GUIDA AI SEGRETI NASCOSTI DELLA MILANO SOTTERRANEA

4897
0
Condividi:

Seppur difficile da immaginare, Milano, capitale della moda e motore dell’economia italiana, sempre più internazionale e cosmopolita, nasconde sotto la sua superficie un’altra metropoli: la Milano sotterranea. Scoprite con noi i suoi segreti più reconditi.

Non a grandi profondità si snodano infatti, strade, monumenti, edifici appartenenti a differenti epoche e vicende storiche che raccontanto i vari stadi della storia milanese. Scendendo i gradini sottoterra, verso un territorio in cui regna un silenzio surreale, lontano dai rumori del traffico e della movida meneghina, si possono esplorare luoghi misteriosi e di solito ignorati in un itinerario turistico tradizionale. A seguire proponiamo quindi, alcune delle tappe imperdibili dell’affascinante percorso alla scoperta della Milano sotterranea

Battistero di S. Giovanni alle Fonti

Milano Sotterranea: Battistero di S. Giovanni alle Fonti

Milano Sotterranea: Battistero di S. Giovanni alle Fonti

Sotto piazza Duomo – vi si accede dall’interno della Cattredrale – si trovano i resti di uno dei più anitichi battisteri di Milano, punto di partenza ideale per visitare la Milano sotterranea. Risalente al IV secolo d.C., il Battistero di S.Giovanni alle Fonti è posto a circa 4 metri al di sotto del pavimento del Duomo. Si trattava di un battistero con vasca ed edificio di forma ottagonale, forse il primo di questo genere della Cristianità. Scoperto negli anni ’60 durante i lavori di costruzione della metropolitana milanese, è qui che Sant’Ambrogio battezzò Sant’Agostino nel 387 d. C. durante la veglia pasquale. 

www.duomomilano.it

Piazza Duomo, Milano

Cripta di San Giovanni in Conca

Milano Sotterranea: Cripta di San Giovanni in Conca

Milano Sotterranea: Cripta di San Giovanni in Conca

Nei sotterranei di ciò che rimane della Basilica paleocristiana di S. Giovanni in Conca, in Piazza Missori, è oggi visitabile l’unico esempio di cripta romanica a Milano, una tappa obbligata nell’itinerario della Milano Sotterranea. Il complesso risale al V-VI secolo d.C. e ha subito varie vicende nell’arco del tempo che ne hanno modificato l’uso. È stato dapprima adibita a mausoleo della famiglia Visconti, in seguito a magazzino di ferramenta e carri per i francesi, fino allo smantellamento nel 1949 per la realizzazione dell’asse viario di via Albricci.

www.lombardiabeniculturali.it

Piazza Giuseppe Missori, 22 Milano

Cripta di San Sepolcro

Milano Sotterranea: Cripta di San Sepolcro

Milano Sotterranea: Cripta di San Sepolcro

Nuova gemma nel percorso alla scoperta della Milano sotterranea, dopo oltre 50 anni ha recentemente riaperto la Cripta di San Sepolcro negli spazi sottostanti la Chiesa di San Sepolcro, nell’omonima piazza. Fu edificata a partire dal 1030 nel luogo dove si trovava il Foro Romano, di cui conserva ancora oggi il pavimento originale del IV secolo.

Identificata da Leonardo da Vinci come il centro di Milano, la cripta fu scelta da San Carlo Borromeo come luogo personale di preghiera, tanto che è ancora oggi presente una sua statua in terracotta che lo ritrae inginocchiato in raccoglimento.

www.criptasansepolcromilano.it

Piazza S. Sepolcro, Milano

Foro Romano

Milano Sotterranea: il Foro Romano

Milano Sotterranea: il Foro Romano

Era il centro cittadino dell’antica Mediolanum, il fulcro del commercio, dell’amministrazione, della giustizia, nonché della religione. Si estendeva per un’area di 160 per 100 metri e i suoi resti archeologici si trovano ancora nei sotterranei della Biblioteca Ambrosiana. Ciò che è sopravvissuto del foro reca oggi tracce dell’antica pavimentazione augustea e merita sicuramente una visita nell’itinerario attraverso la Milano Sotterranea.

www.criptasansepolcromilano.it

Via dell’Ambrosiana, Milano

Teatro Romano

Milano Sotterranea: il Teatro Romano nel contesto del Museo Sensibile

Milano Sotterranea: il Teatro Romano nel contesto del Museo Sensibile

In un’area di circa 450 metri quadri, nei sotterranei di Palazzo Turati, sede della Camera di Commercio di Milano, si possono visitare i resti di un Teatro Romano costruito durante l’impero di Augusto (31 a.C.-14 d.C.). Luogo da non trascurare nel viaggio nella Milano sotterranea, dal 2008 si può ammirare ciò che rimane delle fondamenta della cavea del teatro nel contesto del Museo Sensibile. Si tratta di un percorso multimediale in cui si è avvolti dall’essenza del periodo. Si attraversa infatti una passerella trasparente circondati da un gioco di luci e ombre, con il sottofondo di musiche e versi in latino di una commedia di Plauto. 

www.milomb.camcom.it

Via S. Vittore Al Teatro, 14 Milano

San Bernardino alle Ossa

Milano Sotterranea: Ossario di San Bernardino alle Ossa

Milano Sotterranea: Ossario di San Bernardino alle Ossa

Forse il luogo più particolare e affascinante della Milano sotterranea, l’Ossario della chiesa primitiva di San Bernardino all Ossa, risalente al 1269 d.C., condivide le sue origini con l’ospedale del Brolo, fungendo da camera per accogliere le ossa dei malati defunti. Gravemente danneggiati nel 1642 per il crollo del campanile della vicina chiesa di S. Stefano, sia la facciata della chiesa che l’Ossario vennero riparati e le pareti di quest’ultimo furono adornate con ossa umane, probabilmente provenienti dai cimiteri soppressi. Gli inquietanti resti si snodano lungo le pareti componendo fregi e disegni; il tutto è poi in netto contrasto con lo sfondo nero dei muri.

www.sanbernardinoalleossa.it

Via Verziere, 2 Milano

Sotterranei del Castello Sforzesco

Milano Sotterranea: i Sotterranei del Castello Sforzesco

I Sotterranei del Castello Sforzesco: la Strada Coperta della Ghirlanda

Noti come Strada Coperta della Ghirlanda, i Sotterranei del Castello Sforzesco di Milano costitiscono un percorso molto esteso che dalla fortezza si estende sotto il Parco Sempione e porta poi verso la campagna milanese, fungendo da apparato difensivo. Una vera macchina di ingegneria quattrocentesca costituita da cunicoli, passaggi e torri, un tempo attraversata a piedi e a cavallo da soldati e nobili milanesi che potevano così darsi alla fuga.

www.milanocastello.it

Piazza Castello, Milano

Albergo Diurno di Porta Venezia

Milano Sotterranea: Albergo Diurno di Porta Venezia

Milano Sotterranea: Albergo Diurno di Porta Venezia

L’ex Albergo Diurno per anni è stato una tappa obbligata per chi arrivava a Milano e necessitava di un momento di benessere. Risalente ai primi anni ’20, si trova sotto i bastioni di Porta Venezia ed ha un’area di 1200 metri quadrati. Si divide in 2 ambienti: quello termale, con 6 bagni lussuosi più altri 30 con vasche e docce, e quello del salone degli artigiani, dove si proponevano servizi di manicure e pedicure, parrucchiere, stireria e lavaggio degi indumenti. Dopo aver perso di attrattiva e chiuso negli anni ’90, dal 2014 questo gioiello di Art Déco della Milano sotterranea è tornato a splendere ed è visitabile in occasione delle Giornate de FAI.

www.turismo.milano.it

Piazza Oberdan, Milano

Albergo Diurno Cobianchi 

Milano Sotterranea: Albergo Diurno Cobianchi

Milano Sotterranea: Albergo Diurno Cobianchi

Fondato nel 1924 dall’imprenditore Cleopatro Cobianchi, questo Albergo era uno spazio sotterraneo pensato per i turisti in visita a Milano. La struttura univa infatti servizi di cura della persona a servizi turistici e di promozione del territorio. Un ambiente lussuoso, caratterizzato da uno stile tra il liberty e il déco, vera perla della Milano sotterranea, fu chiuso poi negli anni ’90. Da quest’anno il Cobianchi ha finalmente riaperto al pubblico riaffermando il suo spirito di Circolo culturale e letterario, ricreando così il “salotto buono” della Milano degli anni ’20.

www.circolocobianchiduomo.it

Piazza Duomo, 19A Milano

Rifugio 87

Milano Sotterranea: Rifugio Antiaereo 87

Milano Sotterranea: Rifugio Antiaereo 87

Datato 1940, è l’87esimo dei 135 rifugi antiaerei construiti dal Comune di Milano durante la Seconda Guerra Mondiale. È un vero e proprio bunker situato negli scantinati della scuola elementare Giacomo Leopardi in viale Bodio ed è risorto solo nel 2011 dopo anni di oblìo, riportando alla luce un punto di estremo interesse nella Milano sotterranea. Si tratta di uno spazio a ferro di cavallo diviso in due: una parte, quella oggi visitabile, fungeva da rifugio pubblico; l’altra, ancora da sistemare, era adibita a scuola, così che anche nei momenti più cupi e di pericolo, i più piccoli trovassero una parvenza di normalità. 

www.neiade.com

Via Bodio, 22 Milano

Rifugio Antiaereo di Piazza Grandi

Milano Sotterranea: Rifugio Antiaereo di Piazza Grandi

Milano Sotterranea: Rifugio Antiaereo di Piazza Grandi

Costruito nel 1936, è uno spazio sotterraneo di 250 metri quadri composto da 24 stanze che potevano accogliere fino a 400 persone, in cerca di riparo dalle incursioni aeree durante la Seconda Guerra Mondiale. Recentemente restaurato assieme alla fontana sovrastante, cuore di Piazza Grandi, luogo di memoria della Milano sotterranea, si può ora visitare su prenotazione. Sui muri del rifugio si leggono ancora oggi le scritte riportanti le indicazioni, i divieti e le regole, oltre alle testimonianze di dolore e paura dei rifugiati qui nascosti.

www.comune.milano.it

Piazza Grandi, Milano

Condividi: