I PIÙ LUSSUOSI HOTEL STORICI IN RIAPERTURA NEL 2018

3160
0
Condividi:

Come sarebbero Parigi senza il Ritz o Vienna senza il Sacher? Ovviamente sempre meravigliose, ma prive di strutture iconiche che sono divenute parte fondamentale del tessuto urbano e del patrimonio culturale cittadino. Potrà sembrare una banalità, ma la stessa domanda se la devono essere posta anche i vari responsabili e proprietari di hotel e catene alberghiere che in tutto il mondo si sono incaricati delle opere di rinnovo di perle architettoniche che hanno fatto da testimone e da scenografia a eventi che hanno segnato la storia dell’arte, del lusso e degli uomini.

Raffles Europejski: un ritorno sulla Via dei Re di Varsavia

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 - Raffles Europejski

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 – Raffles Europejski

Gioiello incastonato nella Krakowskie Przedmiéscie, una delle vie più antiche e suggestive della città, a pochi passi dal Palazzo Presidenziale, l’Hotel Europejski è stato oggetto, a partire dal 2013, di opere di rinnovo sotto la gestione della francese AccorHotels, e in particolare della sua divisione Raffles Hotels & Resorts.

Dopo cinque anni di lavori, finalmente la primavera 2018 ha visto, nel mese di maggio, la riapertura di questa prestigiosa struttura, rinata con il nome di Raffles Europejski. Nuova insegna, ma stesso splendore della prima apertura del 1857, quando l’area dell’attuale capitale polacca faceva parte dell’impero russo dei Romanov; già all’epoca non ci volle molto prima che il palazzo fosse riconosciuto come uno dei più lussuosi nelle terre dello zar.

L’eredità lasciata ai posteri dall’architetto italo-polacco Enrico Marconi, padre del progetto originale in stile neorinascimentale, è stata preservata dall’équipe della WWAA Architecture, società locale che annovera tra i suoi designer la figura di Boris Kudlicka, già noto per il progetto dello stand polacco all’Expo di Shangai, in questo caso particolarmente attivo per la cura degli interni delle 106 stanze che compongono l’hotel.

Fra opere d’arte e soggiorni gourmand

L’intervento di Kudlicka si è andato a coniugare perfettamente con il lavoro delle esperte d’arte Anda Rottenberg e Barbara Piwowarska, che hanno arricchito la struttura con numerosi manufatti, incontrando la sensibilità da mecenate di Vera Michalski-Hoffmann, principale azionista della H.E.S.A., gruppo a cui l’albergo appartiene dal 2005.

Storia e arte, è chiaro, sono due cardini dell’Europejski, così come il benessere dei suoi ospiti, coccolati dal comfort delle camere e dalla Spa. Senza dimenticare l’attenzione riservata ai viaggiatori gourmand, i quali hanno a disposizione la rinomata pasticceria Lourse, dove deliziare i propri palati con cioccolatini e dolci locali, ed il ristorante dotato di terrazza che coniuga sapori polacchi ai gusti della cucina internazionale. È appunto all’Europejski Grill, immersi nell’atmosfera creata dal design di Lazaro Rosa Violan, che si ha la possibilità di assaggiare i piatti dell’esperto chef spagnolo Beñat Alonso, dalla mano influenzata sia dai suoi natali baschi sia dall’esperienza maturata nel Regno Unito e in Australia.

Pochi posti possono vantare un’ottima commistione tra cultura e agiatezza, e senza dubbio il Raffles Europejski rientra meritatamente fra questi.

Raffles Europejski Hotel

Krakowskie Przedmieście 13, 00-071 Warszawa, Poland

+48 22 255 95 00

raffles.com/warsaw/

Marriott Mena House Hotel: il fascino all’ombra delle piramidi

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 - Marriott Mena House Hotel

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 – Marriott Mena House Hotel

Quando fu edificato nel 1869 come casotto da caccia del Khedive Isma’il Pasha, nessuno avrebbe potuto immaginare che, a distanza di un secolo e mezzo, la Mena House, in origine soprannominata “Capanna di Fango”, avrebbe riaperto come uno dei resort da favola più lussuosi al mondo.

Dal primo utilizzo come hotel nel 1886, si sono susseguiti diversi passaggi di proprietà e interventi di ristrutturazione; tra cui l’ultimo del 2015, anno in cui la gestione è divenuta appannaggio del noto gruppo Marriott International, a cui è seguita l’adozione, lo scorso febbraio in concomitanza con la riapertura, dell’attuale nome di Marriott Mena House Hotel.

Gli interventi operati nell’ultimo triennio alla struttura di proprietà dell’Egyptian General Company For Tourism & Hotels (EGOTH) sono stati volti, oltre che alla conservazione del complesso edilizio secondo il suo stile originario tipico dell’architettura nord-sahariana della seconda metà dell’Ottocento, al potenziamento dei servizi dell’hotel.

In questo modo gli ospiti delle 331 stanze sono in grado non solo di godere della vista delle Piramidi, data la posizione su Pyramids Road, ma anche delle passeggiate nei giardini, della Spa, del centro fitness o ancora della piscina, la quale si può vantare di essere la prima aperta in Egitto nel 1890.

Il soggiorno dei giganti storici

Se l’ambiente esterno è in grado di trasportare con un colpo d’occhio nella magia del deserto egiziano, non da meno sono gli interni, arredati con attenzione secondo un gusto orientaleggiante che rispetta pienamente il contesto del resort.

Con una struttura di tale prestigio, quindi, non c’è da stupirsi dell’attenzione rivolta agli estimatori del buon cibo, i quali possono essere facilmente accontentati dal 139 Restaurant, dalle specialità che traggono origine dalla cucina mediorientale, oppure da Alfredo e dai suoi piatti tipici italiani, o ancora dal Sultan Bar.

Se queste sono le premesse, non ci vorrà molto prima che ai grandi della storia che hanno scritto il proprio nome sul libro degli ospiti del Mena House Hotel, come Agatha Christie, Charlie Chaplin, Wiston Chrichill, se ne aggiungano altri negli anni a venire.

Marriott Mena House Hotel

6 Pyramids Road Kafr Nassar, Cairo Giza Governorate 12556, Egypt

+20 2 33773222

marriott.com/hotels/travel/caimn-marriott-mena-house-cairo/

Grand Hôtel Martinez: tornano a splendere le stelle sulla Croisette

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 - Marriott Mena House Hotel

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 – Grand Hôtel Martinez

La Costa Azzurra, tra cui spicca senza se e senza ma la cittadina di Cannes, è sicuramente riconosciuta come una delle mete predilette dagli amanti del bel vivere, mentre la storica rassegna cinematografica arricchisce puntualmente la città di attori e registi.

All’interno di questo idilliaco quadretto stellato sull’azzurro del Mediterraneo si colloca l’Hôtel Martinez, struttura situata proprio sulla celeberrima Croisette, fatta edificare nel 1929 in stile Art Deco dagli architetti Palmero e Veunevot su commissione del Barone siciliano Giovanni Martinez.

Dall’apertura ad oggi, il Martinez è diventato un autentico tempio del lusso, entrando a far parte della “famiglia” Hyatt nel 2013. Nell’ottobre 2017, la proprietà, la Constellation Hotels Holding, in accordo con il management, ha chiuso la struttura per rinnovare gli interni, anch’essi in Art Deco, affidando l’impresa al rinomato designer Pierre-Yves Rochon, già noto per i suoi interventi al Waldorf Astoria di Beverly Hills e per il Four Seasons Hotel George V a Parigi.

I lavori sono stati tanto celeri da consentire una riapertura parziale già a marzo, sotto il nome di Grand Hyatt Cannes Hôtel Martinez, seguita nel mese di maggio, in concomitanza con il Festival, dal resto delle rimanenti stanze, per un totale di 508 camere riaperte.

Lusso, salsedine e ristoranti stellati

Il lusso, in questo albergo, si può respirare in ogni angolo, misto all’odore di salsedine che arriva direttamente dalla spiaggia privata dell’hotel, che si va ad aggiungere a tutti gli altri servizi presenti, come il giardino e il centro benessere.

Essendo poi la Francia patria delle più svariate gourmandises, non sarebbero potuti mancare dei ristoranti all’altezza. Primo fra tutti, La Palme d’Or, che può vantare due stelle Michelin, guidato dallo chef Christian Sinicropi, grazie al quale è possibile assaggiare il profumo del mare; non da meno sono anche il Version Originale e i suoi sapori mediterranei, o il Zplage, ristorante sito a riva, sulla spiaggia; se però la fame fosse solo una semplice voglia di stuzzicare, ecco a disposizione il Martinez Bar, ricco di cocktail e tapas.

Che dire? Già solo il blasone è una garanzia di sfarzo, ma passeggiando tra la reception, i corridoi e il giardino, non ci si può che convincere di quanto l’atmosfera lussuosa sia piacevolmente reale.

Grand Hyatt Cannes Hôtel Martinez

73 Boulevard de la Croisette, 06400 Cannes, France

+33 4 93 90 12 34

hotel-martinez.hyatt.com/en/hotel/home.html

Bairro Alto Hotel: una riapertura accompagnata dalle note del Fado

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 - Bairro Alto Hotel

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 – Bairro Alto Hotel

Centro di uno dei più grandi imperi della storia, Lisbona è tutt’oggi il cuore pulsante della vita culturale del Portogallo. Sontuosi quartieri testimoniano il nobile retaggio di questa città; tra questi non può che spiccare il Bairro Alto, che, a dispetto del terribile terremoto del 1755, conserva ancora splendidamente la sua struttura originaria.

È qui, tra le vie dove passeggiava Pessoa e dove risuonano le melodie del Fado, che si erge un capolavoro dell’architettura Pombalina: il Bairro Alto Hotel della Leading Hotels of the World. I lavori, iniziati nel 2016, sono entrati nel vivo a fine 2017, comportando la chiusura dell’albergo, la cui riapertura è prevista per settembre 2018.

L’obbiettivo della committenza, la quale ha affidato la direzione dell’opera di rinnovamento all’architetto Eduardo Souto de Moura, vincitore del prestigioso premio Pritzker e progettista del Ponte dell’Accademia a Venezia, prevede la conservazione dell’edificio, ma soprattutto l’incremento del numero delle stanze che, con l’aggiunta di 33 unità, raggiungerà il numero di 87; tale aumento sarà possibile mediante l’espansione in un edificio contiguo del diciottesimo secolo.

Un panorama tutto da gustare

Una struttura tanto lussuosa e di notevole valore storico sarà logicamente arredata da un mobilio classicheggiante; tuttavia, tale storicità non deve trarre in inganno, in quanto l’antico saprà convivere benissimo con il moderno delle apparecchiature tecnologiche.

Ne consegue che anche nel resto del palazzo non mancheranno i comfort tipici di alberghi di una così alta levatura. Gli ospiti saranno perciò del tutto liberi di usufruire della palestra e del centro benessere, oppure potranno salire sulla terrazza panoramica che merita senz’altro una menzione d’onore, per via delle splendide vedute sull’estuario del fiume Tago, sui colli di Lisbona o più semplicemente sul percorso del famosissimo tram 28.

Un ottimo hotel non potrebbe però essere tale senza un buon ristorante tra le sue pertinenze; è in questo contesto che emerge il Terrace Bar, dalla cucina europea con influenze locali, che all’occorrenza ha anche funzione di bar dove godersi un cocktail in tutta tranquillità. Il bar-ristorante, come si deduce dal nome, è inoltre contiguo alla terrazza, ergo anche i pasti hanno sono accompagnati da un notevole scorcio sulla capitale portoghese.

A settembre, quindi, non riaprirà soltanto un hotel boutique, ma anche uno splendido monumento al lusso e ai secoli d’oro di un paese che, con la sua atmosfera pacifica, incanterebbe anche il più esigente dei viaggiatori.

Bairro Alto Hotel

Praça Luís de Camões 2, 1200-243 Lisboa, Portugal

+351 21 340 8288

bairroaltohotel.com/pt/

Raffles Hotel Singapore: una perla in una città che guarda verso l’alto

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 - Raffles Hotel Singapore

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 – Raffles Hotel Singapore

Da isoletta di pescatori, Singapore con gli anni si è evoluta ad una velocità spaventosa, tanto da guadagnarsi il titolo di tigre asiatica. Mattone dopo mattone, pilastro dopo pilastro, sì è trasformata in una metropoli moderna, all’ombra di grattacieli che svettano sempre più in alto nel cielo. In questo contesto urbano si affaccia quello che si potrebbe definire una rarità, un regalo del passato di questa pulsante cittadina: il Raffles Singapore Hotel.

In un mare di ferro e vetro spicca senz’altro la bianca sagoma di questo albergo inaugurato nel 1887, recante un nome decisamente importante, quello del fondatore della città: Sir Thomas Stamford Raffles, cosa che lo rende altresì la nave ammiraglia della catena che lo gestisce, la Raffles Hotels & Resorts. L’edificio, ampliatosi negli anni e sopravvissuto anche all’occupazione giapponese durante la Seconda Guerra Mondiale, presenta ancora l’originale impianto coloniale con influenze neorinascimentali, opera dell’architetto Regent Alfred John Bidwell.

Attualmente il resort è ancora chiuso per gli interventi di rinnovamento; tuttavia è in previsione la riapertura nella seconda metà del 2018. Verrà mantenuto lo storico impianto coloniale e saranno potenziate le infrastrutture; gli interni saranno curati dalla designer Alexandra Champalimaud, già curatrice del Dorchester di Londra e del Four Seasons di Jakarta.

Shopping e cultura si incontrano in un monumento nazionale

Per quanto concerne i servizi a disposizione dell’hotel, già di livello decisamente eccellente, figureranno, oltre ai classici centri benessere, piscina, giardini e palestra, una galleria commerciale composta da ben 40 negozi di lusso dove gli ospiti si potranno intrattenere soddisfacendo la loro voglia di shopping.

Gli shopaholic non saranno però i soli a godere dei vantaggi del soggiornare al Raffles. Saranno presenti ben 8 ristoranti in grado di incontrare i gusti di chiunque, spaziando dalla cucina internazionale a quella francese, italiana, cinese e giapponese. Non bisogna poi dimenticare che, proprio al bar dell’hotel, è nato il celeberrimo cocktail Singapore Sling, attualmente disponibile in un locale pop-up e preparato secondo la ricetta originale.

A completare il quadro delle infrastrutture alberghiere ci saranno inoltre un teatro e un museo. Così da non scontentare i clienti che, oltre al lusso, ricercano anche la cultura.

Del resto, non è per nulla casuale l’inserimento del Raffles tra i monumenti nazionali da parte del governo di Singapore già nel 1987. Una lungimiranza che pare sia destinata ad essere perpetrata.

Raffles Hotel Singapore

1 Beach Rd, Singapore 189673

+65 6337 1886

raffles.com/singapore/

Hôtel Lutetia: in attesa di rinnovamento sulla Rive Gauche

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 - Hôtel Lutetia

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 – Hôtel Lutetia

Da secoli è ormai assodato come Parigi sia una delle città che maggiormente dettano legge in fatto di moda, lusso e stile; lo dimostrano i palazzi, lo dimostrano i ristoranti e lo dimostrano i boulevard costellati da boutique di griffe ormai storiche e riconoscibili pressoché da chiunque.

Nella patria dello chic e dello charmant, poteva forse mancare dalla scena un hotel come il Lutetia? Certo che no, ed ecco infatti che, sulla scia della riapertura di un altro tempio del lusso nel 2017, l’Hôtel de Crillon, anche quest’altra opera d’arte in muratura si prepara alla grande riapertura di giugno dopo ben quattro anni di lavori di ristrutturazione.

A rendere possibile il ritorno in scena di una delle più belle strutture del sesto arrondissement, sulla Rive Gauche, sarà il famoso architetto Jean-Michel Wilmotte, padre tra le altre cose del progetto di rinnovamento del King’s College di Londra. Incaricato dall’Alrov Group, sarà lui a riportare allo splendore del 1910 la struttura di chiaro stampo Art Nouveau e arredata in Art Deco.

Tra prelibatezze stellate e percorsi benessere spirituali

A breve, quindi, sarà di nuovo possibile per i novelli Picasso e Charles de Gaulle risiedere in una delle 184 camere frutto dell’ingegno degli architetti di inizio Novecento Louis-Charles Boileau e Henri Tauzin, mentre il resto degli ospiti potrà altresì usufruire degli innumerevoli servizi messi a disposizione dell’hotel.

Primo fra tutti risalta subito il centro benessere, caratterizzato dall’integrazione di un normale centro benessere con la filosofia Akasha, la quale negli ultimi anni ha raggiunto sempre maggiori consensi; ovviamente non mancherà all’appello un attrezzato centro per il fitness.

In uno dei regni della cucina come si può definire la Francia, un altro elemento che non potrà di certo mancare sono i ristoranti. Qui sono rappresentati dal Lutetia Brasserie, regno del premiatissimo chef marsigliese Gérald Passedat e della sua cucina internazionale, e dal Salon Saint Germain. Anche i bar avranno i loro spazi, dando la possibilità ai clienti di scegliere tra il Josephine e l’Aristide.

Poco tempo ancora, dunque, prima che l’area di Saint Germain possa a tornare veder risplendere la luce di una delle stelle della Ville Lumière.

Hôtel Lutetia

45 Boulevard Raspail, 75006 Paris, France

+33 1 49 54 46 00

hotellutetia.com/

Cadillac Hotel: un mito riemerge dalle spiagge di Miami

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 - Cadillac Hotel

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 – Cadillac Hotel

Molto spesso il concetto di “storico” risulta essere collegato a un fattore anagrafico, ma non sempre questo costrutto è necessariamente vero. Anche fatti di cronaca relativamente recenti possono entrare a far parte della storia; e, allo stesso modo, strutture iconiche ma risalenti a tempi un po’ più recenti possono essere definite storiche. È questo il caso del Cadillac Hotel & Beach Club di Miami.

L’albergo si presenta come un edificio lineare con richiami all’Art Deco, opera dell’architetto France Roy, particolarmente attivo nell’area della cosiddetta città del vizio avendovi costruito, negli anni ‘40, una decina di hotel, tra cui quello preso in esame, entrato a far parte dal 2005 del National Register of Historic Places.

La data prevista per la riapertura ricade nel mese di giugno 2018, tanto che è già possibile prenotare una delle rinnovate 357 stanze, molte delle quali con vista dell’oceano, di questo hotel-grattacielo la cui gestione è ora affidata alla Marriott International.

Le opere di rinnovamento non si sono però limitate solamente alle camere, dal momento in cui sono stati aggiunti due nuovi ristoranti, uno dei quali pronto a servire la pizza, che si aggiungeranno al bar della lobby e al caffè.

Saranno poi disponibili, oltre al palmeto e alla spiaggia privata, un servizio di lavanderia, un centro per il fitness e le piscine. A questi si aggiungerà una biblioteca, che all’occorrenza sarà anche disponibile per eventi privati.

Da non sottovalutare è quindi il valore del Cadillac Hotel. A parte qualche annetto in meno, non ha infatti nulla da invidiare ai suoi “colleghi” più anziani che disseminano il Nuovo e il Vecchio Mondo.

Cadillac Hotel & Beach Club

3925 Collins Ave, Miami Beach, FL 33140, USA

+1 305-538-3373

cadillachotelmiamibeach.com/

Gran Hotel Inglés: l’oro spagnolo tirato a lucido nel centro di Madrid

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 - Gran Hotel Inglés

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 – Gran Hotel Inglés

Al centro della penisola iberica, Madrid, come ai tempi dell’Impero su cui non tramontava mai il sole, è il fulcro dell’economia e della cultura spagnola, come dimostrano le vestigie di una grandezza impossibile da dimenticare.

Nonostante colonie e vice regni siano ormai solo un ricordo, la città ha continuato a ingrandirsi e ad ornarsi di splendide architetture. Tra queste si può annoverare proprio il Gran Hotel Inglés.

Inaugurato nel 1886 su commissione di Agustín Ibarra, questo gioiellino è situato nel Barrio de Las Letras, il quartiere dei letterati. L’area deve il nome all’alta densità di scrittori e poeti che, come Cervantes, vi si stabilirono a partire dal famoso siglo de oro, il secolo d’oro caratterizzato dall’intensa fioritura artistica e culturale della Spagna.

Entrato a far parte del management della Leading Hotel of the World e sotto la tutela della Hidden Away Hotels, la struttura ha riaperto le sue porte nel marzo 2018. Il tutto dopo i necessari lavori di manutenzione e rinnovamento seguiti con attenzione dal Gruppo Rockwell, prestigioso studio di architetti specialisti di design.

Sono così state mantenute le impronte Art Deco delle 48 camere presenti nel palazzo, decorate con opere in bronzo e vetro. A queste si sono andate poi ad aggiungere poltrone disegnate per l’occasione dallo stesso David Rockwell.

Piccole dimensioni, grandissime aspettative

Le dimensioni contenute del Gran Hotel Inglés non devono trarre in inganno, in quanto si limitano a farlo rientrate nella categoria dei boutique hotel. Questo senza però pregiudicare gli indiscussi eccellenza e lusso nella ricezione degli ospiti.

Come nel caso di hotel ben più imponenti, anche qui non mancano centri benessere dotati di Spa e una palestra dove vengono tenuti corsi di yoga, pilates e sessioni private di allenamento. In più, mens sana in corpore sano, giacché tra gli altri servizi figura anche la presenza di una biblioteca dove gli ospiti possono tranquillamente dedicarsi alla lettura davanti al caminetto.

Se poi tutto ciò non dovesse ancora essere sufficiente, i buongustai possono altresì intrattenersi al LobByto, il lounge bar; oppure al Lobo 8, ristorante caratterizzato dall’approccio moderno verso la cucina tradizionale. Questo è il regno dello chef Willy Moya, madrileno già fregiatosi del prestigioso diploma di pasticceria e alta cucina del Cordon Bleu.

Da quanto si deduce, in definitiva, il Gran Hotel Inglés è caratterizzato da una grandissima e fortissima personalità, in grado dapprima di sedurre e poi coccolare in una dimensione particolarmente lussuosa i viaggiatori che decidono di soggiornarvi.

Gran Hotel Inglés

Calle Echegaray, 8, 28014 Madrid, Spain

+34 913 60 00 01

granhotelingles.com/

The Principal London: la rinascita dell’epoca vittoriana

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 - The Principal London

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 – The Principal London

Centro pulsante del Commonwealth britannico, Londra detiene tutt’oggi il titolo di città cosmopolita, crogiuolo di persone diverse che arricchiscono il suo background culturale. Questo importante ruolo di simbolo e propulsore del British lifestyle, tuttavia, non è nato nel giro di una notte. Piuttosto, è frutto dell’intraprendenza già caratterizzante l’epoca elisabettiana, ma soprattutto, qualche secolo dopo, l’età vittoriana.

Mercato del mondo, la Londra di quegli anni ha dato i natali a uno degli hotel più lussuosi della città. È il Russell, attualmente conosciuto come The Principal London, in quanto gestito dalla britannica Principal Hotel Company.

Il progetto originale, redatto dall’architetto Charles Fitzroy Doll, autore anche dei disegni della sala da pranzo del Titanic, ha previsto una struttura dalle linee chiaramente vittoriane, seppur influenzato, nella facciata in terracotta, da tratti tipicamente neorinascimentali.

Chiuso per rinnovamento poco tempo fa, il Principal ha riaperto ad aprile 2018 le sue 334 stanze nel quartiere di Bloomsbury; il tutto a un tiro di sasso da quell’importantissima istituzione che è il British Museum. L’intervento di recupero che ha ridato vita agli interni di questa Mecca del lusso vede come suoi responsabili i designer dello studio Made in England Tara Bernerd & Partners, ingaggiati già più e più volte dai dirigenti del gruppo Four Seasons e della Starwood Capital per i loro alberghi.

I fasti del Regno non passano mai di moda

Al lusso sobrio ed elegante delle stanze si vanno poi ad accostare gli immancabili servizi di un hotel degno di questo nome. Largo dunque a sale congressi, una palestra dotata dei migliori macchinari e di un’area per praticare yoga. A questi si aggiunge una sala ricevimenti, perfetta per fare da cornice a matrimoni da favola.

A questo punto si rende necessario sfatare il falso mito secondo cui la cucina inglese sia pessima; è vero piuttosto il contrario, e a comprovarlo ci pensano lo chef australiano Brett Redman alla guida del Neptune, ristorante specializzato in cucina britannica marinara, e la sommelier Isabelle Legeron, ovvero il Fitz’s, bar recante il nome del padre dell’albergo, la sala da tè The Palm Court, o ancora il caffè Burr & Co.

Tutto in questo albergo rende possibile viaggiare con la mente e con lo spirito ai fasti dei tempi della regina Vittoria. Mantenendo comunque altissimi gli standard di qualità richiesti dai viaggiatori moderni.

The Principal London

8 Russell Square, Bloomsbury, London WC1B 5BE, UK

+44 20 7123 5000

phcompany.com/principal/london-hotel/

Wains Hotel: il lusso nelle terre australi

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 - Wains Hotel

I più lussuosi hotel storici in riapertura nel 2018 – Wains Hotel

Dunedin, un nome tipicamente scozzese, per non dire direttamente gaelico, non potrebbe essere geograficamente più lontano dalle isole britanniche. Si tratta infatti della seconda città più grande dell’Isola del Sud dell’arcipelago neozelandese.

In questa ridente cittadina, fondata dagli europei attirati dalla corsa all’oro appena nel 1848, ha sede uno dei più antichi alberghi della Nuova Zelanda, inaugurato poco più di una decina di anni dopo dal primo insediamento urbano: il Wains Hotel.

Fu però solo nel 1878 che il Wains venne riedificato nello stile che conserva oggigiorno; ossia un neoclassico italianeggiante, costituito da colonne in basalto e capitelli calcarei. Proprio come voluto dagli architetti Mason, Wales e Stevenson, autori di diverse altre opere architettoniche sempre a Dunedin.

La struttura, che si è meritata un posto nel registro della New Zeland Historic Places Trust, è attualmente chiusa per i lavori di rinnovamento voluti dai gestori della catena locale CPG Hotels; tuttavia, è prevista la riapertura entro la fine del 2018, che vedrà il risorgere di un polo del lusso particolarmente rinomato.

Le 48 stanze che compongono l’hotel, arredate sobriamente con uno stile consono all’architettura, sono quasi pronte quindi a ricevere nuovi ospiti. Essi avranno inoltre a disposizione amenità come un centro sportivo e percorsi di jogging che si snodano fino allo spettacolare paesaggio della Regione dell’Otago. A completare il quadro non sarebbe infine potuto mancare il servizio di ristorazione, estrinsecato in questo caso dal Relish Bar & Restaurant, a disposizione dei clienti a partire dell’ora di colazione.

La cura dei dettagli, l’amore per il lusso e la vicinanza al panorama incontaminato della Nuova Zelanda. Tutto questo rende il Wains Hotel una pietra preziosa che immancabile nella collezione degli amanti dei viaggi più sofisticati.

Wains Hotel

310 Princes St, Dunedin, 9016, Nuova Zelanda

+64 3-477 1145

cpghotels.com/our-hotels/wains-hotel-dunedin/

Condividi: