I 10 LUOGHI PIÙ CALDI DEL MONDO

5740
0
Condividi:

Nei giorni più caldi d’estate si può sentire qualcuno dire: “ci sono 100 gradi all’ombra”. E da qualche parte sulla Terra potrebbe essere una frase che si avvicina alla realtà. Il posto più caldo del nostro pianeta, infatti, raggiunge i 70°C. Per gli amanti delle temperature estreme, ecco i 10 luoghi più caldi del mondo.

Dasht-e Lut, Iran 70°

Dasht-e Lut - I 10 luoghi più caldi del mondo

Dasht-e Lut – I 10 luoghi più caldi del mondo

Si trova al confine tra Iran e Afghanistan ed è una tra le zone più aride della Terra. È un enorme deserto salato, il venticinquesimo più vasto al mondo. La sua estensione è infatti di 400-450 km da nord a sud e 200-250 km da ovest a est.
È un deserto estremamente secco, con temperature altissime d’estate.

Le misurazioni del MODIS, strumento scientifico installato sul satellite NASA “Aqua” tra il 2003 e il 2005 hanno rilevato una temperatura di 70.7° C, la più alta mai registrata.
In primavera non mancano le piogge, ma in brevissimo tempo tutto si asciuga, lasciando solo terreno secco. Caratteristico è anche il vento forte e costante, che sposta la sabbia creando dune alte fino a 300m.

Queensland, Australia, 68.9°C

Queensland - I 10 luoghi più caldi del mondo

Queensland – I 10 luoghi più caldi del mondo

Il Queensland è il secondo stato australiano per superficie, a nord est del continente. Dopo il Deserto del Lut, è questo il luogo in cui si sono riscontrate le temperature più alte del mondo. Nel 2003, anno di grave siccità, un satellite NASA ha registrato una temperatura del suolo di ben 68,9°C nell’entroterra del Queensland. Questa zona può essere pericolosa quanto affascinante; è infatti la regione dei rodei, dei pub dispersi, delle carovane di nomadi. Nella stagione secca il cielo azzurro sovrasta incontaminato i deserti rocciosi. Il Queensland è uno stato ricco di paesaggi naturali che appunto vanno da zone interne secche, alle ricche foreste pluviali fino alle zone costiere tropicali. Milioni di turisti sono attirati ogni anno dal Sunshine State.

Turpan, Cina, 66.7°C

Turpan - I 10 luoghi più caldi del mondo

Turpan – I 10 luoghi più caldi del mondo

Nella zona nordorientale della Cina si trova Turpan. Situata 154 m sotto il livello del mare, questa depressione è il secondo luogo più basso del pianeta. Ed è anche il luogo più caldo della Cina, nonché al terzo posto nella classifica mondiale con 66.7°C.
Turpan è anche uno dei luoghi lungo la famosa via della seta. Nonostante il caldo, l’acqua sotterranea e il suolo fertile hanno reso la depressione una vera e propria oasi nel deserto. Il sistema idrico (karez) è composto da una serie di pozzi verticali e orizzontali collegati ai canali sotterranei. Questo sistema è cruciale per assicurare l’acqua tutto l’anno agli abitanti.

El Azizia, Libia, 58°C

El Azizia - I 10 luoghi più caldi del mondo

El Azizia – I 10 luoghi più caldi del mondo

La località di El Azizia si trova a nord ovest della Libia, 55 km a sud ovest di Tripoli. Il 13 settembre 1922 è stata registrata qui una temperatura di 58° C, ritenuta, per oltre 90 anni, la temperatura più alta della Terra. Il valore è stato poi dichiarato nullo nel 2012 perché sovrastimato di qualche grado; venne così lasciato il record agli Stati Uniti, per la Death Valley. El Azizia rimane comunque uno dei luoghi più caldi al mondo, e anche il più caldo del Paese. La città è molto inospitale, anche a causa del forte vento che fa scendere le temperature fino a una ventina di gradi repentinamente. In questo modo si passa da molto caldo a freddissimo nel giro di poche ore. Nonostante ciò, la popolazione stimata supera i 300.000 abitanti.

Death Valley, California, Usa, 56.7°C

Death Valley - I 10 luoghi più caldi del mondo

Death Valley – I 10 luoghi più caldi del mondo

La Death Valley è una valle deserta nella California orientale, al confine con il Nevada, e fa parte di uno dei più grandi parchi naturali americani. Qui si trova il punto più caldo e asciutto degli Stati Uniti, e anche il più basso.
Nei mesi estivi la temperatura oscilla tra i 46° e i 50° C., e il 16 Settembre 1913 si è registrata la più alta della zona con 56.7°C.
Per capire le origini del nome bisogna andare indietro nel tempo, nel periodo della corsa all’oro; siamo tra il 1849 e il 1850, quando alcuni cercatori di pepite provarono ad attraversarla e invece trovarono la morte. La valle ha continuato ad attirare molta attenzione e venne scoperta essere una zona ricca di oro e argento.

La Death Valley attira ogni anno turisti da tutto il mondo che vogliono ammirare gli straordinari paesaggi. Uno dei punti più belli è il celebre Zabriskie Point, composto da sedimenti di un antico lago, fango salino e ghiaia che insieme creano uno scenario di bellezza surreale.

Ghadames, Libia, 55°C

Ghadames - I 10 luoghi più caldi del mondo

Ghadames – I 10 luoghi più caldi del mondo

L’Oasi di Ghadames è una città della Libia occidentale, situata al confine con l’Algeria e la Tunisia, circa 550 km a sud ovest di Tripoli. Conosciuta anche come “la perla del deserto”, è stata inclusa dall’UNESCO nella lista dei luoghi patrimonio mondiale dell’umanità.

Una delle caratteristiche principali della città vecchia è di essere costruita interamente in fango. Il suo antico disegno ha un buon motivo per essere stato inventato nel Sahara: le case di fango mantengono la città fredda in estate e calda nelle sere gelide d’inverno. Nei mesi più caldi le temperature qui vanno dai 40° ai 55° C.

Oltre a proteggere dal sole del deserto, il tetto coperto della città agisce come un’altra città, con stradine e corsie, usate esclusivamente da donne, per passare da una casa all’altra e da un’area all’altra.

Kebili, Tunisia, 55°C

Kebili - I 10 luoghi più caldi del mondo

Kebili – I 10 luoghi più caldi del mondo

In un’oasi di grande importanza storica per la Tunisia sorge Kebili. Questo luogo è stato infatti abitato fin dall’antichità: i reperti archeologici più antichi ritrovati nella zona risalgono a 200.000 anni fa circa. La città è anche famosa per le sue temperature estreme, e in estate la massima raggiunta è di 55°C.

Gli abitanti, circa 20.000, cercano di accumulare l’acqua e lavorano per mantenere la temperatura corporea costante attraverso metodi passati di generazione in generazione.

Ad aiutare la popolazione sono anche le palme, che portano un po’ d’ombra, e le pozze d’acqua che forniscono un minimo di sollievo.

Timbuktu, Mali, 54°C

Timbuktu - I 10 luoghi più caldi del mondo

Timbuktu – I 10 luoghi più caldi del mondo

Universalmente nota per sorgere in mezzo al niente, Timbuktu è un’antica città del Mali.

Le incredibili ricchezze e l’inaccessibilità della città hanno creato un’aura più mitica che reale intorno ad essa.

Situata pochi chilometri a nord del fiume Niger, nel sud ovest del deserto sahariano, è lontana dagli altri agglomerati urbani, con una prevalenza territoriale arida e sabbiosa. Il clima desertico caldo e secco ha raggiunto negli anni punte molto elevate, assicurandosi un posto tra i luoghi più caldi al mondo.

Timbuktu è stata inoltre un fiorente centro per la diffusione della dottrina islamica in Africa. Mantiene tre importanti moschee e una delle più grandi collezioni al Mondo di manoscritti antichi.

Grazie alle sue caratteristiche architettoniche è stata dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità.

Tirat Zvi, Israele 53.9° C

Tirat Zvi - I 10 luoghi più caldi del mondo

Tirat Zvi – I 10 luoghi più caldi del mondo

In Israele, il kibbutz religioso Tirat Zvi si trova a circa 220 metri sotto il livello del mare, molto vicino al confine con la Giordania. Il record di temperatura raggiunto qui risale al 1942, quando si sfiorarono i 54 gradi e Tirat Zvi divenne il posto più caldo in Asia. Il vicino fiume Giordano mantiene comunque la regione fertile.
A Tirat Tsvi vivono un migliaio di persone circa, ed è considerato il centro con la più grande produzione di datteri, dei quali si contano 18.000 alberi. Lavorando con gli scienziati dell’Istituto dei Volcani, Tirat Zvi ha sviluppato un metodo per conservare i frutti di palma per diversi mesi, consentendo loro di essere raccolti in primavera e venduti in autunno.

Wadi Halfa, Sudan, 52.8°C

Wadi Halfa - I 10 luoghi più caldi del mondo

Wadi Halfa – I 10 luoghi più caldi del mondo

Sulle rive del lago Nasser, nel Sudan del Nord, Wadi Halfaa conta una popolazione di circa 15.000 abitanti. Storicamente fu un punto di negoziazione molto importante, poiché si trova sulla strada che unisce Sudan ed Egitto.

La città a volte deve sopportare tempeste di polvere violente, note come haboobs, che si manifestano quando l’aria umida e instabile forma temporali durante il caldo del pomeriggio.
La temperatura più alta registrata in questa zona è di 52.8 °C, misurata nell’aprile 1967. A Wadi Halfa le estati sono lunghe e calde; non è raro, infatti, raggiungere una media di 40° C. Gli inverni sono anch’essi caldi ma più brevi.

Condividi: