AFGHANISTAN ANNI 60 NELLE FOTO DI WILLIAM PODLICH

14612
0
Condividi:

L’idea dell’Afghanistan nell’immaginario collettivo occidentale è legata a orribili scene di guerra, degrado e violazione dei diritti umani. Infatti, nonostante sia solo dall’11 settembre 2001 che questo paese sia continuamente sotto i riflettori dei mass media mondiali, l’Afghanistan è teatro da oltre trent’anni di continue guerre e disordini che hanno ridotto questo paese dalla cultura millenaria a un cumulo di macerie e degrado.

Quello che però pochi sanno è che l’Afghanistan, fino all’inizio dei disordini degli anni ’70, era un paese ricco, civile e molto all’avanguardia.

AFGHANISTAN ANNI 60 

Ripercorriamo la vita quotidiana in quegli anni felici attraverso le immagini amatoriali del dottor William Podlich che nel 1967 si trasferì con le figlie Peg e Jan dall’Arizona a Kabul per lavorare con l’UNESCO. Foto dell’Afganistan anni 60 che sembrano scattate in un paese europeo e che sono molto simili alle immagini dell’Italia nello stesso periodo. 

La semplice quotidianità, la spensieratezza e l’atmosfera serena che si respira in queste foto non sembra possibile se paragonata alle immagini degli orrori di oggi. Eppure è tutto vero. Vi proponiamo questo viaggio fotografico attraverso l’Afghanistan con la speranza che, usando le parole di Khaled Hosseini, un giorno gli aquiloni tornino a volare sul cielo di Kabul.

Jan e Peg Podlich ai Paghman Gardens di Kabul, oggi completamente distrutti dai bombardamenti americani. L’abbigliamento delle due ragazze nell’Afghanistan anni 60 è, nell’Afghanistan di oggi, impensabile.

Pages: 1 | 2 | 3 | 4 ... | Single Page

Condividi: