letteratura di viaggio. Incapace di vivere in un unico luogo, nel 1974 l’autore parte alla ricerca di un antico antenato, il capitano Charles Milward. Con questo pretesto esplora la Patagonia argentina e cilena. Con il piacere di una prosa asciutta e obiettiva, la prima persona spetta al viaggio in quanto tale e non al viaggiatore; quest’ultimo si limita a ritrarre una terra fatta di umanità, leggende e culture diverse.

EBANO, R. Kapuscinski

Libri di viaggi: Ebano

Libri di viaggio: Ebano

Ghana, Nigeria, Etiopia, Eritrea. Il continente africano raccontato e spiegato dal reporter polacco Ryszard Kapuscinski non ha ombre, giace nudo sotto la luce di un sole spietato quanto la condizione degli uomini sotto di esso. Durante i quarant’anni trascorsi in Africa come corrispondente estero, l’autore è entrato in contatto con le popolazioni tribali di ogni stato e ha assistito agli eventi che hanno messo a dura prova – e continuano a farlo – l’intera Africa: genocidi, colpi di stato, guerre civili, epidemie. Tracce di una storia che “compare all’improvviso (…) raccoglie la sua messe cruenta, miete le sue vittime e sparisce senza lasciar tracce”.

TRANS EUROPA EXPRESS, P. Rumiz

Libri di viaggi: Trans Europa Express

Libri di viaggio: Trans Europa Express

L’Europa centrale, nuda come pochi l’han vista. È questa la protagonista silente e maestosa del libro di Paolo Rumiz, ferita da un passato che ancora turba, come un’eco, la superficie del presente. In un viaggio che da “l’ultima Norvegia prima del confine russo” ci conduce fino a Istanbul, in Turchia, si snoda un paesaggio duro e selvaggio, attraversato da una civiltà cristallizzata dove fiorisce, silenziosa, la gentilezza della gente. Quella sincera, che supera i confini territoriali e le tradizioni politiche. La gentilezza, tema fortunatamente ricorrente nel filone della letteratura di viaggio, motore primo della speranza. “Paesaggi primordiali, più luoghi dell’anima (…) È stato un bagno d’umanità questo viaggio a est”.

VIAGGIO IN ITALIA, J. W. Goethe

Libri di viaggi: Journey in Italy

Libri di viaggio: Viaggio in Italia

Forse non tutti sanno che Johann Wolfgang Goethe ha riunito in un libro le memorie del viaggio che, dal 1786 al 1788, lo ha condotto da Karlsbad fino in Sicilia. Leggere “Viaggio in Italia” si rivela un viaggio nel tempo, oltre che nei luoghi emblema del territorio italianoVenezia, Firenze, Roma, Napoli, Palermo, ogni città descritta nelle sue beltà architettoniche e per la gente che le anima. La prosa lenta, curata, non si esime dal sottolineare aspetti che alcuni potrebbero riconoscere tutt’oggi. “(…) c’è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina; ognuno pensa per sé, è vano, dell’altro diffida, e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé”.

IN VESPA, G. Bettinelli

Libri di viaggi: In Vespa

Libri di viaggio: In Vespa

Prima vespista per caso, in seguito per amore dell’avventura. Giorgio Bettinelli parla del suo primo viaggio da Roma a Saigon “In Vespa”. Nel 1992, dopo aver ricevuto una vespa in dono durante un soggiorno in Indonesia, l’autore abbraccia quel che poi diverrà il suo stile di vita. Parte, attraversa 10 paesi, percorre circa 24.000 chilometri. Si incontra e scontra con paesaggi diversi, climi diversi, culture diverse, lingue diverse ed emozioni in continua evoluzione. La scrittura di Bettinelli è scorrevole, dettagliata. Non stanca mai, e anzi insinua nel lettore un unico pensiero: quello di aver vissuto la propria vita soltanto a metà.

IN ASIA, T. Terzani

Libri di viaggi: In Asia

Libri di viaggio: In Asia

A metà tra il genere autobiografico e il reportage giornalistico, “In Asia” è un libro e un viaggio a cui il lettore riesce a partecipare grazie alla raccolta di lettere e articoli scritti da Tiziano Terzani durante il lungo periodo trascorso in Asia. La narrazione si concentra tanto sulla cronaca degli eventi – vissuti in prima persona – che hanno segnato la storia dell’estremo oriente (la presa di Saigon, la contestazione di Piazza Tienanmen), quanto sulla vera essenza delle popolazioni dell’est. Terzani osserva, rispettoso e affascinato, i riti, le credenze e gli stili di vita che rendono ciascuna razza tale e inimitabile, ma al contempo ineluttabilmente intrecciata alle altre.

AUTOSTOP CON BUDDHA, W. Ferguson

Libri di viaggi:

Libri di viaggio: Autostop con Buddha

Per qualcuno, il Giappone è una via da percorrere”. E lo è di sicuro per Will Ferguson, scrittore canadese che rievoca il viaggio intrapreso alla volta della Sakura Zensen, la fioritura degli alberi di ciliegio. Ripercorrendo la strada che da Capo Sata, a sud, lo ha condotto sino a Capo Sōya, in Hokkaido, l’autore osserva, racconta e riflette sulle mille sfaccettature della cultura nipponica e del suo popolo. Che non smette mai di stupire e – soprattutto – di insegnare.

La penna di Ferguson dimostra poco romanticismo, molta attenzione e tanta ironia. Un mix perfetto per descrivere le differenze che, da sempre, allontanano e avvicinano due mondi come quello orientale e occidentale.

LA MIA AUSTRALIA, S. Morgan

Libri di viaggi: La mia Australia

Libri di viaggio: La mia Australia

La mia Australia” è il viaggio a ritroso verso le origini di una donna, l’autrice. Agli albori degli anni Novanta Sally Morgan scopre di essere aborigena. La sua missione diventa quella di restituire dignità e voce a una popolazione la cui memoria è scivolata nell’oblio, così come i soprusi di cui è stata vittima nel corso del tempo.

In passato, l’ombra concreta del razzismo è sfociata nella Stolen Generation; intorno agli anni Trenta ha costretto intere generazioni dei “neri d’Australia” a vivere confinati in riserve. E così, di pari passo al dolore, dal romanzo emergono i tratti somatici di una cultura dal grande rispetto per la natura e dal grande patrimonio spirituale.

Condividi: