TOP 10: LE PIU ICONICHE CASE VISITABILI DEL MONDO

15804
0
Condividi:

Palazzi fiabeschi in mezzo a rigogliosi boschi. Castelli emergenti dalle acque di un lago. Grandi magioni che raccontano le storie di altrettanto grandi famiglie. Un viaggio all’interno di dieci iconiche case da riscoprire. Tutte case private, molte ancora abitate dai discendenti dei fondatori, che per necessità, bisogno o semplice filantropia hanno deciso di aprirle al pubblico. Un giro del globo tra lussuosi interni e collezioni d’arte da fare invidia a qualsiasi museo. 

HAREWOOD HOUSE. YORKSHIRE

Harewood House (Harewood House Trust, Harewood, Leeds LS17 9LG)

Quando re Giorgio V, all’inizio degli anni ’20, si trovò nella situazione di dover cercare un marito alla propria figlia, la principessa Mary, la scelta ricadde sul giovane Henry Lascelles, sesto conte di Harewood. La famiglia reale prese questa decisione anche perché, tra le altre cose, Harewood house, la storica casa di famiglia dei Lascelles, nella campagna dello Yorkshire, venne considerata una casa più che degna per la figlia di un re.

Oggi Harewood House, ancora residenza degli eredi Lachelles, è aperta al pubblico ed è diventata una delle mete turistiche più visitate dello Yorkshire sia per la sua sontuosa architettura alla quale hanno lavorato grandi designer come Robert Adam e Thomas Chippendale sia per la vasta collezione d’arte che comprende capolavori che vanno dal rinascimento italiano alla fine dell’ottocento inglese. Inoltre i giardini con un planetario, un giardino himalayano ed una cascata sono considerati tra i più belli d’Inghilterra. Harewood è visitabile dal 3 Aprile al 1 Novembre, dalle 11.00 alle 16.00. Biglietti da 7,5 £.

PALAZZO VALGUARNERA GANGI. PALERMO

Palazzo Valguarnera Gangi (Piazza Croce dei Vespri 3, 90133, Palermo, Italia)

Visitare palazzo Gangi a Palermo vale la pena, se non altro, per il salone dove nel 1963 Luchino Visconti ha ambientato una delle scene più celebri dell’intera storia del cinema, ossia il ballo del film ‘Il Gattopardo’, tratto dall’omonimo romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. E proprio Tomasi nella stesura del libro s’ispirò a quel mondo, ai suoi tempi ormai nella fase di declino, di grandeur delle nobili casate siciliane, fatto di trimalcioniche feste e sontuosi palazzi. Primo fra tutti proprio Palazzo Gangi, eccellente esempio di barocco siciliano, che Tomasi di Lampedusa era solito frequentare.

E questo profumo dorato di una Sicilia scomparsa ben si respira nei saloni del palazzo, ricchi ai limiti del pacchiano ma talmente belli da ammaliare qualsiasi visitatore. Il palazzo è tutt’oggi la principale residenza dei Principi di Gangi che hanno aperto la casa al pubblico, affittandola per eventi o organizzando visite private su appuntamento. (Per prenotare una visita chiamare direttamente il palazzo al numero 0039-091-6162718)

PALAZZO DEI MARCHESI FRONTEIRA. LISBONA

Palazzo dei Marchesi Fronteira (R. Sao Domingos de Benfica 1, 1500-554, Lisbona, Portogallo)

La tecnica degli azulejos, mosaici decorativi di piastrelle dipinte sui toni dell’azzurro, tipici dell’architettura portoghese e spagnola, trova nella Casa dei Marchesi di Fronteira, appena fuori Lisbona, una delle sue vette stilistiche. La Villa, realizzata a partire dal 1640, ed ampliata e decorata durante tutto il XVIII secolo, ha un eleganza pulita e semplice. Il pezzo forte sono però i giardini, con padiglioni, fontane e passaggi completamente decorati con busti, decorazioni di pietra e migliaia di piastrelle colorate. La casa è ancora abitata dal Marchese Fernando de la Fronteira che ne vive un’ala. E’ comunque aperta al pubblico con orari variabili che si possono consultare sul sito www.fronteira-alorna.pt. 

CASTELLO DI SANT’EMMERANO. RATISBONA

Abbazia e Castello di Sant’Emmerano (Emmeramsplatz 3, 93047, Regensburg, Germania)

Il castello di St Emmerm, situato nel pieno centro di Ratisbona, nasce da una precedente abbazia che venne donata nel 1812 alla famiglia Thurn und Taxis in cambio della perdita del monopolio postale in Baviera. I principi restaurarono l’abbazia facendone uno dei più splendidi esempi di stile storicista in tutta Europa. Gli interni, di un lusso sfarzosissimo, sono stati aperti al pubblico dall’attuale Principessa Gloria von Thurn und Taxis, che risiede ancora nel castello, per far fronte agli immensi costi di gestione della struttura che risulta essere la casa privata più grande di tutta Europa.

Dal 1993 un’ala del palazzo ospita un distaccamento del museo nazionale di Baviera, dove sono esposti tesori e preziosi oggetti di proprietà dello stato bavarese ma legati alla storia della famiglia Thurn und Taxis. Il palazzo è visitabile unicamente attraverso una visita guidata. Da Aprile a Novembre tutti i giorni, mentre da Novembre a Marzo solo il sabato e la domenica. Dalle 10.30 alle 15.30. Biglietto a partire da 11 euro a persona.

PALAZZO COLONNA. ROMA

Palazzo Colonna (Piazza dei Santi Apostoli 66, 0187, Roma, Italia)

Trovare in Europa una stanza tanto grandiosa quanto la Galleria di Palazzo Colonna a Roma non è semplice. L’esterno del palazzo, per quanto elegante e proporzionato, risulta molto semplice rispetto ai tanti altri palazzi romani dalle sfarzose facciate. Chiunque però giunga al primo piano ed entri nella lunga galleria, non può far altro che sentirsi un piccolo niente di fronte ad una grandiosità che va oltre il limite del pensabile. Marmi, fregi, ori, stucchi, un tripudio di barocco romano, in cui hanno messo le mani architetti dal calibro del Bernini, e che fa da cornice alla sterminata collezione d’arte che comprende, tra gli altri, capolavori di Ghirlandaio, Bronzino, Salvator Rosa, Guido Reni, Guercino e Tintoretto. 

Il palazzo tutt’oggi appartiene (e da loro è abitato) alla famiglia dei Principi Colonna, che nei secoli sono stati tra i grandi protagonisti della storia di Roma che proprio tra le mura di questo palazzo è spesso passata. Il palazzo è aperto al pubblico unicamente il sabato mattina, dalle 9.00 alle 13.15. E’ tuttavia possibile prenotare visite private in qualsiasi giorno della settimana, su appuntamento. Biglietti da 15 euro a persona.

BILTMORE ESTATE. NORTH CAROLINA

Biltmore Estate (1 Lodge St, Asheville, NC 28803, USA)

Con i suoi 16.000 metri quadrati (si, 16.000, non è un errore di battitura!) Biltmore è la più grande casa privata degli Stati Uniti ed uno dei paradigmi stilistici dell’età dell’oro, o Gilded Age, come vengono chiamati gli ultimi trent’anni del XIX secolo negli Stati Uniti, caratterizzati da una grane prosperità economica e dalla costruzione di immense magioni da parte della ‘gazoline aristocracy’ americana. Biltmore venne infatti edificata nell’ultima decade dell’800 da George Washington Vanderbilt, allora uno degli uomini più ricchi del mondo.

Il progetto era talmente ambizioso che la realizzazione della casa richiese più di 6 anni e la costruzione in loco di una fabbrica di mattoni, una per la lavorazione del legno ed una linea ferroviaria per l’approvvigionamento di materiali edili. Tuttavia le altalenanti fortune della famiglia, la crisi nera del ‘29 e gli immensi costi di gestione della proprietà, costrinsero già negli anni trenta i Vanderbilt, tutt’oggi proprietari di Biltmore, ad aprire la casa al pubblico. Oggi, con oltre un milione di visitatori l’anno, è una delle principali mete turistiche del North Carolina. Aperto tutti i giorni dell’anno, dalle 9.00 alle 15.00.

CASTELLO DI BRAN. ROMANIA

Castello di Bran (Strada General Traian Mosoiu 24, Bran 507025, Romania)

Il castello di Bran, al quale Bram Stoker si è ispirato per la descrizione del castello di Dracula nel suo celebre romanzo, si trova in Romania, al confine tra la ‘spaventevolmente’ celebre Transilvania e la meno nota Valacchia. Il castello, che in realtà non è mai appartenuto a Vlad III di Valacchia, o Dracula che dir si voglia, viene comunque tradizionalmente considerato uno dei simboli di questo oscuro personaggio ed è diventato una meta turistica molto frequentata dagli appassionati di vampiri. Ex residenza estiva della famiglia reale Rumena (Sassonia-Coburgo-Gotha), il castello venne poi confiscato dai comunisti del 1946. Nel 2006 è stato restituito ai legittimi eredi dei reali rumeni, un ramo degli Asburgo, che dopo un accurato restauro l’hanno aperto al pubblico. Sicuramente una della case più iconiche della rassegna! Aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 16.00, tranne il lunedì che è aperto dalle 12.00 alle 16.00.

CHATSWORTH HOUSE. DERBYSHIRE

Chatsworth House (Bakewell, Derbyshire, DE45 1PP)

Quando nel 1687 l’architetto William Talman ristrutturò Chatsworth House, dandogli l’aspetto attuale, questa casa divenne senza dubbio la più importante e sontuosa dimora di campagna dell’intera Inghilterra. Chatsworth è da oltre sedici generazioni l’abitazione principale della famiglia dei Duchi Cavendish di Devonshire. La ‘house’ (termine che per le case di campagna delle nobili famiglie inglesi equivarrebbe all’italiano ‘castello’) contiene inoltre una bellissima collezione d’arte antica arricchita nei secoli dalla famiglia Cavendish. Oggi Cahtsworth ed i suoi giardini sono stati aperti al pubblico ed inoltre è possibile soggiornare nelle vecchie case in pietra della fattoria del castello, riadattate all’attività ricettiva. Per gli orari, variabili, consultare www.chatsworth.org.

CASTELLO DI CHENONCEAU

Castello di Chenonceau (37150, Chenonceaux, Francia)

Di tutta la valle della Loira, conosciuta per i suoi castelli fiabeschi, Chenonceau è probabilmente il più celebre. Costruito nel ‘500 per metà sopra un ponte che attraversa il fiume, il castello di Chenonceau è stato teatro dell’intera storia di Francia passando nelle mani di re, regine e favorite, che nei secoli l’hanno ampliato e sempre più arricchito di pezzi d’arte, tanto che oggi il castello può vantare un’invidiabile collezione pittorica che comprende Bronzino, Tintoretto, Poussin, Correggio, Rubens, van Loo e altri grandi nomi. Il castello, dopo vari passaggi di proprietà, è giunto nel 1951 nelle mani della famiglia Menier che tutt’oggi lo conserva e che ha deciso di aprire al pubblico il castello e i bellissimi giardini rinascimentali.

CASTELLO HEARST

Castello Hearst (750 Hearst Castle Rd, San Simeon, CA 93452, USA)

Il castello Hearst, la cui costruzione iniziò nel 1919 per finire solamente nel 1957, si trova in California, sulla cima di una collina che osserva l’oceano Pacifico tra Los Angeles e San Francisco. Pur essendo oggi di proprietà dello stato della California, abbiamo deciso di metterlo nella nostra sezione poiché è certamente stato una delle case private più iconiche del XX secolo. Fatto costruire da William Hearst, magnate americano alla cui figura s’ispira apertamente il noto film ‘Quarto Potere’ di Orson Wells, fu scenario di feste scatenate che Wiliam Hearst era solito dare per intrattenere i continui e celebri ospiti della casa.

Il castello è in uno stile eclettico che prende ispirazione da vari stili della storia dell’architettura, come la ‘casa grande’, il nucleo centrale della proprietà, che s’ispira a una cattedrale spagnola del XVI secolo, o la piscina che prende spunto dagli antichi templi della Grecia. I mobili, le opere d’arte e addirittura gran parte del materiale da costruzione furono acquistati in Europa dallo stesso Hearst che fu capace così di creare un falso storico di grande riuscita ed impatto, spendendo una vera fortuna per la sua realizzazione. Il castello è aperto tutti i giorni (tranne Ringraziamento, Natale e Capodanno) per tour guidati dalle 8.00 alle 16.00. Prezzi a partire da 12$.

testo di Federico Sigali

Condividi: