MEMENTO AUDERE SEMPER. VISITA AL VITTORIALE DEGLI ITALIANI

964
0
Condividi:

Quella al Vittoriale degli Italiani è la classica gita scolastica che, almeno per gli studenti del nord Italia, è molto comune e piuttosto piacevole. Crescendo, però, ci si dimentica di un luogo impregnato di storia, di poesia e che è ancora in grado di esercitare grande fascino. The Italian Eye Magazine vi permette di (ri)scoprirlo con questa guida.

Vittoriale: D'Annunzio's words

Vittoriale: le parole di D’Annunzio

Con l’aiuto dell’architetto Giancarlo Maronti, Gabriele d’Annunzio, fra il 1921 e il 1938, progetta e fa costruire la sua opera d’arte più imponente, un vero e proprio monumento in suo onore e che ricordi la vita unica e inimitabile del poeta. Edificato sulle sponde del Lago di Garda, precisamente a Gardone Riviera, il complesso del Vittoriale è costituito da una superficie totale di 9 ettari, entro i quali sono compresi il parco, i giardini, un teatro all’aperto, oltre che, ovviamente, la Prioria, ovvero la dimora dello stesso D’Annunzio.

Vittoriale: open theatre

Vittoriale: teatro all’aperto

Il luogo, pieno di contraddizioni e decisamente esuberante, offre uno spettacolo naturale unico nel suo genere: passeggiare per i giardini, imbattendosi in corsi d’acqua e cimiteri appositamente realizzati per i cani, con tanto di effige funebre a loro dedicata, risulta essere un’esperienza fuori dal tempo. Dal basso fino a salire il più vicino al cielo possibile, nel Vittoriale non mancano certo i motivi di stupore. Partendo dalla nave militare Puglia, smantellata e ricostruita sulla collina offrendo a prora un panorama mozzafiato, la scalata verso il cielo prosegue fino ad arrivare al mausoleo, dove la tomba di D’Annunzio si erge sopra ogni cosa, elevandosi a godere di una vista esclusiva (eco, probabilmente, del modo in cui il poeta soleva elevarsi sopra gli uomini suoi coevi).

Vittoriale: mausoleum

Vittoriale: mausoleo

La visita alla Prioria è guidata e dura circa 40 minuti, alla fine dei quali si può liberamente visitare anche il Museo D’Annunzio Eroe. La casa è piuttosto angusta, tanto che i gruppi entrano ogni sette minuti e sono composti generalmente da massimo 10 persone. È questo forse il luogo più sorprendente dell’intero Vittoriale, uno specchio dell’anima e della personalità dell’illustre proprietario, un uomo controverso che, per le sue inclinazioni politiche e, diciamocelo, per la sua totale mancanza di modestia, può risultare ostico da comprendere, ma che rimane senza dubbio un artista completo oltre che un raffinato cultore della ricerca estetica.

Vittoriale: Prioria

Vittoriale: Prioria

“Ho fatto di tutto me la mia casa; e l’amo in ogni parte. Se nel mio linguaggio la interrogo, ella mi risponde nel mio linguaggio.”

La luce entra a fatica nelle stanze della Prioria, accentuando l’atmosfera mistica e sacrale ricercata nei minimi dettagli da D’Annunzio. La visita guidata procede girovagando fra i corridoi, passando, sempre più stupiti, di stranezza in stranezza. Particolare attenzione merita la Sala delle Reliquie, stanza interamente votata al sentimento religioso e all’idea di religione in sé, che nel caso di D’Annunzio fu tutt’altro che convenzionale. All’interno si trova un numero enorme di statuette raffiguranti divinità provenienti da culture differenti, dove quelle orientali sono poste a formare una piramide il cui vertice è costituito dalla Madonna cristiana. Al centro della stanza, sul caminetto, fa bella mostra di sé il volante svirgolato appartenente all’auto da corsa con cui un caro amico americano del poeta aveva tentato di superare un record di velocità, morendo tragicamente in giovane età. Ed è proprio questo il culto superiore ad ogni religione, la filosofia seguita da D’Annunzio per fare della sua vita un’opera d’arte inimitabile: il ricordarsi sempre di osare.

Vittoriale: Stanza Leda

Vittoriale: Stanza Leda

Dato il numero ristretto di persone che possono entrare ad ogni visita guidata alla Prioria, il consiglio è quello di prenotare la propria visita in anticipo; è possibile farlo online direttamente sul sito del Vittoriale.

Vittoriale: fountain in the park

Vittoriale: fontana nel parco

Dove dormire vicino al Vittoriale

Hotel Lido International

(Viale Tommaso dal Molin, 6325015 Desenzano del Garda (BS). +39 030.9141027)

Un’ottima soluzione se si è alla ricerca di relax e si desidera godere a pieno della bellezza suggestiva del lago di Garda. A pochi passi dal centro di Desenzano, offre anche l’opportunità di usufruire di un’ampia piscina in riva al lago.

Hotel Villa Florida

(Via Zanardelli 113, 25083 Gardone Riviera (BS). +39 0365 21836)

Non esitate a cercare la sistemazione che meglio si adatta ai vostri bisogni: la scelta è fra suite romantiche, appartamenti indipendenti e e la storica Suite Rosenhof. Il lusso continua poi con lezioni di cucina privare e un giardino di ulivi biodinamico.

Vittoriale: Piazzetta Dalmata

Vittoriale: Piazzetta Dalmata

Dove mangiare vicino al Vittoriale

Osteria Antico Brolo

(Via Carere, 10,  25083 Gardone Riviera (BS). +39 0365 21421)

La presentazione coreografica si sposa con i sapori raffinati. Situato in una dimora del XVIII secolo, l’ Antico Brolo offre piatti della tradizione italiana con un pizzico di creatività aggiunta: che ne pensate di una tartare di manzo con spuma di patate sifonate?

Il Fiore di Zucca

(Via Trieste16, 25083 Gardone Riviera (BS). +39 0365 20458)

La cucina romana incontra i sapori tipici di Brescia: spaghetti cacio e pepe e risotto ai fiori di zucca, abbacchio e filetto di branzino, sacher torte e tiramisù.

Vittoriale: banqueting room

Vittoriale: sala da pranzo

Come raggiungere il Vittoriale

In train. La stazione ferroviaria più vicina al Vittoriale è a Desenzano del Garda, con tratte giornaliere da Venezia e Milano.

In aereo. Atterrate a Milano o Venezia e potrete raggiungere il Vittoriale direttamente in treno o in autobus.

Condividi: