KOTOR PATRIMONIO UNESCO A RISCHIO PER IL FIORDO DELL’ADRIATICO

2858
0
Condividi:

“Quando nacque il nostro pianeta, il più bell’incontro tra mare e terra avvenne in Montenegro”. Sono le parole scritte da Lord Byron per descrivere Cattaro (Kotor in serbo). Affacciata sulla costa adriatica, Kotor è una delle città più affascinanti e spettacolari della Serbia Montenegro, sia per la sua conformazione geografica, posta al confine tra Occidente e Oriente, che per il suo patrimonio artistico e culturale. Il suo titolo di patrimonio UNESCO è però a rischio.

Molti poeti e scrittori hanno definito Kotor come “la sposa dell’Adriatico” o “la fata del mare”. È nota anche come il fiordo del sud Europa

La sua attrazione principale sono infatti le bocche di Cattaro, una serie di frastagliate insenature, riparate dal mare, che contribuiscono a creare il più grande porto del mare Adriatico, paragonandosi così alla ricchezza della Norvegia.

Baia di Kotor Patrimonio UNESCO a rischio

Baia di Kotor Patrimonio UNESCO a rischio

KOTOR PATRIMONIO UNESCO

Anticamente, dopo la caduta del Regno di Serbia, la città era sotto il dominio veneziano, che aveva accettato di proteggerla in seguito alle ripetute richieste da parte del governo serbo, per non cadere in mano all’impero ottomano. Il Senato di Venezia investì ingenti capitali nella costruzione di una fortificazione in grado di preservarla dagli attacchi stranieri, ancora oggi ben conservata.

Con il passare del tempo, la città e le bocche di Cattaro sono diventate meta di milioni di turisti; nonostante tutto, il governo ha saputo conservare la preziosa eredità, tant’è che nel 1979 l’UNESCO l’ha inserita all’interno della lista dei Patrimoni dell’Umanità da preservare.

Baia di Kotor Patrimonio UNESCO a rischio

Baia di Kotor Patrimonio UNESCO a rischio

KOTOR PATRIMONIO UNESCO

Tuttavia, anche le località ricche di storia come Kotor cercano di stare al passo con il progresso. È stato negli anni avviato un processo di urbanizzazione e trasformazione in termini socio-economici; sono stati costruiti nuovi edifici e centri di turismo. Cattaro è divenuta anche porto di attracco per le crociere, conducendo ad un progressivo abbandono delle strutture tradizionali, racchiuse all’interno della cinta muraria cittadina.

Tutto questo processo di modernizzazione ha preoccupato l’UNESCO, che sta considerando la possibilità di escluderla dalla lista. Dovranno essere adottate misure restrittive, come il divieto temporaneo di edificazione.

Cover ph courtesy of www.awestruckabroad.com

Condividi: