CIRCOLO DEI LETTORI TORINO: UN’OASI DI QUIETE NEL CUORE DELLA CITTÀ

2678
0
Condividi:

GALLERIA E SALA GRANDE

Circolo dei Lettori Torino: un'oasi di quiete nel cuore della città

Circolo dei Lettori Torino: un’oasi di quiete nel cuore della città

Il tappeto rosso che percorre l’antico scalone conduce alla luminosissima Galleria costellata di piante, a ricreare un giardino d’inverno. Con il panorama della Mole Antonelliana al di là delle grandi finestre, sorseggiare un caffè comodamente seduti ai tavolini del bar potrebbe già di per se valere una visita. Si prosegue poi nella Sala Grande, ornata da incantevoli fregi e bassorilievi che narrano il mito di Demetra. Appeso all’alto soffitto oscilla lo spettacolare lampadario in vetro di Burano, capolavoro dei maestri del 1700. Fu in questa sala che nel 1859 la principessa Maria Clotilde di Savoia danzò con Gerolamo Bonaparte, così ufficializzando il fidanzamento al cospetto degli aristocratici torinesi. Fra queste pareti si esibirono Arturo Toscanini e Francesco Tamagno: qua si festeggiò agli albori del 1700 la liberazione dall’assedio dei francesi.

Pages: 1 | 2 | 3 | 4 |... 5 |... 6 |... 7 |... 8 ... | Single Page

Condividi: