CIRCOLO DEI LETTORI TORINO: UN’OASI DI QUIETE NEL CUORE DELLA CITTÀ

2675
0
Condividi:

Nella suggestiva cornice del seicentesco Palazzo Graneri della Roccia, dimora dell’allora primo elemosiniere di corte Marc’Antonio Graneri d’Entremont, ha sede da metà ‘800 il Circolo degli Artisti, al quale dal 2006 si affianca uno dei più rinomati Circoli dei Lettori della Penisola: il Circolo dei Lettori Torino. 

UN’ISTITUZIONE CONTEMPORANEA IN UN LUOGO RICCO DI STORIA

Circolo dei Lettori Torino: un'oasi di quiete nel cuore della città

Circolo dei Lettori Torino: un’oasi di quiete nel cuore della città

Varcando l’ingresso del civico 9 di via Bogino, nel cuore del capoluogo piemontese, si è catapultati in un luogo dal fascino antico. Il Circolo dei Lettori di Torino è nato undici anni fa sotto il patrocinio della regione e la guida di Maurizio Rebola e Luca Beatrice. Si pone come centro culturale dinamico, aperto alle istanze sempre nuove e variegate della cultura contemporanea. Un’istituzione che aspira a porsi da tramite fra tradizione e futuro: fra antiche certezze e novità elettrizzanti. Il tutto da una prospettiva singolare. Ossia quella del lettore: alle prese oggi come non mai con la scoperta di modalità innovative di fruizione di un medesimo testo. Dalla solitudine della forma-libro alla condivisione della lettura orale. Dallo schermo del tablet alla riproduzione a mezzo di supporti multimediali.

GALLERIA E SALA GRANDE

Circolo dei Lettori Torino: un'oasi di quiete nel cuore della città

Circolo dei Lettori Torino: un’oasi di quiete nel cuore della città

Il tappeto rosso che percorre l’antico scalone conduce alla luminosissima Galleria costellata di piante, a ricreare un giardino d’inverno. Con il panorama della Mole Antonelliana al di là delle grandi finestre, sorseggiare un caffè comodamente seduti ai tavolini del bar potrebbe già di per se valere una visita. Si prosegue poi nella Sala Grande, ornata da incantevoli fregi e bassorilievi che narrano il mito di Demetra. Appeso all’alto soffitto oscilla lo spettacolare lampadario in vetro di Burano, capolavoro dei maestri del 1700. Fu in questa sala che nel 1859 la principessa Maria Clotilde di Savoia danzò con Gerolamo Bonaparte, così ufficializzando il fidanzamento al cospetto degli aristocratici torinesi. Fra queste pareti si esibirono Arturo Toscanini e Francesco Tamagno: qua si festeggiò agli albori del 1700 la liberazione dall’assedio dei francesi.

LE SALE GIOCO, MUSICA, ARTISTI

Circolo dei Lettori Torino: un'oasi di quiete nel cuore della città

Circolo dei Lettori Torino: un’oasi di quiete nel cuore della città

Eventi della più varia natura vengono ospitati, oltre che nella fastosa sala grande, anche nella Sala Gioco: dedicata prima al biliardo poi al gioco delle carte. Alle sue pareti riposano quadri firmati dagli artisti che a partire dalla metà del 1800 hanno fatto base in queste sale, divenute vero e proprio cenacolo culturale. Qua veniva celebrato, fra le altre ricorrenze, il Carnevale istituito in onore dell’ordine del Gran Bogo. Seguono la più appartata Sala Musica, coi due ampi specchi che ne costituiscono l’arredo, e la Sala Artisti: un tempo decorata di grandiosi arazzi poi trafugati, oggi adibita a luogo di ritrovo di studenti e lettori.

LE SALE FILOSOFI, BILIARDO E IL SALOTTO CINESE

Circolo dei Lettori Torino: un'oasi di quiete nel cuore della città

Circolo dei Lettori Torino: un’oasi di quiete nel cuore della città

La Sala Filosofi, un tempo stanza privata dell’abate Antonio Graneri. Della Roccia, è oggi spazio dedicato al mattino e nel pomeriggio a studio e relax, alla sera invece a brunch e aperitivi. Sopra le sue porte è possibile ammirare dipinti di allievi di Caravaggio. Anche la Sala Biliardo è oggi adibita a sala da pranzo, mentre il Salotto Cinese (un tempo ben più ampio) rimane a testimoniare il fascino che manifatture e decori dell’estremo Oriente hanno da secoli esercitato sulla città di Torino. La volta del salotto è ispirata dalla toeletta di Villa della Regina: parti dei fasti che un tempo occupavano questo ambiente sono oggi custoditi al Kunstgewerbemuseum di Berlino. Per finire, naturalmente, il Palazzo ospita una vera e propria Sala Lettura: ambiente ideale per assaporare all’ennesima potenza il potere rigenerante di qualche pagina ben scritta.

ATTIVITÀ PER TUTTI I GUSTI: I GRUPPI DI LETTURA

Circolo dei Lettori Torino: un'oasi di quiete nel cuore della città

Circolo dei Lettori Torino: un’oasi di quiete nel cuore della città

Dai corsi di filosofia ai reading letterari, dalle presentazioni di nuove opere ai gruppi di lettura, nel folto programma del Circolo dei Lettori di Torino ognuno trova l’attività più confacente ai propri gusti. I gruppi di lettura, in particolare, sono organizzati in forma di percorsi sviluppati intorno ad un tema centrale. Ad esempio, attualmente ogni martedì alle 21:00 si svolge Liberi di Leggere, serie di letture e interpretazioni di racconti. Mentre il mercoledì alle 15:30 hanno luogo gli incontri del Tea Time, gruppo di lettura in lingua originale.

I CORSI E IL RICCO PROGRAMMA DI EVENTI

Il Calendario annuale di eventi è davvero foltissimo. Si va dai dibattiti alle presentazioni editoriali, dagli spettacoli ai confronti aperti. Si susseguono poi vari corsi, aperti a tutti,  e lezioni di approfondimento e studio: letteratura, filosofia, e ogni campo del sapere. 

IL VERO E PROPRIO CIRCOLO DEI LETTORI

Circolo dei Lettori Torino: un'oasi di quiete nel cuore della città

Circolo dei Lettori Torino: un’oasi di quiete nel cuore della città

“Cento per cento lettori” riunisce una cerchia ristretta di soci che partecipano attivamente alla vita del circolo. E godono di vantaggi eccezionali, quali cene letterarie, incontri con autori, sconti sull’ingresso ai musei. E persino l’ingresso omaggio alla annuale fiera d’arte di Torino, Artissima.

IL CIRCOLO VOLONTARI PER LA LETTURA

Circa 60 volontari si recano ogni settimana negli ospedali della città per delle letture ad alta voce dedicate ai pazienti e ai loro familiari: si tratta del Circolo Volontari per la Lettura, nato grazie al supporto dell’Assessorato alla Cultura della regione nel 2010. Vengono prestati libri ai degenti che ne fanno richiesta, e i volontari leggono nelle sale comuni. Una delle iniziative più importanti del Circolo dei Lettori.

UN RISTORO NON SOLO PER L’ANIMA

Circolo dei Lettori Torino: un'oasi di quiete nel cuore della città - Il Ristoro

Circolo dei Lettori Torino: un’oasi di quiete nel cuore della città – Il Ristoro

La conoscenza affama: fra un reading letterario e un incontro con uno scrittore potrebbe salire una gran fame. Oltre al Barney’s, il bar del Circolo dei Lettori, ideale per un caffè o un aperitivo veloci, Palazzo Granieri della Roccia ospita anche un vero e proprio ristorante. Si possono gustare, circondati da affreschi e immersi in un’atmosfera d’altri tempi, piatti della tradizione piemontese: reinterpretati in chiave leggera dallo chef Stefano Fanti e dal suo team.

INFORMAZIONI UTILI

Il Circolo dei Lettori.

Torino, Via Bogino 9.

info@circololettori.it / ristorante@circololettori.it

www.circololettori.it

Per usufruire di una serie di vantaggi, si possono acquistare online, a prezzo ridotto, le seguenti Carte:

Carta Smart: Intero Euro 20, Ridotto Under 30 Euro 10.

Carta Plus: Intero Euro 90, Ridotto Under 30 Euro 45.

Pages: | Multi-Page

Condividi: