L’INVOLUCRO DIVENTA ARTE IN 20 MUSEI SORPRENDENTI ARCHITETTONICAMENTE

8825
0
Condividi:

Museo d’arte moderna. Arte contemporanea. Arte antica. Museo della guerra, del giocattolo, della moda, del mare, di storia naturale, dei trasporti, della fotografia. Museo del fumetto. E così via. Di musei ce ne sono veramente per tutti i gusti e spesso ospitano cimeli dal valore inestimabile. Però è ancor più interessante quando l’architettura del museo è così particolare da costituire già di per sé un’opera d’arte. In tutto il mondo vi sono musei così strani da lasciare chiunque a bocca aperta. Per la stravaganza, bellezza o particolarità del progetto. O anche complessità strutturale: delle vere e proprie opere architettoniche nate dall’estro di archistar di tutto il mondo. The Italian Eye vi propone 20 musei sorprendenti.

GUGGENHEIM MUSEUM A NEW YORK

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Guggenheim Museum New York

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Guggenheim Museum New York

Inaugurato nel 1959 sulla 5th Avenue davanti a Central Park, il Solomon R. Guggenheim Museum di New York è un museo d’arte moderna e contemporanea che accoglie opere di artisti dalla fine del XIX secolo ai giorni nostri. L’edificio è opera dell’architetto Frank Lloyd Wright che ideò una struttura a spirale che sale dal piano terra e si allarga come un nastro srotolato. Ispirato a una piramide Ziqqurat capovolta, l’edificio fu molto criticato all’epoca.

Oggi, invece, è considerato uno dei capolavori di Wright. Il bianco domina l’intero edificio, esternamente e internamente, così come la linea curva; anche se l’edificio si compone di un insieme armonioso di linee e forme geometriche. Tra cui triangoli, ellissi, quadrati e archi. Anche il percorso espositivo è singolare: un ascensore conduce i visitatori all’ultimo piano che scendono verso la base seguendo un movimento rotatorio.

1071 5th Ave, New York, NY 10128, Stati Uniti

www.guggenheim.com 

boxoffice@guggenheim.org

+1 212 423 3575

THE NATIONAL MUSEUM OF ART A OSAKA

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - National Museum of Art, Osaka

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – National Museum of Art, Osaka

Il National Museum of Art (NMOA) fu inaugurato nel 1977 a Osaka, sull’isola giapponese di Nakanoshima. Oggi ospita un’ampia collezione di opere d’arte contemporanea di artisti giapponesi e stranieri; tra cui Takamatsu Jiro, Joan Mirò, Alexander Calder e Suda Yoshihiro. L’edificio nacque come Expo Museum of Fine Arts per l’esposizione Universale di Osaka del 1970. La particolare struttura, ideata dall’architetto argentino César Pelli, vuol rappresentare la forma, il movimento e la crescita di una pianta di bambù. Ma ricorda anche una farfalla in procinto di spiccare il volo ed è diventato uno dei simboli dello skyline di Osaka.

La lobby è costituita da tubi in acciaio inossidabile rivestiti da titanio e da ampi pannelli in vetro, che conferiscono grande luminosità all’ambiente che accoglie i visitatori. La particolarità di questo museo sta nel fatto che è uno dei pochi musei al mondo completamente situato sottoterra; lo spazio espositivo, infatti, occupa ben due piani sotterranei. Solo la sala d’ingresso è sopra il livello del terreno. Ed è costituita da tubi in acciaio inossidabile rivestiti in titanio e da grandi pannelli in vetro che donano una luminosità totale.

4 Chome-2-55 Nakanoshima, Kita Ward, Osaka, Osaka Prefecture 530-0005, Giappone

www.nmao.go.jp/en/

81 6-6447-4680 

ROYAL ONTARIO MUSEUM DI TORONTO

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Royal Ontario Museum, Toronto

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Royal Ontario Museum, Toronto

Il Royal Ontario Museum (ROM) a Toronto è il più grande museo del Canada. Fu inaugurato nel 1914 dal Duca di Connaught, Governatore Generale del Canada, e – grazie a 40 gallerie e sei milioni di oggetti esposti – si configura come uno dei musei d’arte e di storia naturale più grandi e importanti del Nord America. Originariamente la struttura, progettata dagli architetti canadesi Darling e Pearson in mattoni e terracotta, ospitava cinque musei separati. 

Nel corso degli anni, il museo fu poi sottoposto a tre grandi espansioni. L’ultima, completata nel 2007, ha visto la nascita del Michael Lee-Chin Crystal: una straordinaria struttura a forma di cristallo composta da cinque elementi di forma prismatica in vetro e alluminio argentato interconnessi e indipendenti, collegati all’edificio del ROM soltanto per mezzo di ponti. Il progetto, dell’architetto polacco Daniel Libeskind, prende spunto dalla ricca collezione di minerali del museo. Ed è in breve tempo divenuto il nuovo simbolo della città di Toronto. 

100 Queens Park, Toronto, ON M5S 2C6, Canada

http://www.rom.on.ca/

info@rom.on.ca

+1 416.586.8000

KIJK-KUBUS DI ROTTERDAM

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Kijk-Kubus, Rotterdam

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Kijk-Kubus, Rotterdam

Nel quartiere di Blaak, nei pressi del porto vecchio di Rotterdam, in Olanda, le Case Cubiche (Kubuswoningen in olandese) costituiscono un’attrazione imperdibile: 38 case inclinate che sembrano sospese nell’aria, sorrette da pali di cemento. Furono costruite tra il 1982 e il 1984 su progetto dell’architetto olandese Piet Blom.

L’insieme di queste abitazioni non convenzionali voleva ricrea nel cuore della città un bosco. Infatti ogni singolo cubo rappresenta un albero. Ed è per questo motivo che il complesso viene anche detto Blaakse Bos (Bosco di Blaak). Le case cubiche presentano una colorazione giallo sgargiante e sono attaccate le une alle altre sugli angoli. Ogni casa ha tre piani: al primo piano c’è soggiorno e cucina, al secondo le camere da letto e servizi e al terzo un grande spazio libero. Molte delle abitazioni sono ancora occupate dagli abitanti del quartiere, ma una è oggi visitabile: all’interno è custodito il museo dedicato a questo stravagante progetto architettonico, il Kijk-Kubus.

Overblaak 70, 3011 MH Rotterdam, Paesi Bassi

http://www.kubuswoning.nl/

info@kijkkubus.nl

31 10 414 2285

BMW MUSEUM A MONACO DI BAVIERA

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - BMW Museum, Monaco

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – BMW Museum, Monaco

In Germania a Monaco di Baviera, nelle vicinanze del Parco Olimpico, sorge il BMW Museum. L’edificio futuristico in acciaio e vetro detto Museum Bowl (‘Museo ciotola‘) fu progettato dall’architetto viennese Karl Schwanzer in occasione delle Olimpiadi del 1972.

Lo spazio espositivo, di oltre 5 mila metri quadrati, contiene auto storiche della casa automobilistica e prototipi di modelli che potrebbero essere realizzati in futuro. Schwanzer ideò un ‘telaio’ interno di colonne, piattaforme e rampe che sembrano sospese. Mentre il rivestimento esterno in cemento fu progettato seguendo il principio automobilistico della carrozzeria autoportante. I colori argento, bianco e blu rappresentano poi i colori del marchio. Il museo si trova proprio accanto alla sede centrale della BMW che occupa un grattacielo ideato dallo stesso Schwanzer. Se la sede richiama la forma di 4 cilindri di un motore, il museo ne rappresenta la testata. 

Am Olympiapark 2, 80809 München, Germania

http://www.bmw-welt.com/en/

+49 89 125016001

MUSEO D’ARTE ISLAMICA A DOHA

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Museo d'arte islamica, Doha

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Museo d’arte islamica, Doha

A Doha, capitale del Qatar, il Museo d’Arte Islamica (MIA) ospita una delle più ampie collezioni di arte islamica del mondo: opere in metallo, vetro e legno, gioielli, manoscritti, ceramiche, monete e tessuti. Un’importantissimo insieme per scoprire l’affascinante cultura islamica. Progettato dall’architetto sino-americano Ieoh Ming Pei, il museo ha una corpo principale a cinque piani sovrastato da una torre centrale cubica.  L’architetto ha tratto ispirazione dall’architettura islamica antica. In particolare dalla Moschea Ibn Tulun a Il Cario.

All’ingresso dell’edificio principale, l’enorme lampadario attira lo sguardo. Mentre un oculo cattura e riflette la luce al centro dell’atrio dove doppia scalinata conduce al primo piano. la decorazione ha le fantasie geometriche tipiche del mondo islamico, oltre a una gran varietà di tessuti e materiali. Ma il pezzo forte è la vetrata di 45 metri al 5°piano che offre ai visitatori un’incredibile vista panoramica sulla baia di Doha. 

Corniche, Doha, Qatar

http://www.mia.org.qa/en/

+974 4422 4444

ORDOS MUSEUM A ORDOS

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Ordos Museum

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Ordos Museum

L’Ordos Museum è situato nell’omonima città di Ordos, nel cuore della Mongolia Interna cinese. Progettato dallo studio cinese MAD Architects, il museo è stato inaugurato nel 2011. L’architettura dell’edificio si adatta perfettamente all’ambiente circostante: il particolare colore bronzea richiama immediatamente il deserto del Gobi e la forma ricorda un sasso gigante. È stato realizzato con lastre in metallo lucido che fungono da schermo contro l’irraggiamento solare, i venti impetuosi e le frequenti tempeste di sabbia. Le sale espositive ricordano caverne prive di angolature ma molto luminose. Un richiamo al processo millenario di erosione da parte dell’acqua. Gli oltre 40 mila metri quadrati raccolgono la storia culturale della regione e le sue tradizioni locali. 

Cina, Inner Mongolia, Ordos, Ejin Horo, Minzu Rd, 民族路与正阳街交汇处

http://www.i-mad.com/

office_nyc@i-mad.com

+1 347 528 7809

MUSEO SOUMAYA A CITTA’ DEL MESSICO

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Museo Sumaya, Città del Messico

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Museo Soumaya, Città del Messico

Il Museo Soumaya è stato inaugurato nel 2011 dal Presidente Felipe Calderón insieme al premio Nobel Gabriel García Márquez. Si trova a Plaza Carso, nella zona urbana denominata Nuevo Polanco a Città del Messico. Il progettista è l’architetto messicano Fernando Romero che ha ideato una struttura asimmetrica di color argento ispirata alle sculture di Rodin. È nata così una scultura architettonica di forma amorfa. La cui forma è percepita in modo diverso da qualsiasi angolazione la si osservi.

Con un’altezza di 46 metri, la copertura è fatta da oltre 16 mila lastre esagonali in alluminio riflettente. Che però non si toccano fra loro, dando l’impressione di fluttuare attorno all’edificio. L’interno non è però meno spettacolare: i sei piani collegati da una rampa a spirale espongono opere di artisti messicani ed europei. Tra cui Rodin, El Greco, Tintoretto, Monet, Millet e Dalì. oltre a una collezione d’arte sudamericana del periodo coloniale. Il tetto semitrasparente dona all’ultimo piano un’illuminazione naturale.

Boulervard Miguel de Cervantes Saavedra 303, Granada, Miguel Hidalgo, 11529 Ciudad de México, CDMX, Messico

http://www.soumaya.com.mx/

+52 55 1103 9800

KUNSTHAUS DI GRAZ

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Kunsthaus, Graz

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Kunsthaus, Graz

La Kunsthaus (Casa dell’Arte) è il museo d’arte contemporanea di Graz, in Austria. Il museo è stato inaugurato sulle rive del fiume Mur nel 2003, quando Graz è stata la capitale europea della cultura. La struttura, 11 mila metri quadrati, progettata dagli architetti Peter Cook e Colin Fournier, è subito diventata il simbolo della Graz moderna. In contrasto con la tipica architettura d’epoca della città. Il museo è diventato anche icona dello stile blob: la corrente architettonica del XXI secolo caratterizzata da geometrie organiche morbide. Infatti il Kunsthaus ricorda la forma di una bolla d’aria. Ed è ricoperta da oltre mille elementi in plexiglas blu che riflettono l’ambiente circostante. Per la sua stravagante forma la Kunsthaus è stata soprannominata “Friendly Alien”.  

Heimplatz 1, 8001 Zürich, Svizzera

http://www.kunsthaus.ch/

+41 44 253 84 84

GUGGENHEIM MUSEUM DI BILBAO

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Guggenheim Museum, Bilbao

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Guggenheim Museum, Bilbao

Il Guggenheim Museum di Bilbao è uno spazio espositivo d’arte contemporanea. Con opere di Rothko, Oteiza, Warhol e De Kooning. Progettato dall’architetto canadese Frank O. Gehry, fu inaugurato nel 1997. Nonostante le critiche iniziali è subito diventato un simbolo della città. E un interessante esempio dell’architettura avanguardistica del XX secolo.

Con una superficie di 24 mila metri quadrati, 11 mila dei quali dedicati allo spazio espositivo, il museo ben si integra con lo schema urbano di Bilbao. Si trova nei pressi del fiume Nervión. L’ingresso è perfettamente in asse con Calle Iparragirre, una delle principali arterie di Bilbao. L’involucro esterno è quasi interamente ricoperto da titanio. Mentre all’interno il grande atrio, cuore pulsante del museo, è collegato con i tre piani dell’edificio con passerelle curvilinee, ascensori in vetro e scalinate.

Abandoibarra Etorb., 2, 48009 Bilbo, Bizkaia, Spagna

https://www.guggenheim-bilbao.eus/en/

informacion@guggenheim-bilbao.eus

+34 944 359 000

MUSEO ENZO FERRARI A MODENA

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Museo Enzo Ferrari, Modena

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Museo Enzo Ferrari, Modena

A Modena, in Emilia-Romagna, sorge il Museo Enzo Ferrari (MEF). Il museo è dedicato alla vita e al lavoro di un uomo tra i padri dell’automobilismo moderno. Il museo si compone di due edifici principali che occupano complessivamente 5 mila metri quadrati. Il primo è l’ex officina dove lavorava il padre di Enzo, oggi Museo dei Motori Ferrari. L’altro è un grande padiglione progettato dall’architetto Jan Kaplicky. La Galleria di Kaplicky, aperta al pubblico nel 2012, rimanda al design delle automobili. L’esterno, infatti, ricorda il cofano di un’auto da corsa degli anni ’50. E il colore giallo richiama il colore del Cavallino Rampante.

All’interno, invece, il visitatore viene risucchiato in un vero e proprio tempio dell’automobile: un enorme open space privo di colonne e barriere architettoniche che ospita numerose auto posizionate su pedane girevoli. Inoltre, sulle pareti candide vengono proiettati filmati riguardanti la vita e il lavoro di Enzo Ferrari.

Via Paolo Ferrari, 85, 41121 Modena MO

https://musei.ferrari.com/

biglietteriamef@ferrari.com

+39 059 439 7979

DALIAN SHELL MUSEUM A DALIAN

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Dalian Shell Museum

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Dalian Shell Museum

La città di Dalian, nella provincia di Liaoning nella parte nord-orientale della Cina, ospita il Dalian Shell Museum: un museo dedicato interamente alle conchiglie. Inaugurato nel 2011, il museo copre un’area di oltre 18 mila metri quadrati. La forma dell’edificio anticipa già tema del museo, che sembra una conchiglia gigante. La particolare copertura esterna è fatta di vetro e acciaio inossidabile che crea un affascinante gioco di luci e riflessi. All’interno, negli ambienti pieni di luce naturale grazie alle enormi vetrate, sono esposte oltre 5 mila preziose conchiglie provenienti da tutto il mondo.

Xinghai Square, Shahekou, Dalian, Liaoning, Cina, 116000

+86 411 8480 1470

EXPERIENCE MUSIC PROJECT MUSEUM A SEATTLE

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Experience Music Project Museum, Seattle

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Experience Music Project Museum, Seattle

Nel centro di Seattle svetta l’imponente Experience Music Project Museum (EMP Museum): un grande spazio espositivo dedicato alla cultura popolare contemporanea. Dal cinema horror alla musica rock, fino ai video games. Il futuristico edificio di 13 mila metri quadrati è stato progettato dall’architetto Frank O. Gehry, che si è ispirato alle forme delle chitarre elettriche. Per ricreare una struttura che evocasse la musica rock ’n’ roll.

L’esterno è composto da 300 pannelli: ognuno dei quali formato da oltre 21 mila elementi in alluminio e acciaio inossidabile. Una fusione di colori e di materiali che immediatamente comunicano l’energia e la fluidità della musica. Rammentando la sua costante evoluzione. Imperdibile la Sky Church: una sala contenente uno dei più grandi schermi LED al mondo. Come la più grande collezione al mondo di oggetti appartenuti a Jimi Hendrix e Nirvana, originari di Seattle.

325 5th Ave N, Seattle, WA 98109, Stati Uniti

http://www.mopop.org/

+1 206-770-2700

ART SCIENCE MUSEUM A SINGAPORE

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Art Science Museum, Singapore

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Art Science Museum, Singapore

L’Art Science Museum si trova nel cuore della Marina Bay di Singapore. 21 le gallerie espositive, disposte su tre piani, e una superficie di circa 6 mila metri quadrati. L’Art Science Museum è il primo grande museo del mondo che coniuga arte e scienza. Declinato soprattutto al ruolo di arte e scienza nell’influenzare la società in cui viviamo. Dall’inaugurazione, nel 2011, ha attratto numerosissimi visitatori. Che giungono anche per ammirare la particolare forma architettonica che ricorda un fiore. L’architetto Moshe Safdie, infatti, si è ispirato a un fiore di loto con dieci petali rivolti al cielo. Il tetto, piatto, raccoglie l’acqua piovana e la incanala al centro del museo creando una spettacolare cascata di 15 metri.  

6 Bayfront Ave, Singapore 018974

http://www.marinabaysands.com/museum.html

box_office@marinabaysands.com

+65 668 888 26

SALVADOR DALI’ MUSEUM A ST. PETERSBURG

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Salvador Dalì Museum, St. Petersburg

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Salvador Dalì Museum, St. Petersburg

A St. Petersburg in Florida, nei pressi della città di Tampa, il Salvador Dalì Museum ospita la più vasta collezione di opere dell’artista spagnolo al di fuori della Spagna. Tra cui 96 dipinti a olio, disegni e sculture. Aprì i battenti nel 1982, ma è stato completamente rinnovato nel 2011: con l’inaugurazione del nuovo strabiliante edificio di 6 mila metri quadrati a tre piani progettato dall’architetto Yann Weymouth.

Il design combina aspetti razionali e aspetti fantastici. La struttura principale è rettangolare, dotata di pareti in cemento anti-uragano; da qui fuoriesce una struttura in vetro curvilinea denominata ‘Enigma’, composta da mille pezzi di vetro triangolari. L’’Enigma’ è un omaggio alla cupola che adorna il museo di Dalì in Spagna. All’interno del museo è presente una monumentale scala elicoidale che rappresenta la vera e propria ossessione di Dalì: spirali e la struttura a doppia elica del filamento di DNA.

1 Dali Blvd, St. Petersburg, FL 33701, Stati Uniti

http://thedali.org/

visitorexperience@thedali.org

+1 727.823.3767

MUSEO NITERÓI A RIO DE JANEIRO

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Museo Niterói, Rio de Janeiro

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Museo Niterói, Rio de Janeiro

Edificato su un promontorio a picco sul mare nella baia di Guanabara, a Rio de Janeiro, il Museo d’arte contemporanea di Niterói (MAC) è a prima vista incredibile. Progettato dall’architetto brasiliano Oscar Niemeyer, fu inaugurato nel 1996 e ospita opere d’arte del XX secolo. Tra cui numerosi lavori del celebre João Sattamini.

Niemeyer ideò una struttura che si integra alla perfezione col paesaggio circostante: l’edificio di quattro piani è sormontato da una cupola alta 16 metri che ricorda un calice o un disco volante. In realtà si tratta della riproduzione di un fiore, con annesso un piccolo bacino d’acqua che ne rappresenta il vaso e conferisce grande leggerezza alla struttura. Per accedere al museo Niemeyer ha progettato una rampa curvilinea lunga un centinaio di metri. Le linee curve e il colore bianco dominano l’architettura futuristica del museo. I visitatori, inoltre, possono godere di un panorama unico di Rio de Janeiro, grazie alla posizione strategica del museo.

Mirante da Boa Viagem, s/nº – Boa Viagem, Niterói – RJ, 24210-390, Brasile

http://culturaniteroi.com.br/macniteroi/

contatomacniteroi@gmail.com

+55 21 2620-2400

RIVERSIDE MUSEUM DI GLASGOW

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Riverside Museum, Glasgow

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Riverside Museum, Glasgow

A Glasgow sorge il Riverside Museum, dal 2011 sede del Glasgow Museum of Transport. Con una superficie di oltre 11 mila metri quadrati. Il museo accoglie al suo interno una vasta collezione riguardante il mondo dei trasporti:  biciclette, automobili, tram, locomotive e navi. L’edificio, progettato dall’architetto iracheno Zaha Hadid, è situato nell’area portuale della città sul fiume Clyde. È oggi uno dei simboli della città, grazie al particolare design. La facciata in vetro nero, alta 36 metri, domina il fiume ed è sormontata da una copertura di pannelli di zinco. Colpisce immediatamente per la particolare pianta a zig-zag. L’edificio infatti sembra un tunnel curvilineo. La parte centrale del tunnel è un enorme open space privo di colonne, mentre ai piani superiori le grandi vetrate offrono uno spettacolo unico sul fiume.

100 Pointhouse Rd, Glasgow G3 8RS, Regno Unito

http://www.glasgowlife.org.uk/museums/pages/home.aspx

info@glasgowlife.org.uk

+44 141 287 2720

MEITAN TEA MUSEUM A ZUNYI

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Meitan Tea Museum, Zunyi

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Meitan Tea Museum, Zunyi

Nella città di Zunyi, nella parte sud-occidentale della Cina, sorge uno dei musei più particolari al mondo: il Meitan Tea Museum, inaugurato nel 2010 ed entrato nel Guinness dei Primati. Poiché si tratta dell’edificio a forma di teiera più grande del mondo: con 73 metri d’altezza, un diametro di 24 metri e una superficie di 5 mila metri quadrati. Il museo è un’enorme teiera con annesso un più piccolo edificio a forma di tazzina.

I visitatori che osservano la struttura a distanza credono di trovarsi di fronte a un’illusione ottica. Ma, accorciando le distanze, si scorgono le piccole finestre che costellano la struttura in creta. L’area di Meitan è conosciuta in tutto il mondo per essere la patria del tè verde cinese. E quale luogo migliore per erigere un museo dedicato alla millenaria storia del tè? Un museo sia per gli amanti del tè, che per chi è affascinato da architetture molto particolari.

SWAROVSKI KRISTALLWELTEN A WATTENS

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Swarovski Kristllwelten, Wattens

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Swarovski Kristallwelten, Wattens

I Mondi di Cristallo (Swarovski Kristallwelten) è il museo dei famosi cristalli Swarovski a Wattens, nei pressi di Innsbruck. Fu costruito nel 1995 per celebrare i 100 anni della fondazione del marchio. L’architetto André Heller fu incaricato di progettare un luogo dall’atmosfera magica. E la sua opera più incredibile è senza dubbio ‘Il Gigante’. Heller ideò, infatti, una storia fantastica: un gigante che si mise in viaggio per conoscere il mondo e i suoi tesori, si stabilì a Wattens e da allora sorveglia le sue Camere delle Meraviglie.

Questa incredibile struttura costituisce l’ingresso del museo, che ospita una ricchissima collezione di oggetti preziosi realizzati da artisti, designer e architetti nazionali e internazionali all’interno delle 16 Camere delle Meraviglie. Un esempio? Nella camera ‘Silent Light’ sorge l’omonimo e luccicante albero di cristallo, creato nel 2003 dai designer Tord Boontje e Alexander McQueen e composto da 150 mila cristalli Swarosvki. Il museo offre un’esperienza unica per gli amanti del lusso e del luccichio, in particolare le donne.

Kristallweltenstraße 1, 6112 Wattens, Austria

https://kristallwelten.swarovski.com/

swarovski.kristallwelten@swarovski.com

+43 5224 51080

CENTRO GEORGES POMPIDOU A PARIGI

L'involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente - Centro Georges Pompidou, Parigi

L’involucro diventa arte: 20 musei sorprendenti architettonicamente – Centro Georges Pompidou, Parigi

Il Centro nazionale d’arte e cultura Georges Pompidou di Parigi fu inaugurato nel 1977. Dopo che il presidente francese Pompidou espresse la volontà di creare in città un’istituzione culturale dedicata all’arte moderna. Ma non solo. Il centro ospita anche la Bibliothèque Publique d’Information, il Musée National d’Art Moderne, l’IRCAM – centro dedicato alla musica – e il Centro del design industriale.

L’edificio fu progettato da Renzo Piano e Richard Rogers con una tecnica all’avanguardia per l’epoca. Si tratta, infatti, di un edificio a forma di parallelepipedo lungo 166 metri, largo 60 e alto 42. Con una struttura in acciaio e pareti in vetro. S’un area totale di 11 mila metri quadrati. La decorazione vera e propria manca totalmente. L’edificio si compone infatti di un groviglio di travi metalliche che ricordano una scultura surrealista. La particolarità? Scale, ascensori, elementi portanti, condutture e tubi di riscaldamento e ventilazione sono posti all’esterno delle facciate in bella vista e hanno colori diversi in base alla funzione.

Place Georges-Pompidou, 75004 Paris, Francia

https://www.centrepompidou.fr/en

contact@centrepompidou.fr

+33 (0)1 44 78 12 33

Condividi: