GUIDA A SANTIAGO DE COMPOSTELA: TRA TRADIZIONI MILLENARIE E MODERNISMO

6857
0
Condividi:

Da anni meta del più famoso e antico pellegrinaggio della storia, Santiago de Compostela rivive oggi una fase d’intensa attività culturale e diventa la metà perfetta per un breve week end all’insegna di arte, storia e buon cibo.

Un tempo Santiago de Compostela era considerata unicamente il punto di arrivo del faticoso pellegrinaggio che da San Jaques Pied de Port (Francia) portava, dopo 800 kilometri, alla redenzione dei peccati. Oggi sono però sempre di più i visitatori che trascorrono semplicemente un fine settimana alla scoperta di questa città millenaria dove il patrimonio storico (la città è sito UNESCO) ha trovato un’ottima valorizzazione in sintonia con un nuovo slancio contemporaneo.

Nel 2013 è stata infatti inaugurata la Cidade da cultura de Galicia, progettata da Peter Eisenmann, che coi suoi 141.800 metri quadri è uno dei maggiori centri culturali d’Europa; al suo interno c’è un centro espositivo, un museo, l’enorme biblioteca e un teatro. Altra meta imperdibile è il Centro Galego de Arte Contemporanea che vanta una collezione permanente di primissimo rilievo oltre ad un fitto programma stagionale di mostre in continuo aggiornamento.

La città in se, dominata dalla maestosa cattedrale barocca, è perfettamente conservata e nell’ultima decade sono stati fatti ingenti investimenti per i restauro totale del centro storico che è possibile oggi ammirare in tutto il suo splendore. Passeggiando per i porticati del centro si respira un grande senso di fede e di misticismo. È difficile non immedesimarsi in uno di quei migliaia di pellegrini che qua giungono dopo aver affrontano a piedi il cammino di Santiago per venire a pregare sulla tomba di San Giacomo Apostolo.

Il pellegrino moderno, armato di fotocamera e smartphone non ha più certamente quell’aura romantica che dovevano avere i caminantes di un tempo, con mantelli di lana e bastoni nodosi. Però ciò che conta è lo spirito e, sicuramente, chi affronta tale opera magna, sfidando vesciche e intemperie, lo spirito ce l’ha.

Pellegrini in fila per l'ottenimento della Compostela

Pellegrini in fila per l’ottenimento della Compostela

Questa atmosfera santa e sacrale viene però qua e là rotta dalle vinerie e dai locali per gli studenti dell’università (una delle più grandi di Spagna con 42.000 iscritti) che fanno festa e baccano la sera per le strade. E a loro si uniscono spesso i pellegrini appena giunti alla metà, per festeggiare come si deve l’agognato traguardo.

The Italian Eye propone una guida a Santiago de Compostela, tra l’eclettismo delle sue bellezze, i posti dove gustare le deliziose specialità galiziane e i locali dove fare un po’ di ‘fiesta’ come solo gli spagnoli sanno fare.

QUANDO ANDARE

Il cortile del Parador dos Reis Catolicos

Il cortile del Parador dos Reis Catolicos

Data la vicinanza all’oceano atlantico, il clima è relativamente mite durante tutto l’anno, con inverni mai troppo rigidi, ed estati calde ma non afose. Tuttavia le precipitazioni sono abbastanza frequenti in tutte le stagioni (portare sempre impermeabile e ombrello). I periodi migliori sono comunque l’inizio dell’autunno (Settembre/Ottobre) o la primavera (da Marzo a Maggio). Altro momento indicato per visitare Santiago è quello a cavallo del 25 luglio, festa del Santo patrono, quando la città si anima di festeggiamenti e manifestazioni.

COSA VISITARE

Il centro storico di Santiago di Compostela

Il centro storico di Santiago di Compostela

Centro storico 

Concedetevi come prima cosa un paio d’ore a passeggio per il centro storico. Vi farete un’idea generale della città e potrete così  orientarvi meglio tra le strette vie del centro. Anche se la cosa potrebbe risultare un po’ turistica, vi consigliamo di richiedere la mappa della città con il percorso segnato presso l’ufficio turistico di Santiago (Rúa do Vilar, 30 15705 Santiago de Compostela). Segnala, infatti, in maniera molto puntuale e sintetica, gli scorci, le piazze e i monumenti che valgono un cenno. 

Cattedrale di Santiago de Compostela

Cattedrale di Santiago de Compostela

Catedral e Museo de la Catedral (Plaza do Obradorio, 15705, Santiago de Compostela, A Coruña)

La principale attrazione a Santiago è la cattedrale barocca. Oltre al museo che custodisce il Tesoro di San Giacomo: la raccolta di oggetti votivi tra le più belli di Spagna. Da non perdere il chiostro interno al primo piano, e la raccolta di arazzi e tappezzerie, molte delle quali disegnate da Francisco Goya.

Mercato de Abastos, Santiago

Mercato de Abastos, Santiago

Mercado de Abastos (Travesía de Altamira, 15704, Santiago de Compostela, A Coruña)

Aperto Tutti i giorni (tranne domeniche e festivi) dalle 7:00 alle 14:00. Attivo da oltre tre secoli è uno dei mercati più antichi di Spagna. L’edificio attuale è stato ricostruito negli anni 40. Valido anche come alternativa al ristorante, per uno spuntino in tarda mattinata.

CGAC: Centro Gallego de Arte Contemporáneo (Rúa de Ramón del Valle-Inclán, 5, 15703, Santiago de Compostela, A Coruña)

Estate: Martedì – domenica: 11 am – 8 pm. Inverno: Martedì – domenica: 12 am – 9 pm. Lunedì Chiuso. La prima caratteristica del CGAC è la sua architettura: progettata dal portoghese Álvaro Siza, congiunge accuratamente un rispetto esteriore verso i dintorni ed un carattere modernista. Al suo interno intensi contrasti tra i piani puliti e rigorosi e gli effetti di una luce sempre indiretta. Al suo interno è custodita una permanente che comprende opere moderne e contemporanee di grandi esponenti dell’arte galiziana e spagnola oltre a cicli di mostre su artisti emergenti, o retrospettive di grandi artisti già affermati (programmazione su http://www.cgac.org/).

Cidade da Cultura de Galicia

Cidade da Cultura de Galicia

Cidade da Cultura de Galicia (Lugar de la Ciudad de la Cultura, 15702, Santiago de Compostela, A Coruña )

Questo complesso, progettato dall’architetto nordamericano Peter Eisenman, ha un formidabile volume che eguaglia quello del centro storico di Santiago. La sua architettura avanguardista e l’offerta culturale al suo interno completano la volontà della città di diventare un riferimento indispensabile nel circuito culturale internazionale. Al suo interno il Museo centro Gaias, con la sua facciata di quasi 43 metri d’altezza e i suoi 16000 m2 di superficie, è uno degli edifici più singolari e con più possibilità d’uso di Santiago. Al suo interno si svolgono mostre, spettacoli, conferenze e performance.

Parco de Alameda

Parco de Alameda

Parco di Alameda – Paseo da Ferradura (Paseo dos Leóns, 15705, Santiago de Compostela, A Coruña)

Il più bel belvedere di Santiago da dove si ha l’impressione di toccare la cattedrale con un dito. Noi lo consigliamo al tramonto così da poter restare per ammirare la cattedrale completamente illuminata, di grande impatto. Questo belvedere, situato all’interno del grande parco dell’Alameda, può anche essere una meta dopo una passeggiata o un pic-nic nel parco che è uno dei più grandi della città.

Finisterre, Galizia

Finisterre, Galizia

Costa da Morte e Finisterrae

Il viaggio a Finisterra, che per i romani segnava la fine della terra, e alla pericolosa e frastagliata Costa della Morte sono un rito imprescindibile per tutti i visitatori della Galizia. Terra dalle ancestrali leggende di naufraghi e dalla bellezza malinconica e selvaggia, una gita in questo luogo richiede un’intera giornata, che non sarà certamente mal spesa. La visita deve partire dalla pittoresca cittadina di Muros, passare poi per Carnota, O Pindo ed Ézaro fino ad arrivare a Finisterrae dove fare una camminata fino al faro appena restaurato. E’ possibile prenotare gite organizzate che seguano all’incirca questo itinerario presso il Santiago’s Official Reservations Office
 (Phone: (+34 981 958 058). Tuttavia noi consigliamo vivamente il noleggio di un’auto privata (con o senza autista) così da poter essere più liberi di godersi appieno, senza limitazioni, questa bellissima area (per info su auto con autista contattare sempre il Santiago’s Official Reservations Office).

DOVE ALLOGGIARE

Parador Hostal Dos Reis Catolicos (Praza do Obradoiro, 15705, Santiago de Compostela, A Coruña. Tel +34 981582200)

Questo edificio, costruito nel 1486 da Isabella di Castiglia come ostello per i pellegrini giunti a Santiago, è tutt’oggi operativo e perciò considerato il più antico albergo ancora in funzione d’Europa. Fa parte della catena dei ‘Paradores’, hotel di lusso di proprietà dello Stato Spagnolo ed è stato definito dalla scrittrice irlandese Jan Morris ‘il più bell’hotel d’Europa’. Con il suo meraviglioso cortile barocco e le camere tutte diverse una dall’altra, questa struttura è il best choice di The Italian Eye. Da 250 euro la doppia.

Parador Hostal dos Reis Catolicos

Parador Hostal dos Reis Catolicos

Hotel Spa A Quinta da Auga (Paseo da Amaia 23b, Urbanización Brandia. Vidán, 15705, Santiago de Compostela, A Coruña. Tel +34 981534636)

Facente parte della catena internazionale ‘Relais and Chateaux’, questo hotel aperto pochi anni fa all’interno di un’ex fabbrica riconvertita, si trova leggermente fuori dal centro di Santiago, raggiungibile con una passeggiata di due km. L’hotel vanta una spa invidiabile, perfetta per rilassarsi dopo le giornate passate a visitare la città. Pacchetto per due persone, due notti con prima colazione e trattamenti spa inclusi 629 euro.

Hotel Spa A Quinta da Agua

Hotel Spa A Quinta da Agua

Hotel Spa A Quinta da Agua

Hotel Spa A Quinta da Agua

Moure Hotel (Rúa Loureiros, 6, 15705, Santiago de Compostela, A Coruña. Tel. +34 981 58 36 37)

Situato nel pieno centro storico di Santiago, questo delizioso boutique hotel dal design contemporaneo vanta 15 camere spaziose e luminose dotate di ogni comfort. Da provare assolutamente la ‘Patio Room’ con vasca da bagno situata s’un terrazzo all’area aperta oppure la camera con la vasca appoggiata ad una vetrata da cui si gode la vista totale della città: per sentirsi sospesi in aria mentre ci si rilassa con un bagno caldo. Da 85 euro a notte la doppia.

Moure Hotel, Santiago de Compostela

Moure Hotel, Santiago de Compostela

Hotel Pazo de Altamira (Rúa Altamira, 18, 15704, Santiago de Compostela, A Coruña. Tel.+34 981 55 85 42)

Camere eleganti e luminose in stile moderno situate in un antico palazzo a pochi metri dalla cattedrale di Santiago, molte delle quali con bella vista. L’hotel vanta un cafè ristorante con cibo organico, una biblioteca e una sala giochi. Da 80 euro a notte la doppia.

Hotel Pazo de Altamira

Hotel Pazo de Altamira

DOVE MANGIARE

Parador Hostal Dos Reis Catolicos (Praza do Obradoiro, 1, 15705, Santiago de Compostela, A Coruña)

Situato al piano terreno dell’omonimo hotel, nelle stanze un tempo riservate al ricovero dei pellegrini, questo ristorante dall’atmosfera lussuosa ma non ostentata propone ottime specialità sia della cucina galiziana sia internazionale. Si cena sotto arcate in pietra di oltre mezzo millennio fa, alla luce fioca delle candele. Consigliato anche per chi non soggiorna nell’hotel.

Parador Hostal dos Reis Catolicos

Parador Hostal dos Reis Catolicos

Casa Marcelo (Rúa Hortas, 1, 15705, Santiago de Compostela, A Coruña)

Lo chef Marcelo ha aperto questo locale, in cui propone cucina etnica e fusion, premiando la convivialità a scapito della stella Michelin che aveva nel suo ristornate precedente, molto più tradizionale. Infatti ci sono solo due grandi tavoli di fronte alla cucina a vista con lo chef nel mezzo che prepara le pietanze. Si sta quindi seduti accanto a sconosciuti con cui spesso s’inizia a fare conversazione. Le prenotazioni sono accettate per un minimo di 8 persone, mentre per i gruppi minori vale il detto ‘chi prima arriva meglio alloggia’. Un’atmosfera familiare per una cucina a livello Michelin. Nostra best choice.

Casa Marcelo, Santiago

Casa Marcelo, Santiago

Casa Pepe. (Rúa Cantón de San Bieito, baixo nº5, 15704, Santiago de Compostela, A Coruña)

Tapas Bar e Vineria a gestione familiare nel centro storico. Perfetta per un piccolo ristoro a mezza giornata, per un aperitivo o per una cena all’insegna dell’allegria. Piatti tipici galiziani con ingredienti di buona qualità e vino tinto a profusione. Forse uscendo vi girerà un po’ la testa ma avrete sicuramente passato una bella serata.

Pulpo a la Gallega

Pulpo a la Gallega

La bodeguilla de Santa Marta (Avda. da Liberdade , 11, 15705, 
Santiago de Compostela, A Coruña)

Ristorante dal design contemporaneo vicino all’università di Santiago. Specialità di carne e di pesce con un ottimo rapporto qualità prezzo. Interni molto accoglienti e rilassanti. Adatto sia per il giorno che per la sera.

La Bodeguilla de Santa Marta

La Bodeguilla de Santa Marta

Cafe de Altamira (Rúa Altamira, 18, 15704, Santiago de Compostela, A Coruña)

Cafè ristorante all’interno dell’hotel omonimo dove concedersi un pasto a metà giornata mentre si visita la città. Cucina a base di prodotti organici che propone specialità galiziane ed internazionali. Design chiaro e moderno. Perfetto anche per prendere un the pomeridiano, con torte di produzione casalinga.

A Curtidora (Rúa da Conga, 2-3, 
15704, Santiago de Compostela, A Coruña)

Ristorante di buon livello situato all’interno di un’antica casa nel centro della città con arredo semplice e minimale. Convenientissimo menù lunch a 12 euro e anche la sera il rapporto qualità prezzo è molto buono. Inoltre, in Rúa do Doutor Teixeiro 28, è stata da poco aperta la vineria del ristorante, dove potere fare un aperitivo con una carta di vini, locali e non, molto ampia, anche al bicchiere.

A Curtidora

A Curtidora

Costa Vella (Rúa da Porta da Pena, 17, 15704, Santiago de Compostela, A Coruña)

Nella bella stagione consigliamo vivamente di visitare il ristorante di questo piccolo hotel ubicato nella parte alta del centro storico. Si mangia in un giardino pieno di piante e fiori che da quasi la sensazione di trovarsi in qualche isola tropicale. Se non fosse per l’incantevole vista delle guglie della cattedrale di fronte a se. La sera il giardino si accende di candele e luci soffuse per rendere il tutto ancora più suggestivo. Cibo ottimo, con ingredienti di buona qualità, completa l’esperienza già ottima anche solo per la location. Consigliato durante la bella stagione quando si può mangiare fuori.

Costa Vella

Costa Vella

BAR/NIGHTLIFE

Fuco Lois (Rúa de Xelmirez, 25
, 15703, Santiago de Compostela, A Coruña)

Questo bar, aperto da quasi 100 anni, offre buoni cocktail e musica dal vivo di vario genere. In città è un’istituzione ed è frequentato da molti studenti dell’università di Santiago. Locale perfetto dove trascorrere un’allegra serata e dove familiarizzare con gente del posto.

Fuco Lois

Fuco Lois

Club Insomnia (Tras tunel Pl. Bombero, 15702, Santiago de Compostela, A Coruña )

Discoteca alternativa (organizza anche serate LGBT) in cui ascoltare musica funky, rock e minimal. Club divertente dove respirare un’aria ben diversa da quella sacrale di Santiago.

Modus Vivendi (Praza Feixoó, 1, Soto , 15704, Santiago de Compostela, A Coruña)

Primo Pub della Galizia con musica dal vivo. Molto più tranquillo rispetto ai locali precedentemente consigliati. Indicato per bere una tranquilla birra in compagnia e ascoltare buona musica (spesso galiziana).

Modus Vivendi, Santiago

Modus Vivendi, Santiago

Leggi la nostra Guida al Cammino di Santiago.

Testo di Federico Sigali

Condividi: