GUIDA DI PARMA DI GIANMATTEO MALCHIODI

4877
0
Condividi:

Due volte l’anno il Il Mercante in Fiera. Ad ottobre il Festival Verdiano. A dicembre il Parma Jazz. Oltre ad un fitto programma di eventi enogastronomici legati al prosciutto e al culatello. Questi sono solo alcuni dei motivi per visitare Parma, una delle piccole gemme Italiane. Che di pretesti non ne avrebbe bisogno. Ecco la nostra guida di Parma con tutti gli indirizzi di Gianmatteo Malchiodi, antiquario parmense, che conosce tutto della propria città. 

Guida di Parma

Guida di Parma

Parma, antica città italiana, le cui fondamenta sono attribuibili a una miscellanea di popoli, quali Etruschi, Celti, Romani e persino Barbari, è oggi una delle città più apprezzate d’Italia. Il Telegraph, infatti, l’ha collocata al 4° posto tra le città con la miglior qualità della vita al mondo. E un sondaggio di Panorama l’ha scelta come città preferita d’Italia. Il successo di Parma è dovuto a una lunga serie di fattori. Come ad esempio la grande varietà culturale. Per la quale si devono ringraziare le famiglie che, sin dal Rinascimento, l’hanno presieduta e arricchita (i Farnese, i Borboni e gli Asburgo). Ma non solo arte e architettura: nel panorama Parmense la gastronomia non va messa in secondo piano. Il ricco patrimonio di tradizione culinaria ha infatti reso questa città un’apprezzatissima meta gastronomica, tanto da ricevere, nel 2015, il titolo di Città Creativa per la gastronomia dall’Unesco.

QUANDO ANDARE

Sebbene Parma offra moltissimo in qualsiasi periodo, vi sono ogni anno due eventi che possono fungere da pretesto per una visita. Il primo è il Mercanteinfiera: la più grande fiera italiana di antiquariato. Che vede centinaia d’espositori da tutto il mondo presentare le proprie opere di modernariato, antichità e collezionismo. Il secondo è il Festival Verdiano: ovvero la celebrazione che si propone di omaggiare uno dei padri della lirica italiana, Giuseppe Verdi, nonchè dai natali parmensi. 

COSA VEDERE

Orto Botanico

Guida di Parma

Guida di Parma

Nato per volontà del duca Ranuccio I Farnese nel 1630, nei tempi antichi questo angolo di verde era conosciuto come Orto dei Semplici: ovvero un appezzamento in cui venivano coltivate piante medicinali. Oggi rappresenta un polo di biodiversità flogistica che raccoglie più di 2000 specie di piante. Tra cui le famose violette di Parma che possono essere acquistate dai visitatori in primavera.

Guida di Parma

Guida di Parma

Str. Luigi Carlo Farini, 90 43121 Parma – Tel: 0521 903433

Museo Glauco Lombardi

Guida di Parma

Guida di Parma

Questo museo, fondato da Glauco Lombardi nel 1915, raccoglie meraviglie storiche e artistiche appartenute a Parma e ai suoi abitanti tra il XVIII e XIX secolo. Si focalizza in particolare Maria Luisa d’Asburgo-Lorena: seconda moglie di Napoleone nonché imperatrice di Francia e Duchessa di Parma. Il museo raccoglie i beni personali dell’imperatrice: gioielli, lettere di Napoleone, cristallerie, pezzi d’arte e vestiti di gala. Inoltre promuove iniziative ed eventi riguardanti proprio la Duchessa. Culminanti a metà dicembre proprio nella “Settimana di Maria Luigia”, in cui gli abitanti di Parma, ancora molto attaccati alla figura della Duchessa, ne ricorda la personalità.

Str. Giuseppe Garibaldi, 15 43121 Parma – Tel: 0521 233727

Basilica di Santa Maria della Steccata

Guida di Parma

Guida di Parma

Sede dell’Ordine Costantiniano di San Giorno e mausoleo dei duchi di Parma, questa Basilica si contraddistingue non solo per i bellissimi affreschi, iniziati dal Parmigianino e proseguiti da Michelangelo Anselmi, ma anche per la presenza di un grande organo a canne. La visita va infatti fatta durante una delle messe in cui l’organo viene utilizzato.

Str. Giuseppe Garibaldi, 5 43121 Parma – Tel: 0521 234937

Castello di Torrechiara

Situato sulle colline di Torrechiara, a circa 18 km da Parma, il castello di Torrechiara è considerato uno dei migliori esempi di castello italiano, poiché in esso si conservano elementi architettonici sia del periodo medievale che rinascimentale. Adibito a roccaforte d’amore per Pier Maria II de’ Rossi e la sua amante, Bianca Pellegrini di Arluno, questo castello non ha mai smesso di vivere ed essere vissuto. Esso infatti è stato portato alla ribalta mediatica come set cinematografico di diversi film, tra cui Condottieri (Luis Trenker, 1937) e Ladyhawke (Richard Donner, 1985).

Strada del Castello, 43013 Torrechiara, Langhirano, – Tel: +39 0521 355255

Rocca Meli Lupi di Soragna

Guida di Parma

Guida di Parma

Questo castello di origine medievale sorge a Soragna, comune distante 30km dal centro di Parma. Di proprietà tutt’oggi della famiglia Meli Lupi, la quale resse il principato di Soragna fino all’abolizione del feudalesimo, il castello non solo offre un ricco percorso di visita ma anche una lugubre leggenda. Si racconta, infatti, che sia abitato dal fantasma di Donna Cenerina, al secolo Cassandra Marinoni, moglie di Diofebo II Meli Lupi, uccisa barbaramente dal cognato. Poiché il delitto rimase impunito, la leggenda vuole che lo spirito della donna vaghi per il castello a presagire la morte dei posteri della casata.

Soragna (PR)

Palazzo della Pilotta

Sorto sul calare del XVI secolo, durante il ducato di Ottavio Farnese, il Palazzo della Pilotta racchiude in sé molte delle attrattive parmensi. Al suo interno sono presenti la Galleria Nazionale, la Biblioteca Palatina e il Museo archeologico. La struttura del Palazzo ricorda una vera e propria cittadella, tant’è che nei propositi per la sua costruzione, protrattasi fino ai giorni nostri, vi era l’idea di renderlo un polo di servizi complementari rispetto al Palazzo Ducale, residenza dei Farnese.

Piazza della Pilotta, 43121 Parma – Tel: 0521 233617

Galleria Nazionale

Guida di Parma

Guida di Parma

La galleria Nazionale, con sede all’interno del Palazzo della Pilotta, raccoglie una ricca collezione di opere d’arte iniziata nel Rinascimento dalla famiglia Farnese e arricchita nel corso dei secoli dai successori adepti dell’arte, tra cui Filippo di Borbone che, al suo interno, fece istituire l’Accademia di Belle Arti. Oggi la galleria raccoglie le opere di molti artisti che hanno fatto la storia dell’arte, tra cui Leonardo, il Parmigianino, Guercino e Tintoretto.

Piazza della Pilotta, 5 43121 Parma – Tel: 0521 233309

Teatro Farnese

Guida di Parma

Guida di Parma

Voluto da Ranuccio I, duca di Parma e Piacenza, nel 1618, questo Teatro, situato all’interno del Palazzo della Pilotta, ha avuto per secoli una storia travagliata. Il suo palco infatti è stato scenario di soli 9 spettacoli, l’ultimo nel 1732, per poi vivere la decadenza nonché la semi distruzione durante un bombardamento alleato negli anni della II Guerra Mondiale. Ricostruito negli anni ’50, oggi il teatro vive una nuova esistenza ospitando saltuariamente spettacoli di diversa natura.

Piazzale della Pilotta, 15 43121 Parma – Tel: 0521 233309

Biblioteca Palatina

Guida di Parma

Guida di Parma

Con sede all’interno del Palazzo della Pilotta, la Biblioteca Palatina viene inaugurata nel 1769 e nasce dalla predisposizione alla cultura di Filippo e Ferdinando di Borbone. La biblioteca è suddivisa per materie, ovvero: teologia, nomologia, filosofia, istoria, filologia e arti liberali. Al suo interno sono raccolti più di 700.000 tra volumi, periodici, carteggi e presenta persino la più grande raccolta di manoscritti ebraici liberamente consultabili del mondo.

Strada alla Pilotta, 3 43100 Parma – Tel: 0521 220411

Duomo

Guida di Parma

Guida di Parma

Con la sua facciata romanica, gli interni di rivisitazione rinascimentale e gli affreschi gotici, il Duomo di Parma è la chiesa principale della diocesi di Parma. Situato nell’omonima piazza, il Duomo non solo merita una visita da parte dei ferventi credenti, ma anche da chi nutre una sincera passione per l’arte che può essere qui largamente compiaciuta dai meravigliosi affreschi del Correggio.

Piazza Duomo, 7 43121 Parma – Tel: 0521 235886

Guida di Parma

Guida di Parma

DOVE DORMIRE

Villino di Porporano

Guida di Parma

Guida di Parma

Situato nell’omonimo borgo, a pochi chilometri dal centro di Parma, il Villino di Porporano unisce la comodità di un B&B all’atmosfera calda e familiare di chi pratica l’ospitalità come l’arte del vivere. Le lenzuola di lino, i letti in ferro battuto, le travi a vista e l’incantato giardino su cui affaccia la struttura rurale  trascendono la mera idea di alloggio. Non solo l’estetica, ma anche la cordialità nonché disponibilità della padrona di casa rendono il Villino di Porporano una destinazione irresistibile. Ad aggiungersi, i tour gastronomici e le lezioni di cucina impartite dalla padrona stessa.

Guida di Parma

Guida di Parma

Strada Bodrio, 26 43123 Parma – Tel: 0521 162 6836

Pio Rooms

Guida di Parma

Guida di Parma

Questo B&B rappresenta la soluzione ideale per il turista che abbia il desiderio di unire la praticità di un alloggio centrale all’eleganza sussurrata tipica dell’ospitalità parmigiana. Pio Rooms si trova infatti ad appena 15 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria, 10 minuti dal parcheggio coperto a pagamento Toschi ed è prossimo alle principali attrazioni della città, le quali sono raggiungibili comodamente a piedi. Le camere sono il rifugio ideale dopo una giornata satura di cultura e piaceri. All’ambiente intimo e familiare si unisce la cordialità e disponibilità dei proprietari, i quali non solo offrono ottime colazioni ma anche ottimi consigli su cosa vedere e dove mangiare in città.

Borgo Venti Marzo, 14 43121 Parma – Tel: +39 3477769065 – +39 3387451664

DOVE MANGIARE

Ai Due Platani

Guida di Parma

Guida di Parma

Voci di corridoio lo etichettano come il miglior ristorante di Parma. È la sintesi perfetta tra cucina tradizionale e innovazione, in cui i tipici tortelli emiliani sono fonte di autentici voli pindarici. Molti sono i piatti imperdibili, probabilmente tutti, ma se per il salato l’ardua scelta spetta al palato del cliente (indirizzato dai sapienti consigli dello chef), per il dolce non vi sono dubbi: il gelato mantecato della casa. Tappa culinaria obbligata, non solo presenta un’eccelsa qualità ma anche un adeguato prezzo.

Strada Budellungo, 104a 43026 Parma – Tel: 0521 645626

Trattoria La Buca

Guida di Parma

Guida di Parma

In prossimità del fiume Po, tra le provincie di Cremona e Parma, sorge la pietra miliare della cucina emiliana. Forte di una tradizione familiare centenaria, supportata da ben 5 generazioni di donne, questa trattoria rappresenta il fiore all’occhiello del territorio. Nelle sue cantine è stato addirittura concepito il culatello. Ovviamente questa pietanza rappresenta la più celebre attrattiva del locale che, abbinata alla cordialità delle padrone di casa, è in grado di regalare un’esperienza culinaria unica nel suo genere.

Via Ghizzi, 6 43010 Zibello (PR) – Tel: 0524 99214

Pizzeria Al Faro

Guida di Parma

Guida di Parma

Per chi, dopo avere provato qualsivoglia piatto parmigiano, voglia tornare a pietanze dal raggio nazionale, questo è il posto indicato. Perché sì, è vero che la pizza di Napoli è impareggiabile, ma quella della Pizzeria Al Faro rappresenta una più che notevole rivale. Con i trompe l’oeil del capoluogo campano alle pareti, l’atmosfera cordiale e la miglior pizza della città davanti a sé, alla pizzeria Al Faro sarà possibile vivere uno squarcio d’Italia che esula dalla sola Parma.

Via la Spezia, 208 43126 Parma – Tel: 0521 959116 

Ristorante Leon d’Oro

Guida di Parma

Guida di Parma

Altro ristorante storico di Parma, altra tradizione culinaria ricca da gustare. Qui il cibo viene presentato su dei carrelli, i quali permettono una visuale completa dell’offerta della famiglia Ghisellini, titolare del ristorante. Dagli assortimenti di salumi e primi a quelli di bolliti, arrosti, verdure e dolci, la gamma della scelta è molto ampia. L’ambiente è di quelli alla buona, dove alla seria formalità si predilige un piatto colmo e un’atmosfera decisamente rilassata.

Viale Antonio Fratti, 4 43121 Parma – Tel: 0521 773182

BAR E CAFE’

Enoteca fontana

Guida di Parma

Guida di Parma

Ristoro per gli amanti di vino, salumi e buona compagnia, questo è il ritrovo ideale non solo per bersi un calice di rosso dei colli parmigiani, ma anche per pranzi e aperitivi. È tra i locali più gettonati nel cuore di Parma e raccoglie tanto giovani studenti quanto personalità più agée. I posti a sedere sono limitati e l’affluenza, sempre consistente, è sintomatica di quanto questo luogo sia tra i preferiti.

Str. Luigi Carlo Farini, 24 43121 Parma – Tel: 0521 286037

Latteria N.61

Guida di Parma

Guida di Parma

Prodotti freschi e fatti in casa caratterizzano questo bar. Qui, al N.61, è infatti possibile trovare croissant appena sfornati la mattina a colazione. Ricche insalate per pranzo. E deliziosi spuntini per merenda. La lista di prodotti è varia e assortita: dalle focacce farcite ai dolci alle pizze. La titolare nonché cuoca è siciliana. Così da trovare in ogni piatto un tocco di varietà. Da provare il panino con la tartara di cavallo: vera specialità parmense.

Borgo Tommasini, 24/A 43121 Parma – Tel: 0521 711951

Pasticceria Torino

Guida di Parma

Guida di Parma

La pasticceria Torino rappresenta un pezzo di storia della città di Parma. Al suo interno vi sono infinite dolcezze. Tutte da leccarsi i baffi. Dalle delicatissime frolle alla pasticceria minuta. Ma il pezzo forte del locale è la Torta Duchessa di Parma: un mix di samblé, zabaione e cioccolato da far perdere la testa.

Str. Giuseppe Garibaldi, 61 43121 Parma – Tel: 0521 235689

Pasticceria Pagani

Guida di Parma

Guida di Parma

Anche da Pagani, altra storica pasticceria di Parma, ce n’è per tutti i palati. Gli abitué sostengono che la vera prelibatezza della casa sia la Torta Ungherese: dolce a base di caramello, pandispagna e cioccolato. Oltre a questa, di notevole menzione, si aggiungono meringhe e cannoncini della casa.

Via XX Marzo, 4 Parma 43121 – Tel: 0521 206322

Labò Friendlyfoodshop

Guida di Parma

Guida di Parma

Per una serata tranquilla ma affatto noiosa, Labò Friendlyfoodshop è il ritrovo ideale. Ottimi cocktail, musica live e clientela giovane rallegrano l’ambiente di questo bar in pieno centro. 

Piazzale Inzani, 3/A Parma – Tel: 0521 181 3585

DOVE COMPRARE

Ginger for Breakfast

Guida di Parma

Guida di Parma

È una realtà decisamente innovativa, nata in Emilia-Romagna e cresciuta con le tradizioni culinarie del mondo. Francesca, ovvero la mente e le mani dietro questo progetto, svolge una considerevole quantità di iniziative riguardanti il mondo del cibo e l’arte del convivio. Tra i servizi offerti, vi sono lezioni di cucina che partono dalla scelta del menù, passano da un’oculata spesa e terminano con la preparazione del piatto scelto, nonché del suo assaggio. Francesca fornisce anche una “cucina a domicilio”, ovvero si reca a casa di chi, impaziente di mangiare e un po’ meno di cucinare, necessità un servizio che va dalla preparazione del pasto al riassetto dell’intero spazio ad esso adibito. Molti altri poi sono i servizi offerti da Ginger, tutti da scoprire sul suo sito.

http://www.gingerforbreakfast.it/

Invento di Valentina Bontardelli

È il negozio vintage per antonomasia, dove è possibile perdersi nei manufatti più impensabili, riscoprire necessità impellenti e sognare, nonché assaporare, epoche non vissute. Dalle lampade di design agli antichi poster, dai giocattoli in legno fino alle scatole di latta per custodire sogni e desideri, Invento Parma è un autentico paradiso per gli amanti dell’oggettistica vintage.

Via Nazario Sauro, 14/B 43121 Parma – Tel: 0521 284917

Cartoleria Avanzini

Guida di Parma

Guida di Parma

Per gli amanti dell’odore della carta vergine d’inchiostro, per chi trova irresistibile la vista di matite ben temperate e stilografiche saldamente incappucciate, benvenuti nell’eden della cartoleria. Questo luogo, i cui connotati ricordano le peculiarità dei migliori vini, ha raggiunto nel tempo la propria migliore condizione, unendo all’inevitabile contemporaneità l’allure degli anni ’50. Il risultato è uno sbalzo storico che riunisce l’esigenza materiale del presente all’estetica di metà secolo, imperdibile anche per chi, all’uso vecchia scuola della carta, preferisce i più moderni sussidi tecnologici.

Strada Cavour, 26 43121 Parma – Tel: 0521 234420

Profumeria Biba

Un campo pieno di boccioli in fiore, pronti a colmare la neutrale aria con le proprie profanazioni. Ecco cosa è la Profumeria Biba. Tra le storiche profumerie di Parma, qui è possibile ricercare le fragranze adatte a ogni tipo di naso ed esigenza. Dalle profumazioni più di nicchia per uomo, donna e ambiente fino ai prodotti di cosmetica, questo negozio nel centro città è in grado di stimolare l’olfatto di chiunque. Se è vero che per ogni esperienza vi è un odore, questo è il luogo in cui scoprire qual è il profumo che vi ricorderà la città di Parma e le sue bellezze.

Borgo San Biagio, n. 8/A 43100 PARMA – Tel: 0521-208808

Filippo Alpi

Guida di Parma

Guida di Parma

Cuore della sartoria parmigiana, questa boutique nel centro storico di Parma ha vestito negli anni uomini e donne, locali e forestieri, stregati da dalla sua classe senza tempo. A cavallo tra l’elegante e lo sportivo, all’interno di questo spazio sono reperibili accessori e abiti di manifattura italiana, confezionati con i migliori materiali: dal lino al cotone e alla seta, spesso mischiati per creare risultati sorprendenti sia al tatto che alla vista.

Borgo S. Ambrogio, 4/B 43100 Parma – Tel: 0521 230197

Greeenery

Guida di Parma

Guida di Parma

Greenery è la graziosa bottega dei fiori di strada Farini. Basta un’occhiata fugace alla vetrina per perdersi in buquet di rose recise, vasi di ortensie e composizioni da far invidia a Monet ne “Il ponte giapponese”. È il paradiso di chi al pollice verde abbina i delicati colori del tulipano, il profumo del narciso e la passione per un romanticismo sussurrato che Monica e Francesca Riccò, titolari di Greenery, esprimono al meglio nel loro negozio.

Strada Farini, 48/D 43121 Parma – Tel: 0521 289077

Guida di Parma

Guida di Parma

Forno Ducale

Guida di Parma

Guida di Parma

Questa panetteria è il paradiso dei ghiotti. È il forno vegano della città, in cui la signora Rita prepara qualsivoglia leccornia, dal semplice pane (di kamut, farro, tritinum monococcum “enkir”) ai dolci, ai prodotti di gastronomia.  

V.lo S.Caterina, 17 43125 Parma – Tel: 0521 284029

Ciclofficina

Guida di Parma

Guida di Parma

La Ciclofficina è il laboratorio aperto che, ogni Mercoledì dalle 17 alle 20, lascia campo e creatività agli amanti delle bici. Chiunque abbia una bicicletta da rimodernare, un sogno ciclistico da realizzare o semplice manualità d’applicare, troverà qui il proprio eden terrestre. Seguiti da un team di meccanici competenti nonché da una folta fornitura d’attrezzi, qui sarà possibile trasformare una semplice bicicletta nel monito della propria creatività e, perché no, anche di un animo ecologico.

Borgo Tanzi, 26 43125 Parma

Erboristeria Orto dei Semplici

Al suo interno vi è tutto ciò che ci si aspetterebbe di trovare in una erboristeria, più l’incredibile valore aggiunto di una tradizione imprescindibile. L’Orto dei Semplici, in età medievale, era infatti la parte del monastero adibita alla coltivazione dei semplici, ovvero le erbe medicinali. Oggi questa erboristeria ha raccolto la tradizione millenaria e, in collaborazione con i Frati in Borgo del Parmigianino, vende al pubblico prodotti di cosmetica, tisane, profumi di altissima qualità.

Borgo Parmigianino, 9/A 43121 Parma – Tel: 0521 230108

Libreria bancarella

Guida di Parma

Guida di Parma

Non serve essere adepti della cultura per riconoscere il valore di questo luogo. Parrebbe una cantina pregiata, il locus amoenus in cui libri d’ogni genere saturano mensole e scaffali su cui le mani eccitate dei lettori si muovono in cerca di romanzi, racconti e novelle. Ma non è solo la vastità dei titoli presenti, bensì anche le offerte a cui questi sono offerti al pubblico: prezzi scontatissimi, alcuni fino allo 50%, a ricordare che la cultura ha sì un prezzo e che qui è molto vantaggioso.

Via Garibaldi, 7 43100 Parma – Tel: 0039 0521 235550

di Sabrina Nunziata

Condividi:

Leave a reply