FILIPPO MUD: IN CUCINA FRA ARTE E CONVIVIALITÀ A PIETRASANTA

1253
0
Condividi:

Mangiare bene in Toscana è facile. La cucina di questa regione è tra le più antiche d’Italia e qui la cultura gastronomica rispecchia uno stretto legame con tradizioni e usanze contadine: dalle carni al pesce, dalla selvaggina alle paste fatte in casa, dai salumi alle zuppe e ai cereali.

Filippo Mud: in cucina fra arte e convivialità a Pietrasanta (Ph. by Alessandra Fenyves)

Filippo Mud: in cucina fra arte e convivialità a Pietrasanta (Ph. by Alessandra Fenyves)

La Toscana è amata da milioni di turisti perché qui trovano una bellezza unica, creata dalla presenza di arte, enogastronomia di alto livello e paesaggi incantevoli.

La ristorazione contemporanea toscana si ispira all’unione tra cibo, arte e territorio, elevando a progetto artistico la creazione di menù che si riempiono di significato, di storia, di memoria e di sperimentazione.

Filippo Mud è un esempio di questo modello ristorativo.

Pietrasanta, la piccola Atene

Filippo Mud: in cucina fra arte e convivialità a Pietrasanta (Ph. by Alessandra Fenyves)

Filippo Mud: in cucina fra arte e convivialità a Pietrasanta (Ph. by Alessandra Fenyves)

Siamo a Pietrasanta, città d’arte nella provincia di Lucca, definita una piccola Atene per la quantità di opere d’arte che ospita. Una zona di grande tradizione artigiana, famosa in tutto il mondo per la lavorazione del marmo e del bronzo con i laboratori e atelier su strada, gallerie d’arte sempre aperte. Artisti internazionali scelgono proprio Pietrasanta come propria vetrina, ma anche come luogo ideale di ispirazione per vivere e lavorare.

Filippo Mud ha aperto il suo ristorante un anno fa con l’idea di essere contestualizzato in questa cittadina così vivace artisticamente da essere internazionale; un luogo moderno, accogliente, in cui vivere esperienze di gusto ma anche momenti di condivisione di idee, di sensazioni, come un moderno caffè letterario.

A casa, ma anche al caffè letterario

Filippo Mud: cocktail (Ph. by Alessandra Fenyves)

Filippo Mud: cocktail (Ph. by Alessandra Fenyves)

In Filippo vive il desiderio di far sentire il calore di una casa in un’ambientazione raffinata. Legno, velluto e metallo spiccano tra gli arredi, mentre lampade quadri e sculture impreziosiscono l’open space versatile che si trasforma in atelier e galleria d’arte all’occasione.

Che il posto sia speciale, lo abbiamo sperimentato in più occasioni. È speciale l’accoglienza riservata agli ospiti, la meticolosità con cui il servizio accompagna il pasto, o anche la semplice consumazione di un drink.

All’ingresso un piccolo bar, preludio elegante al proseguimento. I cocktail rispecchiano la filosofia di un brand, perché Filippo Mud è nato come brand, non come ristorante. Le sue parole d’ordine: equilibrio, ricerca, passione, creatività.

Lo Chef Diego Poli e l’arte in cucina

Filippo Mud: open kitchen (Ph. by Alessandra Fenyves)

Filippo Mud: open kitchen (Ph. by Alessandra Fenyves)

Un’identità che si sviluppa in cucina sotto il comando di Diego Poli, Chef di casa dall’intrigante formazione. Nato come Pastry Chef, la sua maestria nell’assemblare un dolce si tramuta in genio creativo nella creazione di menù completi e nella guida di una brigata.

L’ampia vetrata sull’open kitchen permette di osservare come a teatro i movimenti dei cuochi e i fumi degli intingoli che scaldano l’atmosfera emanando delicati profumi di buono.

Il buono c’è e c’è anche il bello. Scegli un ingrediente stagionale e Diego creerà un piatto che lo abbia come protagonista.

Le portate che arrivano sulla tavola alternano impiattamenti semplici di ricette classiche gustose come il bollito a vere e proprie creazioni artistiche, talvolta da completare con le salsine preparate in casa che nelle loro ciotoline sembrano colori a olio. Tovaglia, piatti, bicchieri: tutto conta per dare all’ospite un senso di accoglienza.

Un assaggio dal menu

Filippo Mud: arte in sala (Ph. by Alessandra Fenyves)

Filippo Mud: arte in sala (Ph. by Alessandra Fenyves)

Filippo Di Bartola, fondatore del luogo che porta il suo nome e già titolare di un altro ristorante noto della zona (La Brigata di Filippo) ha cercato e scelto Diego per il suo ristorante, sapendo che l’incontro con questo Chef sarebbe stato fondamentale per esprimere al meglio la sua idea e la sua identità di Brand.

L’amore per il cibo, l’amore per l’arte, il rispetto e la promozione del territorio e delle sue tradizioni sono valori che porteranno Filippo Mud verso traguardi e riconoscimenti più importanti.

La cucina locale diviene unica, espressa come poesia: Crudo di Mare con foglie di Fico e bacche di Corbezzolo; Risotto affumicato nel fieno con carota e pepe Timut; Agnolotto con gallina, mela funghi e sedano; Gnocchi con anguilla affumicata; Agnello con la zucca; Marzapane nel Soufflé. Questi sono solo alcuni esempi tratti dal menu, ma vale la pena andare a scoprire in loco le delizie che riserva.

Il brunch e la voglia di convivialità

Filippo Mud (Ph. by Alessandra Fenyves)

E così il brunch da Filippo Mud diventa la Domenica Conviviale, assumendo una connotazione contemporanea armoniosa e sfiziosa, riprendendo la tradizione di un ritrovo a tavola in famiglia o tra amici al pranzo della domenica con i classici come i pici fatti in casa come una volta, il coniglio, ma anche piatti estrosi.

Filippo Mud è un nuovo modo di vivere la ristorazione toscana, sempre cogliendo la sua ricchezza di sapori, ma regalando un’esperienza gustativa e artistica al contempo. Perché l’alchimia degli ingredienti è studiata come opera unica.      

Filippo MUD

Via Padre Eugenio Barsanti, 45, 55045 Pietrasanta LU (Italy)

+39 0584 70010

filippopietrasanta.it

Pages: | Multi-Page

Condividi: