GUIDA DI HANOI, LA CITTÀ INVISIBILE

1047
0
Condividi:

Il quartiere francese (la città e la memoria)

Guida di Hanoi - Il quartiere francese, Teatro dell'Opera (Ph. by Alessandra Nuzzo)

Guida di Hanoi – Il quartiere francese, Teatro dell’Opera (Ph. by Alessandra Nuzzo)

Lasciandosi alle spalle le pittoresche vie tipicamente vietnamite che compongono il quartiere vecchio, le strade si allargano, gli edifici diventano man mano più decorati e snelli, e i colori saturi lasciano il posto alle tinte dell’eleganza coloniale francese. Come per magia, sembra di attraversare il confine tra due epoche storiche e due correnti artistiche, piuttosto che l’arbitrario confine tra due quartieri della stessa città. In un battito di ciglia ci si sente a Parigi. A settembre, negli anni ‘20, indecisi su quale cafè alla moda scegliere, e dubbiosi sul proprio abbigliamento da back-packer che sembra del tutto fuori tempo. Tra i viali alberati e le ville eleganti, spicca il Teatro dell’Opera. La sua blasonata facciata neo-barocca e la sua atmosfera retrò la rendono inconfondibile. All’interno, lo sfarzo e il lusso dell’arredo francese si scontrano con l’essenza semplice e vivace del territorio che li ospitano.

Un quartiere in bilico nel tempo, preservato dai cambiamenti sociali e culturali. Qui i viaggiatori romantici hanno un’ottima occasione per vivere qualche ora nel passato e sentirsi in un’epoca per noi europei tanto felice. “Un’epoca d’oro”, ricca di manifestazioni artistiche, che qui in Vietnam possono vivere soltanto molti anni dopo. E per vivere appieno la fiorente produzione artistica vietnamita, proprio come all’ora, il luogo migliore sono proprio i cafè.

Pages: 1 | 2 | 3 | 4 |... 5 |... 6 |... 7 |... 8 |... 9 ... | Single Page

Condividi: