DUBAI: PER EXPO2020 DUE NUOVE ISOLE ARTIFICIALI

3197
0
Condividi:

Dopo le Jumeirah Palms, le tre isole artificiali a forma di palma, a Dubai sorgeranno due nuove isole costruite per opera umana ai piedi del Burj Al Arab, uno dei pochi hotel a sette stelle del mondo, soprannominato anche la Vela di Dubai per la forma e ormai anche simbolo della città.

Isole artificiali Dubai: due nuove in progettazione

Isole artificiali Dubai: due nuove in progettazione

Fortemente volute dallo sceicco Mohammed bin Rashid al Maktoum, le nuove isole artificiali saranno pronte entro il 2020. Il progetto si concluderà in occasione della nuova edizione di Expo, in programma proprio nella città degli sceicchi.

L’intera opera, rinominato Marsa al Arab, è costituito da due isole. La prima, adibita esclusivamente ad ospitare famiglie e visitatori, comprenderà tre hotel extra lusso, due parchi tematici e un teatro da oltre 1700 posti, dove durante Expo si esibirà il Cirque du Soleil. Non solo, ci sarà anche un centro commerciale di 20mila metri quadrati e un centro congressi per i grandi eventi.

Isole artificiali Dubai: due nuove in progettazione

Isole artificiali Dubai: due nuove in progettazione

ISOLE ARTIFICIALI DUBAI

Inoltre, sarà costruito un museo delle perle, il Dubai Pearl Museum, dove verranno esposte perle rare e molto antiche; a questo sarà aggiunto un laboratorio collegato dal mare, luogo in cui le perle sono studiate subito dopo essere state raccolte.

Per chi invece ha intenzione di investire in questa città delle mille e una notte, saranno costruiti anche complessi residenziali in grado di ospitare circa 300 appartamenti.

La seconda isola, posta sulla sinistra del Burj al Arab, sarà interamente dedicata alle ville di lusso, circa 140 in previsione, compreso un boutique luxury hotel, oltre che un porto dove potranno attraccare yacht di ogni grandezza.

Isole artificiali Dubai: due nuove in progettazione

Isole artificiali Dubai: due nuove in progettazione

ISOLE ARTIFICIALI DUBAI

In ogni isola non mancheranno eliporto, piste ciclabili, sentieri e capienti piscine; insomma, ogni possibile comfort per soddisfare tutti i capricci dei nababbi provenienti da tutto il mondo.

Ciliegina sulla torta, oltre 2 km di spiaggia da aggiungere alla già frequentatissima costa degli Emirati.

Tutto il progetto costerà alla Dubai Holding circa 1,7 miliardi di dollari; si prevedono circa 20 milioni di turisti, portando Dubai ad essere la città più visitata del mondo.

Condividi: