LANZAROTE: LA GUIDA DELL’ISOLA CHE NON TI ASPETTI !

5619
0
Condividi:

Dimenticate la festaiola Tenerife, la dorata Fuerteventura e la chiassosa Gran Canaria. Lanzarote è l’isola delle Canarie che nessuno si aspetta. Appena messo piede fuori dall’aereo, vi sembrerà di essere sbarcati sulla luna. Una luna accogliente, calda e tropicale. Circondati da rocce vulcaniche, strade che salgono e scendono dalle colline e case di un bianco abbacinante, non impiegherete molto a capire che questa non è la classica destinazione da turisti.

In un’estensione di soli 60km, Lanzarote racchiude una moltitudine di attrazioni. Dal dormire in un eco villaggio al poter visitare la dimora di un famoso artista, dal fare trekking sulla cima di un vulcano al gustare pesce fresco su una spiaggia oceanica. Se dunque state progettando un viaggio a Lanzarote ma non volete girovagare pigramente in un villaggio turistico, questa è la guida che fa per voi, con i consigli degli insider dell’isola. Noleggiate un’auto o una moto e partite con noi.

Cosa vedere e cosa fare a Lanzarote

Fundacíon César Manrique

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Fundacíon Cesár Manrique

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Fundacíon César Manrique

Taro de Tahíche – C/ Jorge Luis Borges, 16, 35507 Tahíche, Lanzarote + 34 928 843 138

Questo è un nome in cui vi imbatterete OVUNQUE sull’isola. Dunque, partiamo dalle basi: chi è César Manrique? Metaforicamente – ma non del tutto – è l’uomo che ha progettato il paesaggio di Lanzarote.

Nato ad Arrecife nel 1919, questo artista materico era legato all’ “informalismo” contemporaneo, e la sua arte era fortemente connessa alla geologia. A metà degli anni 60, dopo tre esposizioni personali a New York, tornò sulla sua isola natia per dedicarsi a progetti paesaggistici che avrebbero trasformato Lanzarote in un’opera d’arte naturale.

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Fundacíon César Manrique

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Fundacíon César Manrique

La Fundacíon – originariamente dimora di Manrique – è costruita dentro una coulee lavica, un insieme di crateri e pinnacoli originati da un’eruzione nel 1730. Questo è esattamente il tipo di arte che bisogna aspettarsi da Manrique: un artefatto umano che confluisce dentro all’opera della natura, traendo ispirazione da essa e, al contempo, esaltandola. Stanze con le geometrie e gli estrosi dettagli degli anni ’60 sono scavate dentro le depressioni vulcaniche; piscine senza bordi rimandano a laghi sotterranei, e lava nera cola all’interno delle vetrate. Qui la natura è arte, è l’arte è natura.

Casa Museo de César Manrique

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Casa Museo de César Manrique

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Casa Museo de César Manrique

Calle Elvira Sánchez, 30, 35520 Haría, Lanzarote +34 928 84 31 38

La seconda casa sull’isola di César Manrique sembra uscita da un sogno fatto di materiali rustici, arredamento retrò e atmosfera tropicale. Qui l’artista passò i suoi ultimi anni, ed entrare vuol dire respirare l’essenza della sua vita. Legno e pietra sono la controparte di tappeti vellutati ed eleganti bagni rosa; la piscina calzerebbe a pennello in un film su Andy Warhol e la pop art; e decine di bottiglie di profumo – e di alcolici – rimangono intoccate sui loro tavolini di vetro.

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Casa Museo de César Manrique

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Casa Museo de César Manrique

Ma la vita di Manrique non era fatta di lusso sfrenato. Immerso fra le palme, il suo studio è semi nascosto nel giardino, e qui l’artista passava la maggior parte delle sue giornate. Fra schizzi di pittura, utensili bizzarri e alambicchi raffinati, la passione di quest’uomo per il suo lavoro e la sua terra è palpabile.

Museo Agrícola El Patio

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Museo Agrícola El Patio

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Museo Agrícola El Patio

Calle Echeyde, 18, 35558 Teguise, Lanzarote +34 928 52 91 34

Se volete intraprendere un viaggio nel tempo fino alla Lanzarote del XIX secolo, questo è il posto che fa per voi. Come direbbe German Barreto, Direttore del Museo, “El Patio vi mostrerà com’era l’isola prima di essere toccata dal turismo”.

Qui scoprirete com’erano la casa e la vita di un campesino, un contadino che coltivava cipollecereali e pomodori e allevava capre, galline e cammelli. Un’idea totalmente differente dall’odierna “agricoltura del weekend”, come la definisce Barreto.

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Museo Agrícola El Patio

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Museo Agrícola El Patio

Rimarrete affascinati dal funzionamento del mulino a vento, una macchina che unisce estetica e funzionalità. E dopo esservi persi fra la miriade di utensili originali presenti nel museo etnografico, potrete gustare della Malvasia locale accompagnata da formaggio di capra all’interno del Bodegón, precursore dell’odierno pub.

Come spiega Barreto, l’obiettivo di El Patio è duplice. “Da un lato, questo spazio storico restaurato mostra ai visitatori la realtà dell’isola senza false speculazioni; dall’altro, potrebbe aiutare gli abitanti di Lanzarote a riscoprire le proprie origini e a conferire loro il giusto valore.” 

Parco Nazionale Timanfaya

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Parco Nazionale Timanfaya

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Parco Nazionale Timanfaya

Tinajo, Lanzarote +34 928118042

Detto anche Montañas de Fuego (montagne di fuoco), il Parco Nazionale Timanfaya è il paradigma di un paesaggio lunare. Originato dall’eruzione vulcanica del 1730, questa area lavica di 200 chilometri quadrati accoglie 25 crateri dormienti, insieme alle forme più extra terresti immaginabili.

Godetevi il parco noleggiando mezzi speciali per attraversarlo, e magari fermatevi per una pausa al ristorante El Diablo. Progettato da Manrique (avevate dubbi?), qui i piatti sono cucinati sfruttando il calore che proviene dal sottosuolo.  Dobbiamo aggiungere altro?

Finca Uga

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Finca Uga

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Finca Uga

La Agachadilla, 23, 35570 Uga, Lanzarote +34 629 37 22 20

Finca Uga è una gemma nascosta, lontana dai tradizionali percorsi turistici. Non lontana dalle splendide Playa Blanca e Costa Papagayo, questa enorme fattoria racchiude all’interno un intero ecosistema.

Una volta al mese la Finca apre le porte dei suoi allevamenti e delle sue serre, e la varietà animale e vegetale che osserverete è mozzafiato.

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Finca Uga

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Finca Uga

Il maiale canario nero è la star della Finca, e gode di trattamenti simili a spa, con tanto di musica classica ad accompagnare le sue giornate. 

Dromedari, capre, mucche e galline sono solo alcuni degli altri ospiti della Finca, che comprende anche piantagioni di pomodori frutta tropicale, nonché i fiori più colorati che abbiate mai visto.

Jameos del Agua

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Jameos del Agua

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Jameos del Agua

Carretera Arrecife-Orzola, S/N, 35520 Haria, Lanzarote +34 901 20 03 00

César Manrique colpisce ancora. A Jameos del Agua il suo operato ha trasformato una gigantesca cavità vulcanica in uno dei luoghi più spettacolari al mondo. Ripidi gradini scavati nel basalto nero scendono verso una grande piscina naturale, ricoperta da una grotta semi aperta. L’acqua è azzurrissima, punteggiata qua e la dal bianco dei granchi albini, simbolo del luogo.

Intorno alla piscina, tavoli divani sono stati ricavati nella roccia, con cuscini arancioni e bianchi sparsi tutto intorno. Riposatevi qui, magari sorseggiando un cocktail e ascoltando musica dal vivo.

E a proposito di musica, proprio in un’altra grotta dell’area è stato ricavato un auditorium perfettamente funzionante. Esatto, un auditorium dentro un blocco di lava centenario. È abbastanza strabiliante?

Museo El Grifo e vigne vulcaniche

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Museo El Grifo

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Museo El Grifo

Lugar de El Grifo, 35550 San Bartolomé, Lanzarote +34 928 52 49 51

Guidando sull’isola avrete già notato una grande quantità di curiosi semicerchi di pietra sparsi sul terreno lavico. Si chiamano Zocos e servono per proteggere le viti di Malvasia dal vento, che qui può essere molto forte. Questo vitigno è il più diffuso a Lanzarote, e dalle sue uve si ricavano vini dolci o liquorosi.

Una delle regioni vitivinicole più prolifiche sull’isola è La Geria, dove si trova anche un gran numero di bodegas (cantine). Una di esse, El Grifo, ospita anche un museo del vino fornitissimo, completo di macchinari e strumenti di vinificazione risalenti al XIX e XX secolo.

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Zocos

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Zocos

Mentre passeggiate nel giardino del museo, prendetevi qualche attimo per ammirare le viti antiche, piantate qui più di un secolo fa. Con in mano un bicchiere di vino della casa, lasciate che gli occhi vaghino sulle colline rocciose ma pur sempre accoglienti, punteggiate dagli ordinati zocos accarezzati dal vento. Questo si chiama relax.

Mirador del Rio

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Mirador del Rio

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Mirador del Rio

35500 Lanzarote +34 901 20 03 00

Un ossrvatorio sul canale marino (rio) che separa Lanzarote dall’isola minore La Graciosa.

Ancora una volta, la sapiente mano di César Manrique ha trasformato un già sbalorditivo punto panoramico in un capolavoro fuori dal comune. Scavato all’interno della cima di una montagna, il Mirador offre confortevoli divani dai quali ammirare la vista sull’Oceano Atlantico da una vetrata semicircolare. Il tutto in un ambiente che combina roccepiante e design anni 60.

Windsurf a Famara

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Famara

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Famara

Lanzarote è il paradiso nascosto di surfisti e windsurfers, grazie ai venti oceanici che non cessano quasi mai. Uno fra i punti migliori per godersi questi sport è la Caleta de Famara, sulla parte nord-orientale dell’isola. Questa lunga spiaggia con sabbia dorata potrebbe quasi essere paragonata ad una California in miniatura. Se non siete ancora pronti per il brivido delle onde, potete sempre sedervi sulle dune e catturare con la macchina fotografiche voli ed acrobazie. Il vostro osso del collo è salvo.

Dove mangiare a Lanzarote

El Chupadero

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - El Chupadero

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – El Chupadero

La Geria 3, 35570 Yaiza, Lanzarote +34-928 173115

Artistici and ironici poster alle pareti, luce soffusa e la sensazione che la natura non si fermi fuori dalla porta, aumentata da piante e alberi che quasi invadono il locale. Obbligatorio provare: tapas di polpo e un bicchiere di Moscatel, il vino liquoroso locale.

Los Aljibes de Tahiche

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Los Aljibes de Tahiche

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Los Aljibes de Tahiche

Calle Bravo Murillo 6, 35507 Tahiche, Lanzarote +34 610 454 294

Un ambiente di design (César Manrique ha messo lo zampino anche qui) dove il deserto lavico incontra la birra artigianaleBarbecue di carne canaria e argentina, accompagnati da formaggio di capra e una rinfrescante pale ale, possono essere assaporati con cactus e vecchie botti a fare da sfondo.

El Tenique

Av. Guanarteme, 100, 35558 Tiagua, Lanzarote +34 928 52 98 56

Il posto per eccellenza per chi vuole mangiare in vero stile canario. Elogiato dai locali, questo ristorante con interni semplici e tradizionale vi servirà tapas come non le avete mai mangiate. Dopo un caldo benvenuto (servito proprio sui gradini del locale) a base di Malvasia e formaggio, il menu vi attende con tapas di pesce oceanicocarne grigliatachorizo e moltissime altre squisitezze. Un paio di note: gran parte dello staff parla poco inglese, ma saranno ben lieti di farsi capire in qualunque maniera. Ma soprattutto, ricordate che un pasto non può dirsi completo senza uno o due bicchieri di Ron y miel offerto dalla casa. Assicuratevi di non dover guidare subito!

Grillen

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Grillen

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Grillen

Avenida Lomo De Los Señores 9, 35560 Tinajo, Lanzarote +34 619 239 095

Come si intuisce dal nome, questo è il luogo per gli amanti di carne e pesce alla griglia. Gli interni in legno e la vista su La Santa e Famara creano un’atmosfera familiare, un perfetto mix fra ambiente nord europeo e isola tropicale. Il menu è in continua evoluzione, ma una cosa non cambia mai: l’alta qualità degli ingredienti che solo le finca e i pescatori locali possono portare in tavola.

El Lago

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - El Lago

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – El Lago

Calle Caleta de Campo, 16, 35542 Punta Mujeres, Lanzarote :+34 928 84 81 76

Se volete organizzare una cena romantica a Lanzarote, El Lago è il luogo per voi. Il pescato del girono alla griglia vi verrà servito a pochissimi metri dalle onde dell’oceano. In un’atmosfera rustica e accogliente, un’ottima bottiglia di vino locale è quello che serve per brindare a nuovi inizi. Voi e il vostro partner avrete la sensazione di essere gli unici abitanti di quest’isola tropicale.

Dove dormire a Lanzarote

Hotel con colazione internazionale scadente e villaggi turistici pacchiani? A Lanzarote potete avere molto di meglio. Consigliamo caldamente di alloggiare nel fincas a conduzione familiare, un perfetto mix di comfort, design, elementi naturali e cibo prelibato.

Finca Malvasia

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Finca Malvasia

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Finca Malvasia

Camino el Oratorio, 14, 35572 Tías, Lanzarote +34 665 46 85 38

I soci di Grillen, Richard e Tarnya Norse Evans, gestiscono anche questa incantevole finca vicino a La Geria. Se volete scoprire perché questo luogo può essere descritto come magico e perché due designer londinesi hanno lasciato tutto per aprire la propria attività a Lanzarote – in vero stile César Manrique – leggete la loro storia qui.

Finca de Arrieta

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Finca de Arrieta

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Finca de Arrieta

Calle Caleta de Campo, 16, 35542 Punta Mujeres, Lanzarote +34 928 84 81 76

Nata dal sogno di un istruttore di windsurf e dal talento nel design di sua moglie, Finca de Arrieta è un orgoglioso esempio di eco villaggio completamente autosufficiente. Un luogo che combina al meglio energia pulita sistemazioni di lusso.

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Finca de Arrieta, pannelli solari e pale eoliche

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Finca de Arrieta, pannelli solari e pale eoliche

Quest’area ospitava un aljibe – una vasca per il raccoglimento dell’acqua – quando Tila e Michelle Braddock decisero di trasformarlo prima nella loro residenza di famiglia family, e in seguito nell’attuale eco villaggio (lasciando sbalorditi amici e locali, per dirla con un eufemismo). Ma ben presto si resero conto che rimanere allacciati alla rete elettrica dell’isola era davvero troppo costoso.

Da quel momento presero la decisione di andare completamente “off-grid”, staccandosi dalle usuali reti energetiche e costruendo quei pannelli solari e turbine eoliche che oggi sono perfettamente funzionanti. Hanno anche costruito il loro pozzo, insieme ad un sistema di riutilizzo delle acque che non spreca gli scarichi di docce e lavandini, bensì li convoglia direttamente alle piante del villaggio. Addirittura, in alcuni bagni le palme si trovano direttamente DENTRO alla doccia. Questo sottintende anche che tutti i saponi e le creme presenti alla Finca sono totalmente eco-friendly.

Nel programma di riciclo/riuso è incluso anche il recupero degli scarti alimentari come cibo per gli animali, dalle galline all’adorabile asino, il preferito dei bambini. Proprio i bambini godono di totale libertà nel villaggio, con l’unica regola di fare sempre attenzione all’ambiente.

Gli yurt

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Finca de Arrieta, Yurt

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Finca de Arrieta, Yurt

Insieme a cottage e appartamenti, le sistemazioni che rendono unica Finca de Arrieta sono gliu yurt.

Originali della Mongolia, gli yurt sono tende bordate di seta che riescono a isolare sia dal freddo (in Mongolia le temperature scendono anche sotto -40 C) che dal caldo (sono areate arrotolando i lati e aprendo il tetto). Con il loro aspetto estremamente esotico, completato da interni di ispirazione indonesiana marocchina, gli yurt non sono riservati solo agli amanti della vita nomade. Tutt’altro: i loro più grandi estimatori sono professionisti di grido che desiderano prendersi una pausa di quiete totale dalla propria vita caotica.

Ogni yurt ha poi l’ulteriore comfort di un bagno privato, cucina completa e piccolo cortile.

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Finca de Arrieta, palme nella doccia

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Finca de Arrieta, palme nella doccia

Come molti altri posti di Lanzarote, Finca de Arrieta riflette una delle massime fondamentali di César Manrique: mantenersi il più naturale possibile. Ecco perché alcuni appartamenti sono dotati di un’auto ibrida per gli spostamenti durante la vacanza. Inoltre, Tila e lo staff si muovono su agilissime micro car elettriche.

Anche il commercio qui sembra regolamentato dalla regola “il più naturale possibile”. Gli ospiti possono comprare cibo e altri beni all’Honesty Shop, dove i prezzi sono esposti ma non ci sono né cassieri ne controlli. Ognuno prende ciò di cui ha bisogno e deposita la cifra esatta in una scatola. Va da sé che l’Honesty Shop sia appannaggio esclusivo dei clienti onesti.

Lanzarote: la guida dell'isola delle Canarie che non ti aspetti - Finca de Arrieta, minicar elettrica

Lanzarote: la guida dell’isola delle Canarie che non ti aspetti – Finca de Arrieta, minicar elettrica

Come concluderebbe Tila Braddock: “Lanzarote possiede la pace del paradiso. Puoi venire qui ad allenarti, a far festa, a scrivere. In effetti, Lanzarote può essere tutto ciò che la vuoi far essere”.

Condividi: